Infineon in rialzo a Francoforte

Avvio di settimana indeciso a New York dove, in assenza di dati economici rilevanti, l’attenzione degli operatori si è rivolta alle notizie aziendali; in particolare a General Motors (più 2%), per l’attesa delle decisioni del cda sulla vendita della divisione finanziaria Gmac. In crescita Alcoa (più 3%) e, tra i petroliferi, Exxon Mobil, chiude in rialzo dell’1,1%. L’acquisto di J.Jill (più 22%) ha penalizzato Talbots, in calo di quasi il 4%. La Borsa di Tokio ha ripreso a correre, con l’indice Nikkei giunto al top di 16750, ai massimi da fine agosto 2000. La crisi iraniana ha fatto crollare la Borsa di Teheran sotto i 10mila punti. Positive le piazze europee. A Parigi cedono France Telecom (meno 1,1%) e Sanofi (meno 1,1%). A Francoforte brilla Infineon (più 2%) dopo che i rivali sudcoreani, Samsung e Hynix, hanno riportato una crescita della domanda nelle memorie dinamiche. A Londra in luce anche Cable & Wireless (più 3,8%).