Per Italcementi Moody's taglia «troppo in fretta»

Moody's ha tagliato il rating di Italcementi da Ba2 a Ba3, con outlook che passa da negativo a stabile. Ma la società non ci sta: « Si tratta di una decisione affrettata che non valuta appieno i sempre più tangibili risultati delle nostre misure di efficienza sui costi e la forte posizione di liquidità» spiega una nota di Italcementi, dopo il downgrade, aggiungendo che si tratta di «una valutazione effettuata guardando nello specchietto retrovisore».
«Siamo - ha aggiunto il gruppo - profondamente delusi della decisione di Moody`s che non riflette le azioni di rafforzamento strategico realizzate in questi ultimi mesi» ha sottolineato Giovanni Maggiora, direttore Finanza di Italcementi spiegando che «a partire dal quarto trimestre dello scorso anno il gruppo ha continuamente dimostrato i tangibili effetti positivi della misure imposte in tema di controllo dei costi».
Per quanto riguarda, infine, i fattori di rischio che derivano dalla posizione in Egitto, particolarmente sottolineati da Moody's, «è troppo presto - spiega Maggiora - per prevedere gli effetti dei più recenti eventi sulle nostre attività nel Paese, che al momento non hanno subito interruzioni significative».