Marzo nero per il commercio: le misure di Renzi non bastano

Le promesse del governo non risollevano l'Italia dalla crisi. A marzo le vendite crollano del 6,8%. Su base annua il calo è del 3,5%

L'ottimismo e le promesse di Renzi non bastano. L'economia non riparte e le vendite al dettaglio crollano ancora. Come rileva l'Istat, nel mese di marzo sono infatti calate del 3,5% su base annua. Una batosta che penalizza soprattutto gli alimentari che segnano un crollo del 6,8%. L'istituto di statistica non registrava un risultato tanto negativo dall'inizio delle serie storiche, cioè dal 1995. Il confronto annuo risente, tuttavia, della Pasqua che quest’anno è caduta ad aprile mentre nel 2013 era in calendario a marzo.

L’indice calcolato dall’Istat segna una contrazione su base annua del 3,5%. Particolarmente negative le vendite di prodotti alimentari che segnano la peggiore flessione dal 1995. Le vendite di prodotti non alimentari calano invece dell’1,5%. "Su base mensile, l’indice scende dello 0,2% - si legge nel report dell'Istat - mentre nella media del trimestre gennaio-marzo 2014 registra una riduzione dello 0,3% nei confronti dei tre mesi precedenti". Nel confronto col mese di febbraio, diminuiscono le vendite di prodotti alimentari (-0,4%), mentre restano invariate quelle di prodotti non alimentari.

Con riferimento alla forma distributiva, nel confronto con il mese di marzo 2013 gli analisti dell'Istat registrano cali sia per le vendite della grande distribuzione (-5,1%) sia per quelle delle imprese operanti su piccole superfici (-2,3%). "Nei primi tre mesi del 2014 - spiegano - l’indice grezzo diminuisce dell’1,8% rispetto allo stesso periodo del 2013". Le vendite di prodotti alimentari segnano una flessione del 2,9% e quelle di prodotti non alimentari dell’1,3%.

Commenti

Agostinob

Ven, 23/05/2014 - 10:43

Con tutto il terrorismo mondiale sulla popolazione che diventa obesa, un calo del 7% sugli alimentari dovrebbe render felici tutti! La gente mangia meno e sta in linea. Qualcuno dirà pure che in questo modo avremo più salute e quindi meno spese di medicinali. (lasciatemi scherzare)

Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 23/05/2014 - 10:46

A marzo si iniziano le diete per la prova costume. Se il turismo ha avuto un incremento nello stesso periodo, i dati vanno letti diversamente. Se fosse la conseguenza della Decrescita Felice proposta da Grillo? In fin dei conti i suoi numeri crescono

Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 23/05/2014 - 10:47

A marzo si iniziano le diete per la prova costume. Se il turismo ha avuto un incremento nello stesso periodo, i dati vanno letti diversamente. Se fosse la conseguenza della Decrescita Felice proposta da Grillo? In fin dei conti i suoi numeri crescono

Gianca59

Ven, 23/05/2014 - 10:47

Datemi un lavoro e mi spendo tutto lo stipendio come facevo prima di perderlo.

Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 23/05/2014 - 10:47

A marzo si iniziano le diete per la prova costume. Se il turismo ha avuto un incremento nello stesso periodo, i dati vanno letti diversamente. Se fosse la conseguenza della Decrescita Felice proposta da Grillo? In fin dei conti i suoi numeri crescono

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Ven, 23/05/2014 - 10:52

Ma da una parte c'è chi dice che tutto va bene, dall'altra parte che tutto va male.Un cosa è carta il commercio va male, e non è vero che ci sono l'ordinativi in ripresa e ve ne do la dimostrazione. Noi rappresentiamo alcune case produttrici di prodotti per l'Edilizia, in diversi settori. Una produce Isolanti, una produce Impermeabilizzanti, l'altra Tegole per coperture di tetti. Ebbene sono tutte in crisi, le vendite ristagnano e non si raggiunge i fatturati del 2010/12/14/ siamo in piena recessione, oltre tutto siamo in sofferenza con i pagamenti, per incassare bisogna faticare perchè i nostri clienti a loro volta non incassano, e non vendono.Allora gradirei sapere quale industria sta aumentando le vendite del 3%?Non mi si venga a dire che è il settore alimentare.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 23/05/2014 - 10:59

La verità è che la nazione è sull'orlo del default. Da cui ci separano solo pochi barconi. Prevedibili, all'indomani del 25 maggio, misure fiscali a dir poco sanguinose che porteranno la nostra economia al coma depassé. Con la benedizione della finta opposizione dei cosiddetti moderati. Buona domenica a tutti!

