Letta vola a visitare Wall Street per piazzare il prodotto Italia: "Noi virtuosi, venite a investire"

Il premier alla Borsa di New York per illustrare le slide delle riforme: "Punto ad aprire l'Italia al mondo". Ma nell'aria aleggia lo spettro della manovra: il deficit è oltre il 3,4%

Enrico Letta calca la passerella di Wall Street. Lo fa con l'intento di piazzare il prodotto Italie, e lo fa promettendo stabilità (politica ed economica) e misure che lui stesso sa che non arriveranno mai. "L’Italia è un Paese virtuoso, giovane e credibile - ha assicurato il presidente del Consiglio al New York Stock Exchange - grazie al nostro consolidamento fiscale, il debito è sotto controllo". Eppure all'orizzonte si addensano nuvoloni neri come la pece. I conti pubblici, che gli analisti di via XX Settembre hanno toppato pesantemente, preannunciano tempesta. A differenza di quanto annunciato dal ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni, il rapporto tra deficit e pil sarebbe addirittura del 3,4%. Autorevoli fonti interne al Pd e al Pdl hanno chiaramente detto che non sono realistici i dati del 3,1%. Tanto che, entro la fine dell’anno, occorre trovare almeno 6 miliardi di euro, cioè una vera manovra finanziaria. 

I conti restano al centro dell'azione di governo. Il mantra di Letta continua ad essere la stabilità politica per non innervosire i mercati ed evitare una muova incursione degli speculatori sui titoli di Stato. "Stiamo lavorando al consolidamento di bilancio - ha ammesso davanti agli investitori statunitensi - abbiamo un grande debito che sta diventando un grande problema, che dobbiamo gestire". L'Unione europea impone che il debito italiano superi il 3% del pil. "Stiamo cercando di rispettare questi vincoli - ha assicurato il premier illustrando su un maxi schermo le slide che ripercorre le riforme del governo - convinti che possiamo farlo". Il problema per il consolidamento del bilancio è avere bassi tassi interesse sul debito. L'obiettivo del governo è portarlo dal 4,5% al 2% entro l’anno prossimo. "Il nostro obiettivo - ha continuato - è realizzare dodici mesi consecutivi di crescita e per farlo dobbiamo continuare sulla strada del consolidamento fiscale". Proprio per questo nei prossimi giorni sarà nominato un commissioner che si occuperà della spending review. Passerà sotto la lente d'ingrandimento tutti i campi, eccezion fatta per la cultura che Letta stesso definisce il "petrolio" del Belpaese. "Siamo un paese molto aperto ma il mio sforzo è continuare ad aprire il più possibile l’Italia al mondo, ai capitali ma anche ai saperi - ha spiegato il capo del governo - sono qui per presentare la nuova Italia, un Paese importante per l’Europa e per tutto il mondo".

Al termine della passerella a Wall Street, dove oggi sventola il Tricolore italiano, Letta si è detto soddisfatto e ottimista per l’accoglienza ricevuta dagli investitori americani. Pur non parlandone mai, oltre alla preoccupazione del debito pubblico, gli occhi sono puntati allo spread tra i Btp decennali e i Bund tedeschi. "Ho incontrato tanti investitori internazionali - ha spiegato il premier a Sky Tg24 al termine della visita - ho detto loro di investire in Italia e ho
trovato grande disponibilità soprattutto perché presentiamo stabilità"
.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/09/2013 - 16:47

Chi sarà mai il cogl....che viene a investire in un paese dove l'energia è del 40% più cara che nel resto d'Europa? Grazie, verdi,grazie ecologisti e no nuke!

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Mer, 25/09/2013 - 17:09

Per me questo vive su un altro pianeta. Quale industriale stranierò può pensare d'investire in Italia? Un pazzo. Nel caso di vertenza giudiziarie, i magistrati lo spolpano vivo. Il diritto è andato a farsi benedire. I costi del lavoro sono i più cari d'Europa, così energia e materie prime. Tutto questo, ed altro, il ns. primo Ministro lo sa? Conclusione, solo chiacchere.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 25/09/2013 - 17:16

Non va in visita, va a prendere ordini dalla vera mafia.

giocondo1

Mer, 25/09/2013 - 17:35

Prima si vanno a prostituire all'estero, poi ci lamentiamo che il nostro debito è nelle mani degli stranieri. Perché non prova a convincere gli investitori italiani?

