L'Ingegnere si tiene il bottino e "Repubblica" fa sciopero

Il quotidiano oggi non è in edicola: l'azienda non vuole rivedere il piano per 80 esuberi nonostante i 494 milioni che Fininvest ha versato a Cir

L'ingegnere Carlo De Benedetti nella sede della Cir

I soldi di Berlusconi non arriveranno. Carlo De Benedetti se li tiene stretti. E la Repubblica fa sciopero: oggi il quotidiano non è in edicola e in cantiere ci sono già altri 10 giorni di agitazione. Al gruppo Espresso-La Repubblica ci avevano fatto conto: con i 494 milioni che la Corte di Cassazione ha definitivamente imposto alla Fininvest di versare alla Cir di Carlo De Benedetti, i giornalisti e i poligrafici della Repubblica pensavano che l'editore De Benedetti avrebbe potuto tornare sui suoi passi e rivedere il progetto appena annunciato di 80 prepensionamenti su 440 redattori. Lo avevano addirittura scritto sul loro giornale, con un comunicato del cdr (la rappresentanza sindacale dei giornalisti). Invece niente.

Il gruppo guidato da Monica Mondardini, qualche giorno fa, ha annunciato ai dipendenti che tra carta e digitale Repubblica potrebbe chiudere il 2014 in rosso. Servono 30 milioni, e 13,9 di questi sono stati individuati nei tagli ai giornalisti: 81 prepensionamenti. La reazione dei lavoratori è stata quella di chiedere lumi sul progetto editoriale e industriale che avrebbe accompagnato i tagli. Poi è arrivato il Lodo Mondadori, con la sentenza di Cassazione e i 494 milioni in più nella casse Cir (che controlla il gruppo). Ma l'azienda non ha voluto cambiare programmi: ha sì accettato un confronto, ma senza frenare. Anzi, iniziando le procedure per la richiesta dello stato di crisi. Di qui la protesta dei giornalisti, l'assemblea di ieri, lo sciopero e il pacchetto per altri 10 giorni da spendersi nelle prossime settimane.

Il confronto è anche giocato sui numeri. Non solo sui 494 milioni di Berlusconi. Ma anche sui dividendi (oltre 120 milioni), che Repubblica ha versato a Cir e dunque all'Ingegnere negli ultimi 5 anni. E pare anche su una multa di 220 milioni, comminata al gruppo in seguito a operazioni irregolari svolte sui titoli e sui dividendi, che però pesa sul bilancio del gruppo. Un procedimento in attesa di giudizio definitivo. Tutto questo messo insieme, per i dipendenti di Repubblica, giustificherebbe un atteggiamento perlomeno più collaborativo nei confronti di una redazione alla quale si chiedono oggi sacrifici. Tanto più ora che ci sono i soldi di Berlusconi. Almeno si conoscessero i piani industriali: la stessa accusa rivolta dai giornalisti del Corriere alla Rcs. Corriere che ha scioperato sabato scorso. Ora tocca a Repubblica.

Commenti
Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Sab, 21/09/2013 - 09:35

Che almeno i soldi del Cav servano a fare del bene. Caro De Benedetti fanne buon uso

kikkokikko

Sab, 21/09/2013 - 10:05

Ma mi scappa da ridere, cos'è, non lo sapevate che andava così? Con gli altri dipendenti della sinistra le cose come stanno andando? Tutti moralisti, per fare la morale agli altri, ma ai fatti...

angelo

Sab, 21/09/2013 - 10:18

Iene. Avvoltoi. Ecco smascherati i puri che per decenni hanno dato del delinquente a Berlusconi. Spero vivamente che finiscano in mezzo alla strada con tutte le loro famiglie e concludano la loro misera esistenza mendicando.

curatola

Sab, 21/09/2013 - 10:42

come diceva il brutto nel film tutti in medicine te li devi spendere...

LAMBRO

Sab, 21/09/2013 - 10:49

TENETEGLI BORDONE !!! PRESTO IMPARERETE A CONOSCERLO!! ALTRO CHE GIAGUARO e CAIMANO!!!

cameo44

Sab, 21/09/2013 - 10:55

Cè ancora qualcuno che si meraviglia di ciò che fa e dice De Benedetti? Basta risentire cosa aveva detto nella prima sentenza per il caso CIR e la condanna di questi giorni a Berlusconi la dimostrazione lampante dell'accanimento giudiziario nei confronti di Berlusconi smendendo la tesi dei più Enrico Letta compreso che non vi è alcun accanimento dato che siamo in uno Stato di diritto cosa avrebbero detto tutti quelli di sinistra se a fare fallire l'Olivetti fosse stato Berlusconi? ma non solo di questo fallimento è colpevole De Benedetti ma essendo di si nistra non è colpevole di nulla ed è solo da assolvere

