Livorno è meno rossa: apre la prima Esselunga

Dopo tredici anni di attesa apre il primo supermercato della catena di Caprotti. Che commenta: "Il no alla concessione dell'area era un no politico"

Cade un'altra bandiera, sul castello rosso di Livorno. Dopo l'elezione del grillino Filippo Nogarin a primo cittadino dopo decenni di ininterrotto governo delle sinistre, ecco che si spezza un altro dominio di comunista memoria. Quello delle Coop.

È di oggi l'annuncio, dato dal sindaco, dell'apertura del primo punto vendita Esselunga in città. Dopo tredici anni di tentativi la catena di megastore di Bernardo Caprotti ce l'ha fatta.

L'area destinata al nuovo ipermercato si estenderà su 4mila metri quadrati nell'area ex Fiat di via Petrarca. "Si tratta di un investimento che porterà in città 200 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato - ha spiegato il sindaco Nogarin - e un accordo di Esselunga di utilizzare il polo ortofrutticolo livornese e il mercato ittico livornese per l’approvvigionamento dei supermercati toscani."

"Abbiamo risolto anche le preoccupazioni dei commercianti del quartiere in cui verrà realizzato il supermercato, eliminando le fidelity card e battendo una moneta alternativa che potrà essere spesa soltanto nei negozi del quartiere - prosegue il primo cittadino - Così il polo di attrazione di Esselunga sarà anche attrattivo per gli stessi commercianti"

Grande soddisfazione, naturalmente, è stata espressa anche dal patron di Esselunga Bernardo Caprotti, che a ppena qualche settimana fa aveva dichiarato: "Il no a farci usare l'area ex Fiat era politico."

Commenti

cgf

Mar, 23/12/2014 - 14:21

troveranno il modo per rendere difficoltoso l'accesso, sicuro non faranno viabilità privilegiata come si fa con la COOP.

ennio1963

Mar, 23/12/2014 - 14:35

Voglio un sindaco del M5S nella mia città..

positiveday

Mar, 23/12/2014 - 14:36

Io abito a Livorno, ci sono punti Coop e Conad a pioggia e l'ultima cosa di cui si preoccupano è la salute economica dei piccoli negozi. Esseleunga invece deve sostenere i piccoli negozi, le solite ca-volate, questa volta pentastellate. Ma vabbè meglio che non averla a Livorno, andare a fare la spesa a Pisa, vale comunque la strada, ma così sarà molto più comodo.

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Mar, 23/12/2014 - 14:51

Vuoi vedere che ora Livorno si sveglierà con i prezzi Coop e Conad in picchiata? A La Spezia, quando ha aperto Esselunga, i prezzi della Coop sei tu erano mediamente del 13% più alti di quelli normali di Esselunga. Alla faccia dei kompagni! Vai Caprotti!!!!!!

ettore71

Mar, 23/12/2014 - 15:37

Che meraviglioso, grande, grandissimo inarrivabile presidente che sarebbe stato. Però le coop avrebbero avuto via libera e allora addio libero mercato . Meglio che sia andata così

Libertà75

Mar, 23/12/2014 - 15:49

E ci voleva un sindaco M5S a fare qualcosa di sinistra? L'ennesima prova che il lavoro non è una priorità del PD, anzi più poveri ci sono e più voti si canalizzano (forse, visto che ha vinto il M5S)... a mio modesto parere, quelli del PD livornese si dovrebbero vergognare per aver evitato che diverse famiglie potessero avere un reddito sul quale vivere... che tristezza immane

Joe

Mar, 23/12/2014 - 16:36

Bene alla Spezia , con trentanni di dominio incontrastato di governo della sinistra Caprotti è riuscito in un tempo inferiore , 10 anni . Poi il signor Esselunga ha fatto causa al Comune e l'ha vinta e il pagamento dei danni sapete chi lo ha pagato ? i contribuenti del comune con l'aumento delle tasse. Grazie COOP , chi ti può dare di più? Io aggiugerei: Indovinalo tu?

antipodo

Mar, 23/12/2014 - 16:55

Signor Caprotti complimenti e Bravo!

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 23/12/2014 - 17:06

Bene, se vado in vacanza a Livorno andrò a portare i miei soldi della spesa al Superstore e non più ai compagni (già ci andavo poco).

glasnost

Mar, 23/12/2014 - 17:14

I sinistri si dividono in due categorie : 1)quelli che sono ladri e protetti dalle istituzioni (magistratura in primis) rubano a tutti a man bassa, praticamente dei comitati di affari più o meno disonesti, 2)quelli che sono cretini e credono, in modo acritico, a tutto quello che quelli della prima categoria gli raccontano. Questa è la sinistra italiana (ma solo italiana???)