Cinghiale

Ven, 23/05/2014 - 11:02

Con le promesse non si mangia, servono i fatti e sopratutto i soldi. Se i disoccupati aumentano i consumi diminuiscono, anche quelli di alimentari.

Triatec

Ven, 23/05/2014 - 11:06

I consumi, in particolare quelli alimentari, calano in attesa degli 80 euro promessi con i quali è possibile fare la spesa per due settimane.

Nadia Vouch

Ven, 23/05/2014 - 11:11

In realtà stanno aumentando i problemi di salute legati al metabolismo, perché molte persone non possono permettersi una dieta completa ed adeguata. Aumenta quindi l'obesità a causa di un eccesso di carboidrati, che costano meno e saziano, penalizzando consumi di verdura, frutta e proteine da carne e pesce. Inoltre, molte persone sono obbligate ad orientarsi verso prodotti di scarsa qualità in quanto meno costosi.

gneo58

Ven, 23/05/2014 - 11:11

per Menphis35 - proprio cosi'

Ritratto di pinoavellino

pinoavellino

Ven, 23/05/2014 - 11:15

Il problema è sempre quello: senza soldi le famiglie non possono spendere. A stento si riesce ancora a mettere il piatto a tavola. Quindi solo i fessi credono ancora a chi dice di vedere la ripresa e la fine della crisi. La crisi è stata indotta per parare il deretano ai banchieri impoverendo il popolo e con le chiacchiere non se ne esce ! Taglio netto delle tasse, lavoro a chi non lo ha mai avuto ed a chi si ritrova a 50 anni senza, detassandolo anche completamente fino a che non riprendiamo forza. E se per fare questo dobbiamo ristampare moneta ed aumentare il deficit(vedi USA, Giappone, UK) FACCIAMOLO senza più chiacchiere inutili. Vedremo,poi, se falliamo o ridiventiamo una Nazione normale. Ma, per favore, ribadisco: basta chiacchiere e facciamo i fatti! E dimentichiamoci l'Europa che ci ha solo e sempre danneggiato.

gneo58

Ven, 23/05/2014 - 11:17

certo che siamo in stallo, abbiamo vissuto sopra le nostre possibilità per troppo tempo, si facevano debiti perfino per andare in vacanza ! ora non lamentiamoci !

Triatec

Ven, 23/05/2014 - 11:27

pipporm @ Se i consumi calano rispetto allo stesso periodo del 2013, significa che l'anno scorso la prova costume era snobbata. Oggi invece con la decrescita felice la gente tiene alla linea, escludendo, ovviamente, quelli che per troppa decrescita felice si sono suicidati.

Guido_

Ven, 23/05/2014 - 11:34

Chi guarda poi gli altri diagrammi può vedere che la produzione industriale è aumentata e i prezzi al consumo diminuiti, ma queste cose è meglio non raccontarle, soprattutto sotto elezioni.

Il giusto

Ven, 23/05/2014 - 11:41

Eh già...con le promesse non si è mai fatto nulla!Infatti vediamo dove siamo finiti con il "decennio delle promesse"!!!

Guido_

Ven, 23/05/2014 - 11:50

Tipico articolo catastrofista a ridosso delle elezioni, quando però Berlusconi è al governo è sempre tutto brodo di giuggiole. Ci provava Emilio Fede con i suoi servizi sul caro-pane, oggi S.R. ci ripropone la solita manipolazione informativa, infatti chi va sul sito dell'Istat (linkato nell'articolo) può vedere un diagramma che dimostra come questi indici sono molto altalenanti mese per mese ma minimi su base annua. Quest'articolo è quindi il solito inganno a cui i soliti beoti teleguidati crederanno.

gianchi0655

Ven, 23/05/2014 - 12:27

siamo proprio un pese schizofrenico. Prima ci fanno la morale dicendo che il 20 per cento dei cibi finisce nella spazzatura poi, quando le famiglie iniziano ad usare i cibi con razionalità evitando sprechi, allora c'è il piagnisdeo perchè i consumi languono. Signori non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. Uno stile di vita più sano e sobrio comporta sempre una diminuzione dei consumi. Per dirla in soldoni, una che fa la dieta spende meno per i cibi, chiaro ?

gianchi0655

Ven, 23/05/2014 - 12:28

siamo proprio un pese schizofrenico. Prima ci fanno la morale dicendo che il 20 per cento dei cibi finisce nella spazzatura poi, quando le famiglie iniziano ad usare i cibi con razionalità evitando sprechi, allora c'è il piagnisdeo perchè i consumi languono. Signori non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. Uno stile di vita più sano e sobrio comporta sempre una diminuzione dei consumi. Per dirla in soldoni, una che fa la dieta spende meno per i cibi, chiaro ?

