Lavora per entrare nel consiglio di Telecom Italia

«Stiamo lavorando, è un argomento aperto». Così il ceo di Vivendi, Armaud de Puyfontaine ha risposto in merito alla possibile richiesta di posti nel cda di Telecom Italia, che terrà un'assemblea straordinaria il prossimo 15 dicembre. «Su quello che sarà raccomandato all'assemblea, stiamo lavorando», ha anche detto il ceo di Vivendi, a proposito dell'assemblea convocata per la conversione delle azioni di risparmio in azioni ordinare di Telecom. Vivendi è il principale azionista di Telecom con il 20,03% e con la conversione verrebbe diluito al 14% circa. Entro il 16 novembre i soci con più del 2,5% del capitale potranno presentare una richiesta di integrazione dell'ordine del giorno e il gruppo francese potrebbe cogliere l'occasione per chiedere l'ingresso in cda di propri rappresentanti. Vivendi ha ribadito l'intenzione di essere azionista di lungo periodo per Telecom. Ieri la società ha presentato i conti dei nove mesi con utile in calo del 35% a 1,7 miliardi.