Nostro il record mondiale delle tasse

Il grido d'allarme del presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli: 53,2% di pressione fiscale

L'Italia fa registrare un nuovo record mondiale, ma è un primato di cui c'è poco da vantarsi. Si tratta, infatti, del record delle tasse. Nel 2013 al netto del sommerso (pari al 17,3% del Pil) il nostro Paese ha toccato quota 53,2% come imposizione fiscale. Il calcolo è stato fatto dall’Ufficio studi della Confcommercio. La pressione fiscale apparente è invece a quota 44,1%. Alla luce di questi dati Confcommercio lancia un grido d'allarme: le tasse uccidono la crescita. La pressione fiscale è cresciuta del 5% dal 2000 al 2013, con un Pil procapite che, invece, è sceso del 7%. Interessante fare un veloce confronto con le altre economie europee: in Germania nello stesso periodo la pressione fiscale è diminuita del 6% mentre il Pil reale procapite è aumentato del 15%. In Svezia, paese fuori dall’Ue ad esempio, la pressione fiscale nello stesso periodo è scesa del 14% e il Pil reale procapite è aumentato del 21%.

"Per favore - ha detto il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli - abbandoniamo l’idea di nuove tasse e di ulteriori eventuali prelievi: le tasse sono oggi la mortificazione della crescita. Le performance del 2014 sono compromesse, non distruggiamo le basi per la ripresa del 2015. L’Italia - ha evidenziato Sangalli - è ferma".

Un altro dato evidenzia quanto sia grave la crisi della nostra economia: dal 2008 al 2013 l’Italia ha perso in termini di Pil reale pro capite l’11,6%. Peggio di noi ha fatto solo la Grecia con un -23,2%. La Germania nello stesso periodo ha visto crescere il Pil reale procapite di 4,4 punti percentuali. La Francia ha perso 2,3 punti.

Commenti
Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mar, 29/07/2014 - 11:01

.......e non è finita! Adesso metteranno mano alle cosiddette """pensioni d'oro""" (da 3.000 euro lorde al mese) d'oro? Ma toglietevi qualcosa voi che finora avete tenuto tutto quello che avevate e forse ottenuto dell'altro......benefit e privilegi.....sanguisughe! Sono nauseato!

taniaes

Mar, 29/07/2014 - 11:15

VAMPIRI!!!! uno che guadagna 3000 euro lorde è ricco sfondato? ma siete fuori di testa.

MEFEL68

Mar, 29/07/2014 - 11:29

Il 53,2% è solo un dato statistico; quello reale è molto, molto più alto. A questo ci hanno portato i vari decreti "salvaitalia" e quelli per la "crescita". Non s'è visto nè l'uno nè l'altro. Se non si gestirà la cosa pubblica come un grande condominio con un amministratore onesto e capace, non usciremo mai da questo maledetto pantano in cui l'attuale sistema politico ci ha gettati.

GMfederal

Mar, 29/07/2014 - 11:47

Evviva Mr. Bean lo sputacchino di Pontassieve!!!!

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mar, 29/07/2014 - 12:11

Il Sangalli è una vita che denuncia e come tutti i capi dei carrozzoni sindacal-corporativi, non fa proprio un ca**o. Stesse almeno zitto!. Ogni tanto i caporioni, ben partecipi del ricco (per loro) sistema ,battono un colpo per far capire che sono ancora vivi e per giustificare onori e prebende. E' tutto un fiorire di "denuncie" anche da coloro che dovrebbero provvedere, senza che si muova foglia, e si frani sempre più.

scott

Mar, 29/07/2014 - 12:43

Tasse più alte del mondo ..... per chi le paga.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 29/07/2014 - 13:07

se guadagnate oltre 2000 euro al mese andate via dall'Italia perchè siete considerati dei vergognosi ricchi specialmente se avete investito i risparmi in immobile invece che in titoli di borsa, sarete odiati e fatti odiare dalla massa, ormai l'Italia è alla deriva sociale tutti poveri è bello, e chi propaganda questo è straricco (politici), SIETE UN POPOLO DI IGNORANTI ANCHE SE LAUREATI, STUPIDI INVIDIOSI CHE SI FERISCONO DA SOLI

rossono

Mar, 29/07/2014 - 13:23

E dove' la novita I sinistri al governo non sanno fare altro,salvaguardare i fannulloni alla luigipiso..