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mer, 25/09/2013 - 17:36

Come se gli americani non lo vedessero che gli imprenditori italiani se la stanno dando a gambe...

GIANVITO GUIDA

Mer, 25/09/2013 - 17:36

Mi dispiace per Letta ma ha mentito,dicendo che stessimo uscendo dalla crisi.Siamo completamente sprofondati in una ca ligia nebulosa,laddove l'accidia,la seduzione,la corruzione,la pesa in giro,ecc.sono sacralizzate per un regime fatto solo da banchieri privi di banche e con idea disastrate,da letterati che articolano i verbi grazie ai calci dei potenti,schiavi dei tedeschi e dei cinesi,abbiamo reintrodotto tasse su tasse e nessuno dei porci ha rinunciato ai propri soldini.Povera Italia

TANDOLON

Mer, 25/09/2013 - 17:42

E' immorale e intollerabile che il PD con la supervisione di Napolitano stia al governo con il partito del pregiudicato corruttore e ricattatore Berlusconi & Co, altra cosa è il bene dell'Italia! Sta andando di male in peggio e non è ancora finita, al contrario delle subdole e devianti previsioni dell'uomo di paglia Letta che gira per il mondo come un oca giuliva, in cerca di consensi ,dicendo ai quattro venti che siamo affidabili senza alcun fatto veramente concreto a comprovarlo, mentre nel frattempo gli vendono sotto il naso Telecom e Alitalia ! Cerchi invece l'ometto di essere più presente e deciso sulla scena nazionale e soprattutto non scenda assieme al suo partito a compromessi imbarazzanti col delinquente per tenersi strette le poltrone !

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 25/09/2013 - 17:45

Solo degli emeriti deficienti verrebbero ad investire in Italia, un Paese con il più alto tasso ri criminalità, il più alto grado di social-comunismo, e di sindacal-comunismo al mondo; un Paese dove il libero mercato e la libera impresa sono considerati dalla sinistra com i peggiori mai e i peggiori nemici da distruggere.

ex d.c.

Mer, 25/09/2013 - 17:51

Strano paese l'Italia. Mandiamo Letta a rappresentarci nel mondo ed invieremo una persona come Berlusconi in affidamento ai servizi sociali. Che alla sn vada bene è plausibile ma che il PDL accetti la situazione è paradossale Forse noi elettori non comprendiamo la situazione ma anche il partito è molto lontano dagli elettori

pinuzzo48

Mer, 25/09/2013 - 18:00

perche non mettete in condizione gli industruale fatti scappare all'estero di ritornare ha lavorare in'ITALIA questi sono solo chiacchere vengono solo per comprare altro che investire

fcf

Mer, 25/09/2013 - 18:09

Letta sembra non far parte del PD quando manifesta ottimismo e fiducia . Con "compagni" di partito come quelli che si ritrova non si va avanti ma solo a fondo come solo i compagni sanno fare molto bene. Nessun paese che abbia goduto di governi comunisti è mai cresciuto salvo la Cina che ha dovuto diventare un Paese più capitalista di ogni altro.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 25/09/2013 - 18:18

500 sono già arrivati a Lampedusa tra ieri e oggi!!!!! Evviva le NUOVE RISORSE A Lui TANTO CARE!!!! Saludos

Ppasquino

Mer, 25/09/2013 - 18:27

Italia paesese virtuoso? Ma hanno già legalizzato la canapa?

Zizzigo

Mer, 25/09/2013 - 18:30

Se Letta non possiede il "piffero magico", ed ha dimostrato che non l'ha, con che faccia va a Wall Streat a raccontare balle?

swiller

Mer, 25/09/2013 - 18:36

Ma cosa vuoi piazzare vai nei campi a lavorare.

