Le imprese smentiscono Renzi: "Le tasse non caleranno fino al 2018"

Tasse alle stelle per i prossimi tre anni: la legge di Stabilità non alleggerisce la pressione sulle famiglie, che anzi quest'anno è cresciuta ancora. E tutto questo senza calcolare gli effetti devastanti di una manovra completamente in deficit...

Altro che riduzione delle tasse: la pressione fiscale è aumentata dal 2014 al 2015 e non diminuirà significativamente prima del 2018.

A certificarlo è Unimpresa, il cui Centro studi ha analizzato gli effetti della legge di Stabilità sui conti pubblici: "Le misure contenute nella legge di Stabilità non produrranno effetti significativi per la riduzione della pressione fiscale che dopo aver toccato il 43,4% del il nel 2014 resterà stabilmente sopra la soglia del 43% fino al 2018 quando si abbasserà lievemente al 42,9%. Gli sgravi tributari previsti dalla manovra sui conti pubblici, pertanto, non produrranno gli effetti sperati per le famiglie: rispetto al prodotto interno lordo, il peso delle tasse si attesterà a quota 43,7% quest'anno, al 43,1% nel 2016, al 43,0% nel 2017 e al 42,9% l'anno successivo".

Le affermazioni trionfalistiche del governo Renzi sul taglio delle tasse trovano quindi l'ennesima smentita: a consentire al premier di propagandare i presunti effetti benèfici della manovra sono esclusivamente gli aumenti di tasse rinviati ai prossimi mesi. "A pesare sull'aggravio fiscale - spiega ancora Unimpresa - è soprattutto il programmato aumento dell'Iva che schizzerà fino al 25% e comporterà un aggravio di tasse, dal 2017 al 2019, di oltre 54 miliardi di euro. Rispetto al 2016, il prelievo legato all'imposta sul valore aggiunto salirà di oltre 15 miliardi nel 2017, aumenterò di 19,5 miliardi nel 2018 e di altri 19,5 miliardi nel 2019. Sono previsti, poi, incrementi delle accise sulla benzina, nel triennio, per 700 milioni di euro. Il giro di vite fiscale previsto dalle clausole di salvaguardia inserite nella manovra ammonta, pertanto, a 54,2 miliardi"

C'è inoltre un'altra considerazione da tenere presente: l'annunciato (e farlocco) taglio delle tasse è stato previsto a fronte di un aumento del deficit, che però porterà inevitabilmente a un aumento del debito pubblico (che è infatti pari all'accumularsi del deficit anno dopo anno). Il fardello sulle spalle delle giovani generazioni di italiani si farà quindi più pesanti e l'unico modo di alleggerirlo sarà, ancora una volta, quello di aumentare la pressione fiscale.

Commenti

filgio49

Sab, 26/12/2015 - 22:32

Come si permette Unimpresa di dire queste falsita'? Bisogna pagarla immediatamente per ritrattare tutto....non si puo' andare contro renzi!

moichiodi

Sab, 26/12/2015 - 22:43

carta che perde carta che vince.... il giornale gioca alle tre carte. misura le tasse aggiungendo le clausole di salvaguardia di monti come se fossero inevitabilmente da applicare. dimenticando che nel 2015 renzi ha disapplicato sia una aumento delle accise, sia un aumento dell'iva. morale: non applicando le clausole, le tasse scenderanno ben al di sotto del 43. se il pil crescerà dell'1,7 nel 2016 e dell'1,8 nel 2016 i 54 miliardi programmati da monti come iva non saranno necessari. alla faccia del giornale che, invece, rosica......

mareblu

Sab, 26/12/2015 - 23:01

scusate, ma almeno voi del giornale, non potevate risparmiare agli italiani queste immagini ......come dire, io vi ho da mangiare, anche se non e' cosi' ; pero' e giunta l'ora del vomito.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 26/12/2015 - 23:05

Magari fossero SOLO sulle tasse le BUGIE DI FROTTOLO!!!lol lol Buenas noches.

fgerna

Sab, 26/12/2015 - 23:41

questo con le sue barzellette ci rimuoverà quelle quattro pezze che ci sono rimaste nel posteriore

cgf

Dom, 27/12/2015 - 00:02

frottolo buffoni farebbe bene a mettesi una mola al collo e gettarsi nell'acqua. Nemmeno nel girone dei bugiardi lo vogliono.

Royfree

Dom, 27/12/2015 - 00:20

Non vedere in questo uomo l'indomabile idiozia è da ciechi, sordi e imbecilli.

GMfederal

Dom, 27/12/2015 - 00:36

inoltre il fatturato nazionale è calato di 20 miliardi di euro per l'embargo alla Russia.. caro Mr. Bean!!!

Ritratto di wwalterand2003

wwalterand2003

Dom, 27/12/2015 - 03:51

O G N I P O P O L O H A I L R E C H E S I M E R I T A VIVA RENZI FA A FAN CULO RENZI E TUTTO IL PD SONO OBBLIGATO A ESPATRIARE RENZI ALFANO LA SBOLDRONA TUTTA UNA MASSA DI LADRONI

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Dom, 27/12/2015 - 04:07

Ma smettila di raccontare balle, le imprese commerciali chiudono, basta girare per le zone industriali, dove prima si lavorava, oggi latitano gli ordini, con la conseguenza che chiudono gli opifici.Le tasse aumentano, quindi sei uno spara balle.

Duka

Dom, 27/12/2015 - 07:34

E' UN GOVERNO DELLE B A L L E DA OGNI PUNTO DI VISTA E QUESTO LO SANNO TUTTI ANCHE I ROSSI CON LE FETTE DI SALAME SUGLI OCCHI.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 27/12/2015 - 07:50

E pensare che i PDIOTI ci credono...alla diminuzione delle tasse! Eh! Quando si ha il paraocchi...

meloni.bruno@ya...

Dom, 27/12/2015 - 07:54

Non prendiamoci in giro,parlare sempre delle tasse è come lavarsi la coscenza senza risolvere il problema a discapito delle persone serie.Il sistema migliore è far pagare a TUTTI le tasse al 25% secondo il proprio reddito e togliere tutti i privileggi nella publica amministrazione,casta politica,insomma tutto l'apparato statale che per mantenere i propri privileggi a fatto il proprio vangelo la propacanda dell'italiani tutti evasori fiscali!

Duka

Lun, 28/12/2015 - 10:53

E' il sistema più stupido e idiota per gestire l'economia. Togliere 10 da una parte per aumentare di 20 da un'altra. Anche un fanciullo capirebbe che è un sistema che non regge invece il "bullo fiorentino" ed il suo "genio" a fianco pensano che sia questa la ricetta giusta. Il debito pubblico sale continuamente eppure per questi due pare sia insignificante. Passi per il Renzi che di economia NON capisce niente ma il sig. Padoan non aveva altra scelta per risparmiare la sua dignità????

Duka

Mer, 30/12/2015 - 08:24

Nulla sa fare se non la faccia tosta di dire bugie a go-go