Istat, produzione industriale maggio +0,8%, -6,9 annuo

Il dato calcolato dall'Istat torna a salire leggermente su base mensile, ma è negativo rispetto all'anno. Cali marcati sui beni intermedi

Risale leggermente la produzione industriale. L'indice calcolato dall'Istat ha fatto segnalare un incremento dello 0,8% su base mensile. L'andamento è rimasto comunque negativo per quanto riguarda il dato su base annua. Il calo tendenziale è pari al 6,9%

L'indice, nella media del trimestre da marzo a maggio, è diminuito dell'1,9% sui tre mesi precedenti. Nella media dei primi cinque mesi del 2012 la produzione è invece scesa del 6,7% sullo stesso periodo di un anno fa. In tutti i comparti si registrano variazioni tendenziali negative a maggio sugli indici corretti per gli effetti di calendario.

Più marcata la diminuzione riferita al raggruppamento dei beni intermedi (-8,7%). Significativi anche i cali per i beni di consumo (-6,7%) e per i beni strumentali (-5,7%). Diminuzione contenuta sull'energia (-3,3%).

Restano in crescita, in termini tendenziali, i settori dell'attività estrattiva (+2,3%) e della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+2,2%). Diminuzioni più sensibili nella fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche, altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (-12,2%), delle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-11,5%), della fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (-9,7%).

Commenti

gianni59

Mar, 10/07/2012 - 14:50

ma come? col governo Berlusconi scrivevate titoloni positivi con riprese dello 0,1%?!?