L'Europa vuole un tetto ai salari dei top manager

L'Europa pensa di introdurre misure restrittive sui compensi dei manager delle società quotate. La Commissione europea, riporta il Financial Times, sta lavorando a una proposta che prevede la possibilità di sottoporre al voto vincolante dell'assemblea degli azionisti gli stipendi dei «top executive», bocciandoli in caso di sproporzione rispetto a quelli dei dipendenti. Il Ft ricorda che nei colossi internazionali il rapporto tra gli stipendi dei banchieri e quelli dei dipendenti arriva ad eccedere le 100 volte. Ma in aziende come Walt Disney e Coca Cola, il gap raggiunge livelli stellari, pari a 653 volte per la prima e 427 volte per la seconda.E gli ultimi anni, in scia agli scandali finanziari e alla crisi, sono già state introdotte regole di trasparenze sulle retribuzioni e la possibilità per gli azionisti di esprimere un voto sulle remunerazioni del vertice. Ma fino ad ora l'orientamento dell'assemblea (come avviene anche in Italia) ha avuto carattere consultivo.

Commenti

cgf

Lun, 10/03/2014 - 21:16

perché non prima un tetto ai Parlamentari, manager e sopratutto commissari della EU? poi se io pago molto il mio manager saranno affari miei, certamente è perché mi fa guadagnare più di quanto spendo ad averlo!!!