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Sab, 21/09/2013 - 11:07

Ahahah! Fatto bene, questi disinformatori distortori di verità, sotto a un ponte meritano di finire. E poi che si aspettavano da un (im)prenditore del calibro di De Benedetti? Quello come tocca un'azienda la fa chiudere!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 21/09/2013 - 11:08

allora de benedetti ha chiesto aiuto al giornale la repubblica e in cambio gli avrebbe promesso una parte del bottino dell'estorsione. poi ovviamente, come un degno mafioso, de benedetti si vorrebbe tenere tutto per se. ed appunto che ci aspettavamo da questi due compari della mafia? metodi da far sputare nei loro occhi....

moshe

Sab, 21/09/2013 - 11:16

E' il tipico sinistroide di m.... Dovrebbe imparare dal Berlusca, lui di cassa integrazione non ne ha mai fatta. E i sindacati cosa dicono?

unosolo

Sab, 21/09/2013 - 11:31

che differenza tra due industriali uno è costantemente attaccato da politici e politici giustizialisti , l'altro può chiudere , ritirarsi , comunque libero di accorciare o allungare il suo interesse , peccato che imprenditori che abbiano speso per dare migliaia di posti lavoro sono considerati ostili alla nazione , ostili solo da chi non sa che i soldi dei stipendi della casta e tutta l'alta carica istituzionale e i servizi sono pagati da industriali e lavoratori , gli altri sono pagati per i servizi ma percepiscono troppi soldi e si credono al di sopra di ogni legge , sarà bene allineare la legge affinche tutti siano responsabili e possano essere giudicati.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 21/09/2013 - 11:32

l'ing di Sion è un "pregiudizio" antisemita vivente.

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 21/09/2013 - 12:58

l'uomo della (The First Great Train Robbery)!avraà poco da godere! il boomerang sta tornando indietro! okkio alla testa!

vittoriomazzucato

Sab, 21/09/2013 - 12:58

Sono luca. Ma ci sarà un modo per superare la sentenza di terzo grado della Corte di Cassazione. Magari ricorrendo in Europa. GRAZIE.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Sab, 21/09/2013 - 13:23

Sono felice.

meloni.bruno@ya...

Sab, 21/09/2013 - 13:36

L'ipicresia regna sovrana nella sinistra il loro PADRONE se ne infischia degli 80 esuberi,non è più un ploretario PADRONE?

meloni.bruno@ya...

Sab, 21/09/2013 - 13:37

L'ipocresia regna sovrana nella sinistra il loro PADRONE se ne infischia degli 80 esuberi,non è più un ploretario PADRONE?

meloni.bruno@ya...

Sab, 21/09/2013 - 13:38

L'ipocresia regna sovrana nella sinistra, il loro PADRONE se ne infischia degli 80 esuberi,non è più un ploretario PADRONE?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 21/09/2013 - 14:30

MA! COME NESSUNO DEI SINISTRONZI HA QUALCOSA DA DIRE?!; CERTO CHE IL LORO PALADINO PRENDE PER IL CULO PRIMA LORO É POI QUELLI DI "REPUBBLICA"; CHI DI QUESTI MARI VÁ QUESTI PESCI PIGLIA SI DICE A NAPOLI; LA "REPUBBLICA" DEI GIORNALISTI LANCIAMERDA DEVE LICENZIARE 80 GIORNALISTI, CHE PER ANNI HANNO CALLUNNIATO BERLUSCONI! PER ME POSSONO MORIRE DI FAME LORO É EZIO MAURO INSIEME A SCALFARI!.

uprincipa

Sab, 21/09/2013 - 14:42

@moshe : come direbbe un vostro amico : Capra!!! informati prima di sparare castronerie!!! lo scorso 17 giugno i giornalisti di NewsMediaset che curano anche Tgcom24.it e Mediavideo hanno scioperato contro la decisione aziendale di non incontrare il CdR e di scaricare sui Direttori Ragusa e Banfi la responsabilità ultima di quello che è un inaccettabile ridimensionamento degli organici di una realtà che al contrario richiede un forte potenziamento....Capra!!!

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Sab, 21/09/2013 - 15:08

Piacevole notizia che ci libera dall'osservare la "casta" all'uscita dal bar, senza Repubblica sotto il braccio. Che guaio, status di intelligenti che non può essere esercitato! Distinti saluti. Roby

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 21/09/2013 - 15:35

Queste sono buone notizie. Un branco di servi pennivendoli che hanno massacrato Berlusconi per 20 anni in ossequio alle direttive dl padrone bancarottiere che adesso da vero delinquente li lascia con le chiappe per terra. Ben gli sta. Che li licenzino tutti, e vadano a chiedere lavoro al pd.

killkoms

Sab, 21/09/2013 - 22:22

@uprincipa,mai come i disastri che ha fatto cdb!olivetti docet!prova a fare il di lui nome dalle parti di ivrea,e vedrai come reagiranno le persone!