Baloo

Mer, 25/09/2013 - 18:57

Se la Germania avesse subito dall'Europa ciò che ha subito l'Italia, sarebbe già uscita dall'Unione. I più europeisti d'Europa, cioè noi ,messi all'angolo dalla Germania nazionalista per essere in lei prevalente l'egoismo nazionale. I nostri politici ? Pirloni inutili ,anzi dannosi per il popolo italiano, sempre più tentato dal secessionismo ( si pensi al nuovo movimento Trieste libera)

Beaufou

Mer, 25/09/2013 - 19:17

"Ho incontrato tanti investitori internazionali, ho detto loro di investire in Italia e ho trovato grande disponibilità soprattutto perché presentiamo stabilità". E bravo Letta, che ha trovato grande disponibilità. Scommetto che oltre a quella, non ha trovato null'altro. La "disponibilità", Letta, non appiana i conti: ne riparliamo quando qualcuno verrà in Italia a investire. Sa come si dice, le chiacchiere stanno in poco posto, e gli investimenti stranieri li vedrà col cannocchiale qualcuno che abita vicino ai patri confini, ma al di là di quelli. La stabilità, poi, è una perla da incorniciare: è sicuro di reggere fino a dopodomani? Un'ultima domanda, Letta: posso sghignazzare? No? Già, per una volta ha ragione. Dovrei mettermi a piangere.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 25/09/2013 - 20:00

Parla il peggiore Inglese che uno abbia mai avuto la sfortuna di ascoltare.E ha la faccia tosta d'insistere come quei cani che abbiano in modo idiota per tutta la notte. Qualcono glielo dica che fa pena.

Zizzigo

Mer, 25/09/2013 - 20:07

FAVO...LETTA a Wall Street?

rsyellow

Mer, 25/09/2013 - 20:08

MA DI QUALE PRODOTTO STAI PARLANDO [TU GIORNALISTA 'PROBABILMENTE' VENDUTO]; LA MAFIA? LA CAMORRA? LE DISCARICHE CONTAMINATE CON RIFIUTI TOSSICI? I MANAGER DELLA FIAT CHE SI PRENDONO IL PIZZO PER SUB-APPALTARE CONTRATTI?.. AL LIMITE DEL RIDICOLO

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 25/09/2013 - 20:09

Ma negli USA sono matti? Fanno parlare questa nullità d'nn Letta. Ma lui conta come il due di briscola e stà per finire il suo mandato. Lo fanno parlare all'ONU. Forse l#Hanno fatto per ri´dere a crepapelle visto l'Inglese di Letta. Roba manicomio. Se si metteva il cappello di Napoleone era perfetto.

Snowinbaja

Mer, 25/09/2013 - 21:02

Gli investitori internazionali vengono si, ma per comprare alle svendite!!! E ho detto tutto! Haha (riso amaro)

LAMBRO

Gio, 26/09/2013 - 12:05

ADESSO CHE HAI FATTO IL COMPITO A CASA CHE SUCCEDE? LO HA DETTO IL PRESIDENTE DELL'ENI ALLA 7!!! CHE DEI 14000 MILIARDI DI LIQUIDITA' DISPONIBILI SUL MERCATO NON NE BECCHEREMO NESSUNO; PERCHE': BUROCRAZIA, TASSE, INCERTEZZA DELLE REGOLE, GIUSTIZIA!!! COSI' E' SE VI PARE..... E ANCHE SE NON VI PARE!!!

m.m.f

Gio, 26/09/2013 - 16:15

Le aziende fanno la fila e le carte false per andarsene dall'italia. Possibile che letta non si accorga che tutto il mondo ci ride dietro?

AlbertMissinger

Gio, 26/09/2013 - 20:37

10 e lode in retorica. Letta non verrebbe assunto da nessuna azienda seria; quali doti abbia l'attuale Presidente del Consiglio, lo sa solo Il Presidente della Repubblica. Nessun altro affiderebbe alcuna responsabilità ad un figuro dello spessore di Mr. Enrico Letta.