"Interessi della Volkswagen per acquistare quote in Fiat"

Fiat punterebbe a concentrarsi sul marchio Ferrari ritirandosi quasi completamente dall’impegno nel settore dell'auto

Volkswagen vuole mettere le mani sulla Fiat. Il colsso tedesco starebbe esplorando la possibilità di un’acquisizione, anche parziale, di quote in Fiat Chrysler. Secondo il periodico Manager Magazin ci sarebbero trattative fra Ferdinand Piech, principale azionista della Volkswagen e le famiglie Elkann e Agnelli. "Non si è tenuta alcuna discussione in merito a una fusione di Fiat con Volkswagen", ha però precisato un portavoce di Exor, la società controllata dalla famiglia Agnelli, che detiene una percentuale di maggioranza della Fiat.

Stando a quanto scrive il periodico tedesco, che cita fonti interne Volkswagen, il gruppo Fiat Chrysler Automobiles punterebbe a concentrarsi sul marchio Ferrari ritirandosi quasi completamente dall’impegno nel settore dell'auto. Volkswagen sarebbe invece soprattutto interessata al marchio Chrysler acquisito dal Lingotto lo scorso gennaio. La mossa della casa tedesca farebbe parte della strategia di rilancio di Volkswagen negli Stati Uniti, confermata nei giorni scorsi dai vertici del gruppo, sfruttando la rete di distribuzione e la competenza e il successo dei modelli Chrysler sul mercato statunitense. "Un’intesa è però ancora lontana - scrive Manager Magazin - grandi divergenze ci sarebbero sul prezzo dell’acquisizione, e inoltre Sergio Marchionne starebbe seguendo altre strade parallelamente". Inoltre Volkswagen, dopo l’acquisto di Scania e Man, punterebbe a medio termine anche all’acquisizione di altri marchi nel settore. Progetti che, sempre secondo il periodico tedesco, comporterebbero un impegno finanziario incompatibile con l’acquisizione parziale anche del gruppo Fiat Chrysler Automobiles.

Commenti

agosvac

Gio, 17/07/2014 - 12:57

Solo se marchionne fosse un deficiente di prima forza potrebbe abbandonare il gruppo Fiat per concentrarsi sulla Ferrari! La Ferrari sta bene come è, addirittura limita le sue vendite a non più di 6000 vetture l'anno appunto per confermare l'artigianità del prodotto! La Ferrari non costruisce automobili, costruisce sogni per pochi, purtroppo questa è la realtà. Marchionne invece vuole costruire automobili e ci sta riuscendo! Semmai l'idea di Marchionne, che lui stesso ha promulgata, è di dare più spazio alle Alfa ed alle Maserati senza però abbandonare i gioiellini Fiat. In pratica lanciare sul mercato mondiale marchi storici come Alfa e Maserati che hanno un appeal enorme continuando con la produzione Fiat che,specie negli Usa, con la 500 nelle sue varie versioni sta avendo grande successo. Credo che se marchionne leggesse simili corbellerie si farebbe un sacco di risate!!! Ma come, non ha MAI voluto vendere al gruppo VW l'Alfa ed ora venderebbe la Fiat?????

nino47

Gio, 17/07/2014 - 13:25

La WW che acquista quote Fiat? magari fosse! e perche'non tutta?

disalvod

Gio, 17/07/2014 - 13:56

ORMAI SIAMO ARRIVATI ALLA PAZZIA.A QUESTO PUNTO VENDIAMO ANCHE LE MUTANDE DELL'ITALIA E COSI' RIMANIAMO TUTTI CON IL CULO SCOPERTO.SIGNORE|||||PERCHE' HAI ABBANDONATO L'ITALIA ED HAI PERMESSO CHE CADESSE IN MANI SBAGLIATE

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 17/07/2014 - 14:06

i tedeschi comprano tutto , presto compreranno anche le vostre donne.Presto la Germania comprerà diventerà padrona della Ferrari allora si che incrementeranno le vendite all'estero.

Atlantico

Gio, 17/07/2014 - 14:27

Una Fiat che diventasse tedesca avrebbe certamente più appeal presso i potenziali acquirenti di auto.

