Istat, l'inflazione a febbraio torna a salire a 1,1%, con un balzo dei prezzi di frutta e verdura

Il tasso non si ferma e, anzi, cresce ancora. E, in modo più marcato, accelera per i beni (da +0,7% a + 1,5%) e rallenta per i servizi (da +1,1% a +0,7%). Ma l' "inflazione di fondo" rimane contenuta

L'inflazione non si arresta e, anzi, a febbraio torna a salire. Secondo quanto riportato dalle stime preliminari dell'Istat, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività, al lordo dei tabacchi, in questo mese, registra un aumento dello 0,2% rispetto a gennaio e dell'1,1% rispetto a febbraio dello scorso anno (da +0,9% registrato nel mese precedente).

E, in modo più marcato, l'inflazione accelera per i beni (da +0,7% a + 1,5%) e rallenta per i servizi (da +1,1% a +0,7%). Infatti, ad accelerare, sono i prezzi dei prodotti di largo consumo: il "carrello della spesa", che comprende i beni alimentari, per la cura della casa e della persona, passa da +0,6% a +2,1% e i prodotti ad alta frequenza d'acquisto da +0,8% a +1,7%. A pesare di più sono i vegetali freschi, che costano il 18,5% in più rispetto al 2018. L'"inflazione di fondo", al netto degli energetici e degli alimentari freschi, rimane contenuta e stabile a +0,5%, mentre quella al netto dei soli beni energetici accelera da +0,6% a +0,8%

Ma a spiegare il rialzo di febbraio sono anche i prezzi dei beni alimentari non lavorati. Nel dettaglio, infatti, si registra un'accelerazione dei costi dei beni alimentari sia lavorati (da una variazione tendenziale nulla a +1,2%) sia non lavorati (da +1,7% a +3,7%) e dei beni energetici non regolamentati (da +0,3% a +0,8%) e dei tabacchi (da +2,9% a +4,5%). Un andamento che è stato in parte attenuato dal rallentamento dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (da +2,2% a +0,9%) e dall’ampliarsi della flessione di quelli dei servizi relativi alle comunicazioni (da -2,0% a -4,9%).

Commenti

SpellStone

Gio, 28/02/2019 - 12:48

CHIARIAMO SUBITO UNA COSA A SCANSO DI EQUIVOCI! LA BCE DA 10 ANNI HA COME OBBIETTIVO DICHIARATO FAR SALIRE L'INFLAZIONE FINO MA NON OLTRE IL 2%. QUINDI E' NORMALE CHE DAI E DAI.. L'INFLAZIONE SIA SALITA ALMENO A META' DELL'OBIETTIVO DOPO 10 ANNI!!!!!!!!!!!!!!!!!!

SpellStone

Gio, 28/02/2019 - 12:50

SECONDO PUNTO FINALMENTE TORNIAMO AD UNA ECONOMIA SANA. CON INFLAZIONE NEI VALORI CORRETTI (TRA 1% E 2%), TASSI DEI BTP NEI VALORI CORRETTI (SUPERIORI ALL'INFLAZIONIE), MUTUI NEI VALORI CORRETTI ( SUPERIORI AI TASSI DEI BTP) E COSI' ANDARE.... E LA GERMANIA COL SUO 0% ANDRA' IN FALLIMENTO....

cgf

Gio, 28/02/2019 - 13:13

normale che i prezzi di frutta e verdura siano aumentati, ma stanno già calando. È stagionale l'aumento e dovuto soprattutto al gelo che ha imperversato sull'Italia, soprattutto al sud, le coltivazioni ne risentono, riscaldare le serre costa di più, non è un caso che le mele non abbiano avuto aumenti al contrario di zucchine, peperoni, melanzane, broccoli... tutta roba non certo 'di stagione'.

Libertà75

Gio, 28/02/2019 - 15:05

l'economia italiana è florida con un'inflazione almeno del 3%, siamo ancora indietro