Investire in una miscela di reddito e stabilità

Rendimento interessante, bassa volatilità e diversificazione rispetto alle azioni: la strategia del FF Flexible Bond Fund per affrontare le sfide dei mercati

Il contesto obbligazionario attuale è caratterizzato da crescita modesta e inflazione contenuta. I principali fattori strutturali che gravano sull’economia mondiale continuano a esercitare i loro effetti. Il debito e le dinamiche demografiche continueranno a frenare la crescita e l’inflazione, portando i rendimenti obbligazionari a rimanere verosimilmente bassi. I rendimenti dei titoli di Stato dovrebbero mantenersi all’interno dei range attuali. Le obbligazioni societarie hanno registrato ottime performance nel 2017 e potrebbero continuare a brillare nel 2018, ma vi sono segmenti che presentano valutazioni eccessive, soprattutto nel mercato high yield. Considerando che i rendimenti sono molto contenuti, è essenziale concentrarsi sulla selezione delle obbligazioni con le migliori prospettive future e, allo stesso tempo, svolgere un’accurata due diligence per assicurarsi che i portafogli siano esposti agli emittenti corporate con i migliori profili di rischio/rendimento. Quanto ai tassi di interesse, poiché i rendimenti dei titoli di Stato si collocano sui minimi storici, è prudente mantenere il rischio di duration a un livello più basso.

Un mix obbligazionario efficiente

Trovare il giusto mix tra le diverse asset class può dimostrarsi un’impresa particolarmente ardua. Fidelity International si pone nell’ottica di capire le esigenze degli investitori nel reddito fisso: flusso di reddito costante, bassa volatilità e diversificazione rispetto alle azioni unite ad una buona performance nel medio-lungo termine. Per rispondere a queste esigenze, un approccio d’investimento flessibile può essere la soluzione più adatta da cui trarre grandi vantaggi. Il FF Flexible Bond Fund nasce con l’obiettivo di offrire una combinazione efficiente delle caratteristiche tipiche dell’investimento obbligazionario: rendimento, bassa volatilità e ridotta correlazione azionaria. Basata per il 20% sui titoli di Stato, 60% sul credito investment grade e 20% high yield, l’allocazione del portafoglio può rappresentare una soluzione core di lungo termine. Il reddito viene generato dalla componente high yield, la volatilità viene contenuta dai titoli investment grade. La ridotta correlazione con le azioni è data dai titoli di Stato. Un elemento determinante della strategia del fondo è il mantenimento costante di una riserva di liquidità per far fronte alle fasi di mercato maggiormente volatili. La gestione flessibile della duration è un’ulteriore componente essenziale del fondo e viene attuata tramite la diversificazione delle fonti di duration – diverse valute, duration nominale vs reale, asset allocation tra diverse tipologie di obbligazioni. Chiunque punti a ottenere un reddito interessante, soprattutto rispetto alla liquidità, mediante un investimento attento a contenere la volatilità e che punti alla diversificazione rispetto alle azioni, potrà trovare nel FF Flexible Bond Fund quella miscela tra reddito e stabilità che sta cercando.