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 29/07/2014 - 13:40

Anche, se non ha niente a che vedere superficialmente, io sono del parere che la prima riforma che matteo renzi dovrebbe fare é quella della giustizia, perche facendo questa riforma tutto l,apparato statale sarebbe snellito é ognuno saprebbe quali sono le Tasse da pagare é quando uno deve pagare, qui in questo aricolo si fá riferimento alla Germania é al suo PIL, é qui bisogna dire che la Germania ha una Giustizia e un Sistema Giudiziario che é uno dei migliori del Mondo, Mentre il Sistema Giudiziario Italiano é da III Mondo! ed é per questo che la Germania ha un PIL di 3450 Miliardi di Euro!, é quello Italiano arriva appena appena a 2100 Miliardi di Euro!; É IL NOSTRO PAESE É IL PAESE DOVE NON SI FANNO LE RIFORME É DOVE SI DICE SEMPRE DI NO A TUTTO IL PROCESSO INNOVATIVO;É QUESTO MODO DI FARE É COSTATO AL NOSTRO PAESE 437 MILIARDI DI EURO DI FORZA D;AQUISTO É 1,6 MILIONI DI POSTI DI LAVORO!; FINO A QUANDO I POLITICI ITALIANI É MATTEO RENZI IN TESTA, VOGLIONO CHIUDERE I LORO OCCHI A QUESTA REALTA???!.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 29/07/2014 - 13:40

Anche, se non ha niente a che vedere superficialmente, io sono del parere che la prima riforma che matteo renzi dovrebbe fare é quella della giustizia, perche facendo questa riforma tutto l,apparato statale sarebbe snellito é ognuno saprebbe quali sono le Tasse da pagare é quando uno deve pagare, qui in questo aricolo si fá riferimento alla Germania é al suo PIL, é qui bisogna dire che la Germania ha una Giustizia e un Sistema Giudiziario che é uno dei migliori del Mondo, Mentre il Sistema Giudiziario Italiano é da III Mondo! ed é per questo che la Germania ha un PIL di 3450 Miliardi di Euro!, é quello Italiano arriva appena appena a 2100 Miliardi di Euro!; É IL NOSTRO PAESE É IL PAESE DOVE NON SI FANNO LE RIFORME É DOVE SI DICE SEMPRE DI NO A TUTTO IL PROCESSO INNOVATIVO;É QUESTO MODO DI FARE É COSTATO AL NOSTRO PAESE 437 MILIARDI DI EURO DI FORZA D;AQUISTO É 1,6 MILIONI DI POSTI DI LAVORO!; FINO A QUANDO I POLITICI ITALIANI É MATTEO RENZI IN TESTA, VOGLIONO CHIUDERE I LORO OCCHI A QUESTA REALTA???!.

maubol@libero.it

Mar, 29/07/2014 - 13:47

se non si fa la rivoluzione non cambierà niente! Devono tagliarsi gli stipendi, mandare a casa metà parlamento che non fa nulla, tagliare le pensioni d'oro, i vitalizi, andare a piedi, pagarsi il cellulare....

