L'Abi di Patuelli trova l'armistizio con i sindacati


L'Abi di Antonio Patuelli ha convocato i sindacati venerdì 20 dicembre. Sul tavolo della «sala verde» di Palazzo Altieri ci saranno solo le misure per adattare il Fondo esuberi alla riforma Fornero: la priorità, per tutti, è infatti mettere in sicurezza i 19.800 prepensionamenti già messi in cantiere dal settore da qui al 2020. Il dato politico è però l'inizio del «disgelo» tra l'Abi e le forze sociali sul rinnovo del contratto nazionale. L'armistizio permetterà infatti al vicepresidente Francesco Micheli di riportare i sindacati al tavolo dopo lo sciopero di fine ottobre e gli altri annunciati. Tanto che l'Abi ha convocato i sindacati nel giorno in cui volevano manifestare davanti alla Borsa. Ora da gennaio si parlerà dell'accordo di categoria. Insomma: turiamoci il naso e trattiamo.