Ilva, nessun passo avanti. E Di Maio pensa ad annullare la gara

Nessun passo avanti per l'Ilva. Di Maio chiede maggior sforzi alla ArcelorMittal. A rischio il lavoro di 3mila dipendenti

Ancora un nulla di fatto per i 3mila dipendenti dell'Ilva che rischiano di esser mandati a casa in seguito al piano tra l'ArcelorMittal e l'ormai ex ministro Carlo Calenda. Oggi il ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio ha incontrato i sindacati e, a margine dell'incontro, ha detto: "Domattina al massimo nel pomeriggio manderemo all'avvocatura dello Stato la richiesta di parere per quanto riguarda l'annullamento in autotutela della gara di ArcelorMittal che entra in Ilva".

Il ministro ha fatto sapere che non ci sarà nessun tavolo di discussione fino a quando non "arriverà un'offerta migliorativa sull'occupazione da parte di ArcelorMittal". Una posizione in parte condivisa anche dalla Fiom che, tramite la sua segretaria generale Francesca Re David, fa sapere: "Se il governo convoca nei prossimi giorni saremo presenti, ma senza un cambiamento delle posizioni dell'azienda su occupazione e diritti per le lavoratrici e i lavoratori, il tavolo non farà nessun passo avanti. Il governo è uno dei firmatari del contratto di aggiudicazione, e quindi deve assumersi le proprie responsabilità".

Una posizione più radicale è invece quella della Uilm: "Oggi è una giornata importante. Penso che la conclusione non possa essere quella di un rinvio. Oggi è la prova del nove. O c’è un accordo oggi oppure c’è il fallimento".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 06/08/2018 - 19:14

eccellente! invece di mantenere 3 mila lavoratori, siete riusciti a trasformare in 3 mila disoccupati in piu! veramente eccellente! ma di maio da buon disoccupato che era prima, si troverà in buona compagnia... vedrà quanto la vorranno bene quelli dell'ilva :-)

compitese

Lun, 06/08/2018 - 19:22

Ma Di Maio non sa che i grandi operatori mondiali dell'acciaio si contano sulle dita di una mano? Cosa gli fa pensare che Acelor-Mittal modifichi la sua offerta? Sono in pochi e si sono messi d'accordo!

VittorioMar

Lun, 06/08/2018 - 19:30

..per risolvere il caso ILVA serve trovare prima un OTTIMO MANAGER...poi eliminare dalle Trattative POLITICI E SINDACATI...usare il metodo marchionne...l'ILVA E' UNA INDUSTRIA STRATEGICA PER L'ITALIA !!

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Lun, 06/08/2018 - 19:44

E che problema sarebbe? Tanto ora er bibitaro campano fa approvare il reddito di cittadinanza...

Gianni11

Lun, 06/08/2018 - 19:58

La svendita della capacita' industriale del Nostro Paese e' un crimine contro la nazione. L'acciaio e altre industrie strategiche non devono essere MAI cedute a gruppi stranieri.

cgf

Lun, 06/08/2018 - 20:18

mica l'ha ordinato il dottore ad Arcelor di comprare, a questo punto poi costerebbe meno costruire ex-novo altrove.

stefi84

Lun, 06/08/2018 - 22:07

Stiamo perdendo una grossa occasione, poi l'acciaio dovremo comperarlo noi altrove.

Comancheros5

Mar, 07/08/2018 - 08:54

Ennesimo favore alla Germania che proprio poco prima che scoppiasse la bufera ILVA aveva innaugurato un mega stabilimento nella Ruhr. A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca, diceva qualcuno che non ha mai svenduto nessuna azienda italiana all'estero. Ma da gente che in viata sua a solo venduto bibite per vedere la partita che ti vuoi aspettare???

TitoPullo

Gio, 09/08/2018 - 12:55

X VittorioMar : ne convengo!!