Ritratto di dbell56

dbell56

Ven, 23/05/2014 - 12:31

Questi sono gli effetti psicologici che influenzano fortissimamente i comportamenti economici dei protagonisti dell'economia. Tra le imprese, nel sistema bancario e tra privati prevale il pessimismo per cui le prime non investono più perchè nel periodo di crisi che stiamo vivendo i ricavi previsti non riescono a coprire la spesa dell'investimento e a dare gli sperati profitti; le banche hanno troppe sofferenze e preferiscono acquistare titoli di stato con i soldi presi in prestito dalla BCE allo 0,50%, per lucrare sulla differenza di tasso d'interesse, assumendo con tali operazioni un rischio quasi pari allo zero; i lavoratori hanno ridotto e riducono i consumi allo stretto necessario, per la paura di perdere il lavoro, visti appunto i mancati investimenti aziendali per colpa dei quali le stesse aziende non assumono. Anzi, le stesse svista la riduzione del prodotto interno lordo, tendono piuttosto a licenziare. Insomma "mala tempora currunt"!

ghorio

Ven, 23/05/2014 - 12:35

Le statistiche confermano la situazione di crisi, anche se poi federalberghi ci annuncia tutto esaurito nei vari ponti. E' evidente che se la gente non arriva alla terza settimana deve arrangiarsi. D'accordo sull'arrivo degli 80 euro, ma se poi arrivano le tasse che superano l'importo, nulla cambia.

gigetto50

Ven, 23/05/2014 - 12:36

.....a giugno/luglio si dovrebbe vedere effetto 80 €... E se non ci sara', quale ne sara' il motivo? Io azzardo: sara' perché se li sono imboscati, temendo di non vederli piu'.

Ritratto di dbell56

dbell56

Ven, 23/05/2014 - 13:14

ghorio, con la sfiducia che regna sovrana, gli 80,00 euro saranno tesoreggiati dalle persone. Ciò accadrebbe persino se aggiungessi uno zero all'accennato importo! Quando c'è sfiducia, si cade nella deflazione e nella stagnazione! Sarà difficilissimo uscirne. Non servono cure da cavallo. Serve solo razionalizzare la spesa pubblica passandola da quella inutile a quella utile da investimento. Qui occorre che lo stato stimoli gli investimenti assumendone lui x smuovere la languente economia ma senza aumentare la spesa suddetta, adottando forti risparmi sulla spesa improduttiva e dirottarli sugli suddetti investimenti.

Ritratto di laghee100

laghee100

Ven, 23/05/2014 - 13:22

è una mossa del PD. A giugno, con gli 80 €. i consumi aumenteranno del 40% !!!

Ritratto di dbell56

dbell56

Ven, 23/05/2014 - 13:28

....sui suddetti investimenti, volevo scrivere!

bonzino

Ven, 23/05/2014 - 13:39

Le promesse di Renzi? Bloccarmi la pensione, farmi pagare la Tasi e la Tari, tassarmi i pochi interessi su C/C, colpirmi con più accise, più addizionale regionale, più addizionale comunale, meno detrazione a carico del coniuge. Così i consumi non cresceranno mai. Renzi e Alfano avete fallito lasciate la politica.

rickard

Ven, 23/05/2014 - 14:07

L'Italia è finita. Fatevene una ragione. Con Renzi o senza Renzi. Domenica ci sarà un testa a testa tra M5S e PD, Tutti diranno che avranno vinto, Berlusconi compreso, inizieranno a litigare e la barca affonderà più veloce di prima. La Merkel ci imporrà misure fiscali da regime centroafricano e i consumi andranno a zero. Le imprese falliranno ed entro la fine del 2015 saremo ridotti peggio del Bangladesh.

Ritratto di frank.

frank.

Ven, 23/05/2014 - 14:10

Non per difendere il premier, (io voto M5S), ma Renzi è in carica da fine febbraio e questi dati si riferiscono a marzo. Ecco bananas, fatevi due conti (sempre che siate capaci a contare).

lorenzo464

Ven, 23/05/2014 - 14:15

e pensare che fino a pochi anni fa erano pieni i ristoranti...

lamwolf

Ven, 23/05/2014 - 14:46

Ogni giorno sui TG, battiamo un record negativo da sempre. Ma questi politici si sono chiesti da qui a poco che fine faremo? Ah! loro se ne fregano, stipendi faraonici, privilegi e nonostante tutto rubano a più non posso!!! E noi dovremmo andare a votare per mandarli altri a fare la bella vita? Ma aff.... dovete andare.

