Lusso a picco Bene le bancheLa Borsa

Seduta senza spunti per Piazza Affari che, alla pari delle principali Borse europee, ha chiuso intorno alla parità. Il Ftse Mib ha segnato sul finale un -0,04%, a 13.8614 punti. La lieve frenata dello spread tra i Btp e il Bund ha dato la spinta ai bancari come Unicredit e Intesa Sanpaolo che hanno guadagnato rispettivamente il 2,27 e il 2,16 per cento. Bene anche Bpm (+0,50%). Di poco sopra la parità Mps (+0,22%) e Bper (+0,21%). Tra gli assicurativi, invece, hanno perso quota sia le Premafin (-1,92%) che le Fonsai (-4,89%), mentre il Tar del Lazio ha confermato l'ok dell'Isvap alla fusione con Unipol (-3,18%). Giornata nera per il settore del lusso dopo i conti sotto le stime del colosso londinese Burberry. A farne le spese sono stati sia Salvatore Ferragamo (-6,55%) sia Tod's (-4,75%). Segno meno anche per Luxottica, che ha perso l'1,64% e la matricola Brunello Cucinelli (-1,32%). Chiusura mista per le principali Borse europee: Londra sale dello 0,01%, Francoforte avanza dello 0,24% e Parigi mostra un calo dello 0,57 per cento.