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Mar, 23/12/2014 - 17:25

Un passo avanti, a Firenze ce ne sono vuluti il doppio.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mar, 23/12/2014 - 17:37

>glasnost< Questa caratteristica delle sinistre non è solo italiana ! E' una malattia endemica che si trascina per il mondo a partire dagli anni del primo dopoguerra (1917) e da cui il mondo non è ancora guarito. Dal 1989 però qualcosa è cambiato : son arrivate nuove terapie e si spera che il mondo si incammini sulla vioa della guarigione. Saluti.

FRANZJOSEFF

Mar, 23/12/2014 - 17:39

AUGURONI SIGNOR CAPROTTI QUESTO PUNTO DI VENDITA DEVE ESSERE IL PRIMO SUPERMERCATO DI UNA LUNGA SERIE. LEI NON HA BISOGNO DI CONSIGLI STIA ATTENTO AI COLPI BASSI SE VOGLIONO TROVARE IL PELO NELL'UOVO LO CERCANO DOPO QUESTA APERTURA. AUGURI NON SI FERMI PIU'. I SUOI EREDI DOVRANNO FARE ALMENO COME LEI SE NON DI PIU'. IO NON SONO COMMERCIANTE MA DISCENDO DA UNA FAMIGLIA DI COMMERCIANTI PRIMA DEL 1870 TIRI DRITTO E AUGURI ANCORA. NON COMPRERO' MAI PIU' IN UNA COOP.

mariolino50

Mar, 23/12/2014 - 17:51

I supermercati del sig Caprotti sono più belli, i commessi sono più eleganti, ma che si spenda meno è pura fantasia, salvo le offerte come dappertutto, purtroppo quelli dove davvero si spende meno sono spesso quelli di catene straniere, tipo Carrefour o Auchan.

Massimo Bocci

Mar, 23/12/2014 - 18:26

Grande Capriotti, è riuscito la dove non era riuscito a nessun Italiano,combattere la corruzione sistematica di sistema, corruttivo COOP che tramanda i suoi misfatti CORRUTTIVI dal 47,questo speriamo sia la prima di una lunga fase DISINFESTAZIONE COMUNISTA di un territorio COOPTATO DALLA CRIMINALITÀ MISTIFICATRICE di un REGIME di.......LADRI ROSSI!!!

FRANZJOSEFF

Mar, 23/12/2014 - 18:35

A DIR LA VERITA' LA FRUTTA E' ECCEZIONALE. SI PUO' TROVARE FRUTTA E ORTAGGI CHE SI TROVANO NEL MERIDIONE E SONO SCONOSCIIUTI QUI AL NORD. SCONOSCONO COMPLETAMENTE CERTI TIPI DI ORTAGGI DI QUALITA' SUPERIORE. ESEMPIIO CARCIOFI IN SICILIA SONO MIGLIORI SUPERIORI DI QUALITA' DEI SARDI. MELENZANE CHE SONO SUPERIORI DI QUALITA' SI TROVANO IN SICILIA (QUI A NORD LI SCONOSCONO) ALL'ESSELUNGA A VOLTE SI TROVANO. PER IL PREZZO SI DICE COMPRA CARO E AL MERCATO PENSACI. NON E' PUBBLICITA' E' VERITA'. COMUNQUE NON E' BELLO CHE IN ITALIA STESSA SI SCONOSCONO QUALITA' SUPERIORI DI ALTRE REGIONI. QUESTO E' ANCHE ECONOMIA DI MERCATO CIO' CHE SI STUDIA IN ECONOMIA

rinaldo

Mar, 23/12/2014 - 18:36

Sono orgoglioso per Lei Dott. Caprotti se lo merita x il suo grande impegno. costanza e determinazione e poi perchè ESSELUNGA è il supermercato è italiano e quindi è motivo di orgoglio anche x noi. Bravo sono sempre dalla sua parte.

luigi1947

Mar, 23/12/2014 - 18:50

Complimenti al Sig. Caprotti, un vero galantuomo! e boicottiamo la COOP ROSSA !!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 23/12/2014 - 19:05

già, la sinistra è sempre stata dura di comprendonio! appena vedevano qualcuno che non fosse di sinistra, subito dicevano no! a prescindere.... che stronzi questi di sinistra! se cosi fosse stato per l'america, non avrebbero installato neppure la sesta flotta usa a napoli! tontoloni di sinistra !

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 23/12/2014 - 19:17

Però...i "finocchi" io li trovo solo alla COOP!