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 29/07/2014 - 13:48

luigipiscio ? e ki è ?

hal9003

Mar, 29/07/2014 - 13:48

Non c'è più niente da fare. I parassiti sono troppi, mungono sempre di più la povera mucca che ormai sta morendo, contro il loro stesso interesse. Coloro che producono ricchezza per tutti sono sempre di meno, soffocati da tasse e burocrazia. I milioni di dipendenti pubblici, gli assunti a scopo clientelare sono troppi. Di loro nessuno ha perso il posto di lavoro. Premeranno sempre di più sui sempre meno che li mantengono, fino al tracollo dell'economia. Per assurdo, i parassiti, cassintegrati, pensionati, falsi invalidi, stranieri da mantenere sono ormai democraticamente in maggioranza. Chi ci "governa" pensa solo alla propria poltrona e ad accaparrarsi per questo i voti della maggioranza. Anche a costo della distruzione economica, sociale e demografica della nostra Nazione. I parassiti sono talmente idioti da distruggere coloro cui succhiano il sangue.

luigi.muzzi

Mar, 29/07/2014 - 14:05

ah ma noi pensiamo al nuovo senato e alla legge elettorale... vuoi mettere quanti punti di pil vale ?

Duka

Mar, 29/07/2014 - 14:28

ITALIA SVEGLIATI!!!! Il destino è nelle nostre mani, nei palazzi albergano solo ladri che altro non fanno che il loro mestiere cioè RUBARE.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mar, 29/07/2014 - 14:30

Non solo uccide la crescita ma porta all'intera rovina tutto il Popolo Italiano e l'intero Stato. Personalmente non so quale sia il cittadino italiano che voglia intraprendere una qualsiasi attività magari anche col suo sudore, braccia, mani e gambe per poi, alla sera, versare più del 50 % del suo lavoro a questo Stato RAPINOSO. LORO, TUTTI, a Pancia E Portafoglio pieno non si immedesimano in questa realtà funesta e che alla fine, il "Grande Buco Nero" della MISERIA potrà trascinare anche LORO TUTTI nella ROVINA TOTALE.Ma per LORO, questo è molto difficile che avvenga. Perchè ? Perchè, LORO, ormai sono ben preparati a qualsiasi evenienza : RICCHI sono e RICCHI nonchè POTENTI rimarranno ; Grazie al popopolo pecoronico italiano.

lamwolf

Mar, 29/07/2014 - 14:32

Pressione fiscale VERGOGNOSA!!!. L'Imu era stata tolta rimessa dalla sinistra con una rivalutazione delle rendite catastali schifosa. L'Italia è condannata, possibile che non c'è qualcuno che ancora crede di non farla soccombere da politicanti inconcludenti e incompetenti???

Ritratto di XDX

XDX

Mar, 29/07/2014 - 15:01

in questi anni ci hanno fatto i conti in tasca e hanno visto che da bravi risparmiatori abbiamo tutti qualcosa da difendere e sanno quindi che non ci ribelliamo e paghiamo paghiamo paghiamo. anche in 72 rate anche dopo 4/5 anni ma paghiamo . ma sta cambiando il vento a Roma hanno finito i burattini dopo mr. bean ci potrà essere solo un dittatore o L'esercito!!!!!!!!!

fottosinistrati

Mar, 29/07/2014 - 15:04

carissimi come potete vedere la feccia alla luigipiscio,mark61,ilgiusto e il super plurilaureato Roul Pontalti si danno alla macchia quando istituti evidenziano i danni fatti dal loro voto ... che si vergogneranno?? penso proprio di no ....coglione ci nasci e coglione ci muori ...infine ci conveniva lo spread alla enne piuttosto che sti decerebrati fonziani......e speriamo che presto si arrivi alle mani ..

fottosinistrati

Mar, 29/07/2014 - 15:14

personalmente avrei spacchettato il quinquennio 2008-2012 con 2008-2011 e 2011-2014 per capire meglio i dati ....soprattutto per i dementi sinistrati anticav...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 29/07/2014 - 15:16

se siamo arrivati a questo punto, dobbiamo ringraziare molto e calorosamente la sinistra! ed anche napolitano, quel porco comunista che con un colpo di stato da alto tradimento, ha imposto per ben 3 volte un governo di soli comunisti INCAPACI! tanto, chi è che paga? il contribuente! e non può ribellarsi perché la magistratura è stronza ed a capo del CSM chi ci sta? napolitano! grazie, grazie! e meno male che i PSICOSINISTRONZI si credono superiori....