Ritratto di filatelico

filatelico

Gio, 17/07/2014 - 14:39

Il cervello di Franco non esiste più: è diventato un ROBOT NAZISTA!! Invece di spendere soldi in auto che ogni anno valgono sempre MENO preferisco comprare cose che ogni anno VALGONO SEMPRE PIU'!!! A Franco ricordo il generale ZHUKOV che conquistò BERLINO l'8 Maggio 1945!!!

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Gio, 17/07/2014 - 15:04

E dove troverebbero i soldi questi che solo qualche anno fa avevano le pezze al c**o e chiedevano sostegno al senato bavarese? Probabilmente la risposta spiegherebbe anche il perchè marchionne dice che per ogni 500 venduta negli usa perde 10mila dollari?

Noidi

Gio, 17/07/2014 - 15:21

@filatelico: Mi scusi la domanda, non sono polemico, e qauli sarebbero i beni che aumentano di valore? (a parte l'oro). Giusto per sapere dove investire i pochi soldi che ho.

Noidi

Gio, 17/07/2014 - 15:21

@filatelico: Mi scusi la domanda, non sono polemico, e quali sarebbero i beni che aumentano di valore? (a parte l'oro). Giusto per sapere dove investire i pochi soldi che ho.

External

Gio, 17/07/2014 - 15:24

@franco-a-trier_DE: per adesso i krukki stanno comprando solo quaquaraqà, maschi! Infatti la tua "fidanzatina", con un piatto di krauti ed un paio di wurstel, si è accaparrata un esemplare, passatello, di italiano maschio. Così si fa tagliare il prato, dare il bianco ai muri e scarrozzare per la bella Italia in vacanza.

External

Gio, 17/07/2014 - 15:25

@franco-a-trier_DE: per adesso i krukki stanno comprando solo quaquaraqà, maschi! Infatti la tua "fidanzatina", con un piatto di krauti ed un paio di wurstel, si è accaparrata un esemplare, passatello, di italiano maschio. Così si fa tagliare il prato, dare il bianco ai muri e scarrozzare per la bella Italia in vacanza.

Noidi

Gio, 17/07/2014 - 15:38

@mr.cavalcavia: Guardi che VW e il governo bavarese (neanche esiste un senato bavarese) non hanno proprio niente a che fare (forse Lei intendeva BMW). A parte questo, negli ultimi anni le industrie automobilistiche tedesche hanno elargito bonus a TUTTI i dipendenti (anche il personale delle pulizie) di ca 4-5.000 € a testa, quindi non mi sembra che vada cosi male. La VW fino a ca 8-9 anni fà era si in cattive acque, ma hanno fatto gli investimenti giusti e sono tornati sulla cresta dell'onda. Alla FIAT invece non hanno fatto investimenti nel settore ricerca e sviluppo, come invece hanno fatto le altre case automobilistiche, e vediamo oggi in che situazione è la FIAT, oggi FCA.

antiom

Gio, 17/07/2014 - 15:46

Questa notizia è talmente paradossale che mai pensavo, e penso, di poterla leggere, come rispondente alla realtà. Alexander Peik è acclarato che pensi all'Alfa per aggiungerla al suo gruppo: alla fiat, prima dell'accordo con la Craisler, solo per danneggiarla e distruggerla! Ora che il grandissimo uomo Marchionne gli ha creato non pochi problemi, il bastardo megalomane, che con Scania, Man e Ducato ha raggiunto più di dieci marchi, (con possibile implosione): sta pensando di cautelarsi aggirando l'ostacolo. A questo punto io penso che questo sia possibile solo se l'Amminitratore FCA esca di senno.

Cikiciaki

Gio, 17/07/2014 - 16:58

"il gruppo Fiat Chrysler Automobiles punterebbe a concentrarsi sul marchio Ferrari ritirandosi quasi completamente dall’impegno nel settore dell'auto". Interessante, e dopo? Si metteranno a fabbricare pentole?

mantiga

Gio, 17/07/2014 - 17:29

magari, fosse vero!!

bilancino

Ven, 18/07/2014 - 01:28

Marchionne è un'imbecille e da lui ci si può attendere di tutto, sempre a spese dell'industria automobilistica italiana e dei suoi lavoratori.