Intesa e Anima oltre il miliardo I rimborsi frenano le Generali

Sono 18 i gruppi che ad aprile possono vantare una raccolta netta mensile superiore ai 100 milioni di euro. Tra questi, vanno ben oltre Intesa Sanpaolo (1,7 miliardi) e Anima holding (1,2 miliardi). Altri tre gruppi, invece, hanno incamerato flussi mensili superiori ai 500 milioni: Pioneer Investments-Unicredit (629), Invesco (628) e Poste Italiane (609). Gli altri 10 gruppi hanno evidenziato sottoscrizioni nette tra i 440 e 150 milioni: Allianz (437), Mediolanum (415), Deutsche A&W management (368), Azimut (290), Ubs (286), Schroders (278), Kairos Partners (275), JpMorgan asset management (243), Arca (200), Axa (151). Gli ultimi tre over 100 milioni, sono il Banco Popolare (147), Morgan Stanley (120) e Iccrea (103). Altri 11 hanno chiuso il mese con raccolta a due cifre: Bnp Paribas am (93), Credem (91), Acomea (51), Ersel (42), Consultinvest (41), Banca Esperia (35), Banca Sella (28), State Street global advisors (18), Mps (16), Pfm (16) e Ing Bank (11).
Hanno invece registrato un saldo negativo oltre i 100 milioni di euro Generali (-516), Franklin Templeton (-439), Credit Suisse (-202) e Amundi group (-104). In territorio negativo, ma con flussi mensili inferiori, anche Ubi Banca (-69), Fondaco (-63), Société Générale (-35), Finanziaria Internazionale (-21) e Nextam Partners (-18).