Angel7827

Mar, 29/07/2014 - 15:38

Non è vero che in italia si pagano le tasse più alte, per chi le paga sono alte, per gli altri no, questo è il paese dei morti di fame, con redditi medi di 26 mila euro...che non giustificano le auto di lusso e le case con piscine, nel 2014 in italia ci sono 508 persone con un reddito di 20 mila euro che possiedono un aereo privato, leggetevi il libro LADRI di Stefano Livadiotti. Quelli di confcommercio...buoni quelli, sono tra i peggiori evasori del paese, continuate a fare una battaglia ideologica su questo argomento, tanto a ragionare non ci siete portati, i pensionati e i dipendenti pagano l' 80% delle tasse, lascio ai coglioni le stronzate sull' invidia sociale e altre cazzate propagandistiche, gli evasori sono i responsabili delle tasse alte, e sono coccolati dalla destra.

Gianca59

Mar, 29/07/2014 - 15:48

Finalmente possiamo dire di eccellere su qualcosa. Un vero schifo.

Nonlisopporto

Mar, 29/07/2014 - 16:13

meno tasse? non e' possibile! sarebbe la fine della pappatoria

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 29/07/2014 - 16:14

No, le tasse alte non impediscono la crescita. Impediscono al mercato ormai arrivato al lumicino, una seppur minima attività. La crescita viene dopo. Ossia, quando per effetto dell'abbassamento delle imposte, della riduzione della spesa corrente e dell'aumento della spesa pubblica produttiva d'investimento, si creano le basi per la ripresa e per far si che i privati investano nella creazione di nuove imprese. Con un mercato VIVO e potenzialmente in crescita, le stesse imprese possono assumere date le previsioni macroeconomiche positive. Tutto qui.

Aristofane etneo

Mar, 29/07/2014 - 16:42

Ma basta con questa retorica dell'indignazione urlata di voi giornalisti. Vi fate solo mandare a vaffa assieme ai vostri padroni che non fanno nulla per diminuirle e peggio continuano a saccheggiare le casse dello Stato e vessare le forze produttive della Nazione. E penso quanto naturale sia che i predoni della Terra ci deridano e distruggano la nostra identità nazionale servendosi anche dei "Buoni della Terra con i soldi degli altri", forse più feroci di loro.

Pimpinella

Mar, 29/07/2014 - 16:43

@Angel7827 Certo, hai ragione, gli evasori sono solo gli imprenditori, i commercianti e gli artigiani. Mica quei poveri operai, magari in cassa integrazione, che si prendono i sussidi e poi vanno a fare i lavori in nero a casa degli altri. STRONZO DI MERDA SINISTROIDE BASTARDO!!! Sai quanti ne conosco che fanno gli idraulici, gli elettricisti, gli imbianchini a nero. Di giorno cazzeggiano in fabbrica (E GIà COSì RUBANO UNO STIPENDIO) e la sera ed i fine settimana (o peggio durante la malattia) vanno a fare lavori in nero, rubando guadagni agli artigiani e aziende in regola ed EVADENDO LE TASSE. E vieni a casa mia e guarda come il mio vicino si sta facendo fare il muro di cinta da due pensionati!!! A NERO!!! PER RISPARMIARE!!! Finiamola con sta menata che solo i poveri operai e pensionati non possono evadere. Sono loro i peggiori!!!

Dado2013

Mar, 29/07/2014 - 17:45

Fortunatamente 30 anni fa decisi di andare a vivere all'estero! Ma mi chiedo, cosa aspettano ancora i pecoroni ( purtroppo devo dirlo ) rimasti a vivere ( per modo di dire ) in Italia, a prendere i forconi TUTTI INSIEME, e andare a tirare fuori TUTTI i politici a forconate nei deretani? Ma non ne avete abbastanza?

