L’oro torna a correre

Apertura di settimana positiva per l’oro che ha segnato il fixing a 622,90 dollari l’oncia, tornando sui massimi degli ultimi 30 giorni. Gli acquisti sono stati favoriti dai dati economici Usa risultati più deboli del previsto. Così il mercato è tornato a comprare preziosi e a vendere la valuta Usa. Tra i non ferrosi, il rame si è mantenuto solido sopra i 7.200 per tonnellata. Per il petrolio, il future del Brent ha riagganciato l’area dei 74 dollari al barile.