L'Italia guadagna due miliardi dalla plastica

La raccolta differenziata degli imballaggi di plastica, considerando indotto e occupazione, ha fatto «guadagnare» 2,1 miliardi agli italiani in dieci anni. Una cifra paragonabile al fatturato annuo dell'intermediazione immobiliare o della produzione cinematografica (video e tv). A stimare il beneficio per la collettività della raccolta differenziata è uno studio promosso dal consorzio Corepla, secondo cui lo scorso anno sono saliti a 7.325 i Comuni raggiunti dal servizio, per oltre 57 milioni di cittadini coinvolti (96% del totale).
In particolare, sono state oltre 768mila le tonnellate di imballaggi di plastica raccolte nel 2013 (+11% sul 2012) e 430mila quelle di rifiuti di imballaggio in plastica provenienti dalla raccolta differenziata e riciclate. Il dato medio di raccolta è così cresciuto da 11,6 a 12,9 chilogrammi annui per abitante. «Nel solo 2013 - rimarca il presidente di Corepla, Giorgio Quagliuolo - abbiamo evitato emissioni di CO2per 800mila tonnellate (+4,5%), equivalenti alle emissioni di circa 505mila automobili». Evitati, inoltre, costi di smaltimenti per 38,4 milioni.