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Mar, 29/07/2014 - 18:04

Il prossimo che insiste con questa BUFALA dell'evasione giuro lo maledico finchè campa ... l'evasione viene compensata con le fatture maggiorate, oramai i nostri imprenditori vanno avanti con fatturazioni maggiorate, qualsiasi attività deve produrle per rientrare negli studi di settore, per chiedere un mutuo, per sfruttare i contributi europei ecc. si potrebbe dire che è la società in cui viviamo che le IMPONE, l'agenzia delle entrate conosce benissimo il fenomeno che è DILAGANTE e non certo diffonde questi dati agli Italioti, anzi lo stato ci campa di rendita poichè le stesse maggiorazioni di reddito permettono un aumento "cartaceo" del PIL. La sinistra continua con questa storia dell'EVASIONE per avere consenso elettorale dal nocciolo duro ovvero tutti coloro che hanno a che fare con la cosa pubblica che è sempre pronta(MAI ASSENTE) nel sostenere il Partito in ogni tornata elettorale, il quale come ringraziamento delle prestazioni elettorali nasconde sotto il tappeto l'enorme spesa pubblica evitando qualsiasi taglio della PA.

Domatore

Mar, 29/07/2014 - 18:19

Il peggio deve ancora arrivare, non dimentichiamo che moltissime famiglie italiane tirano a fine mese grazie alla contribuzione dei cosiddetti "vecchi" grazie alle loro pensioni-accompagni. Altri 5/10 anni e sarà crisi profonda

terzino

Mar, 29/07/2014 - 18:31

Non ammazza solo la crescita ammazza in primis gli italiani, sempre più poveri grazie alle politiche vessatorie della sinistra. A tal proposito ricordo ciò che il fondatore di questo giornale, Montanelli,scriveva qualche lustro fa." I comunisti amano talmente tanto i poveri che ogni volta che vanno al potere ne aumentano il numero".

terzino

Mar, 29/07/2014 - 18:32

Non ammazza solo la crescita ammazza in primis gli italiani, sempre più poveri grazie alle politiche vessatorie della sinistra. A tal proposito ricordo ciò che il fondatore di questo giornale, Montanelli,scriveva qualche lustro fa." I comunisti amano talmente tanto i poveri che ogni volta che vanno al potere ne aumentano il numero".

terzino

Mar, 29/07/2014 - 18:32

Non ammazza solo la crescita ammazza in primis gli italiani, sempre più poveri grazie alle politiche vessatorie della sinistra. A tal proposito ricordo ciò che il fondatore di questo giornale, Montanelli,scriveva qualche lustro fa." I comunisti amano talmente tanto i poveri che ogni volta che vanno al potere ne aumentano il numero".

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 29/07/2014 - 19:11

tranquilli non è un problema vostro o dei vostri lettori visto che per mesi e mesi avete scritto " evadete il più possibile " e ora cosa state a scrivere non è un problema dei tanti parassiti presenti in questo PAESE e in questo giornale

guido.blarzino

Mar, 29/07/2014 - 19:12

Confindustria e Confcommercio devono solamente stare zitte. Entrambe sono perfettamente a conoscenza che la pressione fiscale e la burocrazia colpiscono le pmi ovvero quelle che producono 2/3 del Pil e che non godono di alcuna agevolazione. Aldilà delle chiacchiere, le 2 corporazioni avallano ogni gabella che, in una percentuale maggiore, colpisce sempre le pmi. Entrambe dicono di voler tutelare le piccole aziende ma fanno esattamente il contrario come i sindacati dei lavoratori. In Italia non si faranno mai riforme, troppe caste. Ma le pmi si fermeranno e vedremo cosa faranno le "grandi aziende italiane" al confronto con il mondo globale. Parlo per esperienza diretta perché socio di Confindustria e Confcommercio: uno schifo. Ed è sorprendente che "il Giornale" riporti con tanta enfasi tanta miseria umana: perché???

