L'espansione della Cina in Africa: arrivano 60 miliardi di finanziamenti

Lo ha annunciato il presidente Xi Jinping al Forum di cooperazione Africa-Cina. Negli anni Pechino è diventato il principale partner commerciale del continente

Xi Jinping ha promesso finanziamenti al continente africano per 60 miliardi di dollari, tra prestiti e investimenti per infrastrutture. Lo ha dichiarato nel corso del discorso inaugurale del Forum di cooperazione Africa-Cina alla presenza di oltre 50 tra capi di Stato e di governo dei Paesi africani.

Come ricorda Repubblica, il presidente cinese si era già impegnato durante l’ultimo incontro bilaterale con l'Africa e Pechino negli ultimi anni è diventata il principale partner commerciale e uno dei più importanti alleati finanziari e militari del continente. Una vicinanza quella della Cina con l'Africa dovuta al disinteresse degli Stati Uniti di Donald Trump e dell'Europa per il continente.

I finanziamenti

In particolare, dei 60 miliardi promessi per i prossimi tre anni, 15 saranno di aiuti e prestiti a interessi zero, 20 in linee di credito, 10 per un fondo speciale per lo sviluppo, 5 per le importazioni dall’Africa e altri 10 per progetti privati delle imprese cinesi. L'idea di Pechino è di puntare sulle infrastrutture per inglobare il continente nel grande progetto della Nuova Via della Seta, la rotta commerciale che collegherà sempre meglio la Cina con l'Occidente.

Commenti
Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Gio, 06/09/2018 - 10:45

L'anno in cui il mondo è cambiato varando un nuovo corso è il 2001, guarda caso un anno in cui sono accaduti due avvenimenti significativi : l'attentato (riuscito) alle Torri Gemelle del World Trade Center e l'ingresso della Cina nel WTO (World Trade Organization) o per meglio dire "CHI" ha permesso alla Cina di entrarvi, e questo "qualcuno" aveva di certo a che vedere con i vertici della finanza anglosassone. Non so se abbiano fatto male i loro calcoli e se nel frattempo se ne siano pentiti, ma dal 2001 il mondo non è più lo stesso : La Cina ha iniziato ad invadere il mondo intero di ogni genere di prodotto dai costi bassissimi se paragonati ai pari occidentali, grazie a fattori interni (per primo costo di MANODOPERA "zero") contro i quali per l'occidente è utopia pura cercare di controbattere. I cinesi sono temibili in quanto hanno le idee chiare sugli obiettivi da perseguire, sono in molti, e la loro economia li ha fatti balzare al 2do posto mondiale, insidiando gli USA.

accanove

Gio, 06/09/2018 - 15:38

..piano piano si stanno comprando il continente africano e vi stanno mettendo basi solide, quello che sarà il granaio del mondo fra 100 anni con tecnologie agricole rivoluzionarie, loro lo vedono già, noi idioti no.