Macchine per stampa e converting, vola l'export italiano

L'industria italiana tira, incremento del 10% nel primo semestre: +21% per il converting, +12% stampa. Grande attenzione per Upakovka-Upak Italia, a Mosca dal 29 gennaio al 1 febbraio 2013 e soprattutto per Grafitalia e Converflex, le mostre di riferimento in Europa organizzate da Centrexpo spa, con un panorama espositivo completo, che avranno luogo in contemporanea dal 7 al 11 maggio 2013 a Fiera Milano Rho

Ancora una volta i mercati internazionali premiano il Made in Italy. In attesa di Grafitalia e Converflex, gli appuntamenti fieristici, di scena a Fiera Milano dal 7 al 11 maggio 2013, dedicati ai settori delle arti grafiche, converting, package printing, labelling e tissue, la notizia positiva per l'industria italiana è che le esportazioni di macchine per il printing ed il converting sono aumentate del 10% nel primo semestre del 2012 (rilevazioni dell’ufficio studi di Acimga – Associazione dei Costruttori Italiani di Macchine per l'Industria Grafica, Cartotecnica, Cartaria, di Trasformazione e Affini – su dati Istat).

In particolare, le macchine per il converting fanno la parte del leone, con un aumento delle esportazioni del 21%. Seguono le macchine da stampa (+12%), quelle per legatoria (+12%) e cartotecnica (oltre l’8%). Unico dato in flessione è quello che riguarda le macchine per la preparazione forme. Analizzando i mercati esteri, l'incremento più significativo si registra nel continente asiatico (+38%), in particolare in Cina che torna a essere il terzo mercato di sbocco della produzione italiana. Segue in termini di vendite l’Europa extra-UE (+32%) con l'eccellente performance della Russia (+60%), un dato che fa da premessa alla prossima edizione di Upakovka-Upak Italia, a Mosca dal 29 gennaio al 1 Febbraio 2013, importante appuntamento fieristico dedicato alle tecnologie del packaging. Gli Stati Uniti si confermano di gran lunga il maggiore acquirente di tecnologia italiana.

Contrariamente a quella estera, la domanda interna è stata stabile nel primo semestre, con un aumento marginale (+0,3%) delle importazioni. Questa stabilità interrompe però il trend in discesa degli anni passati e potrebbe far pensare ad una ripresa degli investimenti in Italia. Tra i paesi fornitori, in particolare di tecnologie più tradizionali, la Germania consolida ulteriormente il proprio primato, incrementando di un quarto le vendite sul mercato italiano. Nonostante il difficile momento congiunturale, l’industria italiana grafica e quella cartotecnica trasformatrice riescono a mantenere posizioni di rilevo nel contesto europeo. In particolare l’industria grafica italiana si conferma il terzo produttore europeo, dopo la Germania e il Regno Unito, eccellendo nella produzione di stampati pubblicitari, libri d’arte, cataloghi e riviste. Secondo posto invece, subito dopo la Germania, per l’industria italiana cartotecnica trasformatrice. I prodotti di punta di questo settore sono il cartone ondulato, gli imballaggi stampati, l’oggettistica da regalo e la carta da parati. La verifica sullo stato di salute dei settori  printing e converting si farà durante la prossima edizione di Grafitalia e Converflex, le mostre di riferimento nel 2013 in Europa per questi comparti. Organizzate da Centrexpo spa, con un panorama espositivo davvero completo, le due mostre  avranno luogo in contemporanea dal 7 al 11 maggio 2013 a Fiera Milano Rho.