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 29/07/2014 - 19:12

ex finiano Mar, 29/07/2014 - 11:01 .......e non è finita! Adesso metteranno mano alle cosiddette """pensioni d'oro""" (da 3.000 euro lorde al mese) d'oro? SI SONO D'ORO quella cifra certi lavoratori ci mettono 3 mesi ad arrivarci !!!!!!!!!!!!!

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 29/07/2014 - 19:13

Mar, 29/07/2014 - 11:01 .......e non è finita! Adesso metteranno mano alle cosiddette """pensioni d'oro""" (da 3.000 euro lorde al mese) d'oro? SI SONO D'ORO quella cifra certi lavoratori ci mettono 3 mesi ad arrivarci !!!!!!!!!!!!!

fabrizio de Paoli

Mar, 29/07/2014 - 19:23

A parte che secondo la cga di Mestre la pressione fiscale per certe aziende supera il 75%, comunque è bene ricordare che le rivoluzioni storicamente sono sempre state causate dall'eccessiva tassazione da parte del tiranno di turno. Nel nostro caso dovremmo essere i primi al mondo ad iniziarla, per me va bene iniziare anche domani... no problem...

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 29/07/2014 - 21:15

AGLI ITALINAI KE LECCANO IL CULO ALLA GERMANIA FACCIO PRESENTE KE I TEDESCHI NON HANNO VOLTAGABBANA ESTEROFILI KE RINNEGANO LA LORO PATRIA: QUINDI COMINCINO A IMPARARE QUESTO.

ellennyyy

Mar, 29/07/2014 - 21:56

gia la pressione fiscale per noi commercianti è altissima io vorrei sapere se fossi un normale operaio che al giorno fa 10 11 ore e il fine settimana arriva a14 15 e a volte non perchè c'è pieno il ristorante ma magare per 10 12 persone quanto prenderebbe al mese questo operaio io ho fatto il confronto con il mio che a 2 giorni liberi e 6 ore al giorno e ne prende circa 1500 più tredicesima quattordicesima e ferie circa 5 settimane io al mese prendo forse come lui se il lavoro c'è e non ho ne tredicesima ne quattordicesima e 3 settimane di ferie e in più ho avuto 2 tumori e sono mancata solo durante l'infusione che fortunatamente l'ospedale mi faceva al mattino presto così da non dover assumere en'altro al mio posto e sospendermi lo stipendio e poi loro anno il coraggio di dirci evasori ma loro sanno cosa è la crisi non anno vergogna cosa anno cambiato delle loro abitudini nulla il loro stipendio non se lo sono dimezzato come è stato per molti italiani

Duka

Mer, 30/07/2014 - 06:54

L'Italia un paese in stato fallimentare da anni ora alla resa dei conti VERI. Un paese da anni e, negli ultimi 8, mal guidato e mal gestito non può che trovarsi alla soglia "dei libri al tribunale". Osservate le città più importanti ed i ministeri più importanti come giustizia e sanità in che mani sono. Questa è follia pura. Come è possibile che un Marino o Pisapia che nulla capiscono di economia reale gestiscano città tanto importanti e come è concepibile che il ministero al quale è affidato la gestione dell'80% del costo complessivo dello stato sia nelle mani della Lorenzin, un soggetto di nessuna capacità manageriale.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 31/07/2014 - 23:42

Non c'è niente da fare. Una parte dell'elettorato italiano è FORTEMENTE MASOCHISTA. Non gli è bastata la lezione del cinico bocconiano, né quella del suo scialbo successore Letta. HANNO VOLUTO UN TERZO BULLETTO CHE TRA UNA CIANCIA E L'ALTRA CI HA TARTASSATI ANCORA DI PIÙ.