L'Agcom tra l'Ue e i rivali di Telecom

L'Authority per le tlc è tra l'incudine e il martello sui prezzi dell'unbundling che dovrebbero essere decisi nella riunione prevista giovedì, a Napoli. Da un lato, infatti, ci sono i cosiddetti Olo, ossia i concorrenti di Telecom che vogliono uno sconto sulla tariffa di terminazione della chiamata sulla rete dell'ex-monopolista reputandola troppo alta. Dall'altra, però, sono in dirittura le raccomanzioni di Bruxelles. Il commissario Kroes vorrebbe che le Autorità nazionali tenessero fermi i prezzi dell'unbundling per consentire agli ex monopolisti di investire nella fibra. L'Agcom sarebbe propensa, date le insistenze degli Olo, ad accordare uno sconto di 60 cent sull'unbundling rispetto ai 9,28 euro al mese accordati a Telecom. I concorrenti, comunque, si erano portati avanti chiedendo quasi 1 euro di sconto.