DIAPASON

Mar, 23/12/2014 - 19:23

13 anni e l'elezione di un sindaco non di sinistra per poter aprire un attivita' commerciale. Questo e' uno dei mille motivi per non votare mai sinistra.

gisto

Mar, 23/12/2014 - 20:24

A Casalecchio di Bologna molti anni fa aprì un supermercato dove Berlusconi era azionista,gli promisero l'urbanistica,che non fu mai realizzata.Praticamente era impossibile arrivarci.Inoltre doveva attingere solo al 30% della popolazione ,perche il 70% di sinistra si rifiutava di andarci. Dovette vendere !.Dopo la vendita furono realizzate le strade di accesso ed altri supermercati di contorno.

glasnost

Mar, 23/12/2014 - 20:39

@luigi47: benissimo diamoci da fare per boicottare le Coop rosse, che, con l'aiuto di Renzi per gli appalti in Africa per la CMC di Ravenna e Buzzi a Roma, fanno strame degli imprenditori onesti, non protetti dai comunisti. Inoltre saprete che quando il Berlusca aprì un supermercato a Casalecchio di Reno il PCi organizzò movimenti che si chiamavano BOBI : boicottate il Biscione. Quindi "occhio x occhio" e W l'Italia

pastello

Mar, 23/12/2014 - 23:02

Attenti ragazzi, quelli sono capaci di tutto.

stefanoanc64

Mer, 24/12/2014 - 00:51

I trinariciuti della Coop fanno anche boicottaggio verso qualunque cosa sia prodotta in Israele, per esempio è impossibile trovare pompelmi o succhi di frutta "Jaffa" tra i banchi della varie Ipercoop sparse ovovunque. Da parte mia evito accuratamente di farci la spesa

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 24/12/2014 - 00:58

L'apertura della Esselunga a Livorno fa tornare d'attualità il tema dei privilegi di cui godono le Coop rosse. LE COOPERATIVE ERANO NATE NEL 1800 IN UN CONTESTO SOCIALE ED ECONOMICO CHE OGGI NON C'È PIÙ . La società e l'economia sono cambiate radicalmente. PERCHÉ SOPRAVVIVONO? PER DARE POTERE ALLA SINISTRA CHE LE GESTISCE?

ennio1963

Mer, 24/12/2014 - 08:51

Ringraziate Nogarin sindaco del M5S, per questo avvenimento storico....solo con loro si può cambiare l'Italia..

sale.nero

Mer, 24/12/2014 - 09:17

Mi piacerebbe sapere che differenza c'è tra il 'no politico', il 'pizzo' e la 'mafia'.

Paul Vara

Mer, 24/12/2014 - 09:36

O bella ! Ma il M5S non era una banda di comunisti ?

tadda

Mer, 24/12/2014 - 10:26

Uno dei tanti ben noti misteri della sinistra italiana . . . tanto noto che non commento neanche per non ripetere tutto cio' che e' stato gia' detto . SOLO UNA COSA : FACCIAMO SEGUIRE I FATTI ALLE PAROLE . NON METTIAMO PIEDE IN COOP CONAD ECC NEANCHE SE RISCHIAMO DI SALTARE LA CENA . E' L'UNICO VERO MODO DI RIBELLARCI

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 24/12/2014 - 12:23

Appena possono gli fanno le scarpe. Una soluzione la trovano, magari gli spediscono i nas e troveranno un sorcio morto......

mariolino50

Mer, 24/12/2014 - 16:04

Runasimi Ci si stà tornando velocemente ai sistemi dell'ottocento, quando i lavoratori erano più o meno degli schiavi, ma formalmente liberi, certamente di morire, e avanti un altro. Purtroppo nelle cooperative usano gli stessi sistemi padronali dei padroni veri, e a volte anche peggio.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 25/12/2014 - 02:27

# mariolino50 16:04 Le cooperative erano nate nel 1800 per calmierare i prezzi e favorire le fasce deboli della società. Oggi non c'è più alcuna differenza tra i prezzi praticati dai supermercati a proprietà privata e quelli delle cooperative. QUINDI PERCHÉ MAI SI CONTINUA IPOCRITAMENTE A TENERE IN PIEDI LE COOPERATIVE? Per pagare quella megera sboccata che vomita insulti nella trasmissione del viscido Fazio, zerbino onorario del PD?

mariolino50

Ven, 26/12/2014 - 14:55

Runasimi Io non vedo perchè non dovrebbero esistere, può anche darsi che servano ancora per lo stesso motivo. Quella che conosciamo oggi come coop distribuzione è nata al mio paese nel 46, e si chiamava la proletaria appunto, ora non è certamente più così, ha anche un altro nome e si comporta in modo molto diverso, come tutti gli altri direi.