Cinghiale

Ven, 23/05/2014 - 15:14

@lorenzo464 Ven, 23/05/2014 - 14:15 - Fino a 4 anni fa era anche vero.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 23/05/2014 - 15:28

Il comunista renzi ha fallito, i consumi calano, la borsa crolla, lo spread sale, a breve le agenzie di rating colpiranno - giustamente - duro, il CCC è alle porte (poi c'è soltanto D = Default). Il problema è sempre lo stesso: abbiamo il più grande statista di tutti i tempi che tutto il mondo ci invidia ed un premio Nobel per l'economia che - a differenza di tanti altri Nobel che lucrano ricchi stipendi in banche e università - ama il suo paese a tal punto da spendersi in politica e ci facciamo governare dall'"ebetino di Firenze". I disastri si vedono, si toccano con mano, ma Domenica riporteremo le cose a posto e salveremo l'Italia con SILVIO BERLUSCONI e Renato Brunetta!

Ritratto di Margherita Campanella

Margherita Camp...

Ven, 23/05/2014 - 15:38

Niente paura! C'è Renzi il rottamatore che con 80 euro mensili risolve i problemi della crisi. L'ha detto persino l'economista Picierno, la sora Pina del PD, che con 80 euro si fa una gran spesa che dura due settimane. La Pina della casta ha però omesso di dire che con 80 euro una famiglia può farci spesa in un discount, perché nei negozi con prodotti gourmet dove vanno lei e quelli della casta, ci scappa ben poco. Ah già, noi comuni mortali dobbiamo accontentarci dell'elemosina, mentre loro si fottono banche, assicurazioni, cooperative e spediscono i padri nei consigli di amministrazione delle loro banche. Non vedo l'ora che vengano puniti!

Triatec

Ven, 23/05/2014 - 15:55

frank. @ Allora dobbiamo dedurre che il colpevole è Letta?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 23/05/2014 - 16:04

Ma, cari connazionali in Italia! come volete uscire da questa crisi se da 50 anni non si fá un caxxo per riformare il Paese?, io mi sono comprato da poche giorni un televisore Ultra HD della Samsung é un tablet 10.1 per 3500 Euro per i Mondiali di calcio, sará che il mio vecchio televisore non funzionava piu come doveva, ma per comprare un televisore nuovo tu devi avere prima i soldi, Ma in un Paese dove le riforme non si fanno da 50 anni non si potrá mai migliorare le condizioni di vita se non si fá niente per rinnovare il Paese,e in italia cé il gatto che si morde la Coda, é con i komunistronzi che per 20 anni Hanno bloccato ogni riforma adesso il nostro paese paga questo bloccaggio da parte del PDPCI!ED É INUTILE RIPETERLO CHE IN ITALIA; NON CI SARÁ MAI!NESSUN PROGRESSO CON UNA IDEOLOGIA KOMUNISTA CHE É FALLITA IN OGNI PAESE É CONTINENTE! É CHI RINNEGA QUESTO; DOVREBBE VEDERE CHE DEI 3 PAESI SCONFITTI DALLA II GUERRA MONDIALE GIAPPONE; GERMANIA E L;ITALIA I PIÚ MALANDATI SIAMO NOI! CHE ABBIAMO ADOTTATO IN ITALIA UNA IDEOLOGIA CRIMINALE É ADATTA SOLO A CREARE FAME E MISERIA!.

Duka

Ven, 23/05/2014 - 16:07

Se il Renzi ha pensato di risolvere anche in piccola parte i problemi della nostra economia reale con 80Eu- è un bel......pifferaio

Mario-64

Ven, 23/05/2014 - 17:39

Oddio ,addebitare a Renzi il calo dei consumi di marzo mi sembra un azzardo...

Giande

Ven, 23/05/2014 - 19:05

sig. rame ma.che razza di articolo? renzi e' entrato in carica il 22 febbraio ma non si vergogna a dare le colpe a lui per i consumi di marzo? il giornalismo dovrebbe essere una cosa seria... ma ... e le assicuro che io non sono un renziano..

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Ven, 23/05/2014 - 20:53

I dati sono del mese di marzo. Renzi è in carica da 80 giorni. Come faccia ad essere colpa di Renzi la catastrofe di cui tratta l'articolo è un mistero. Vuoi vedere che è una mistificazione?!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 24/05/2014 - 01:13

Chi si illude ancora che non stiamo vivendo in un regime comunista? Il nostro paese continua inesorabilmente ad affondare ed i trinariciuti strombazzano una inesistente ripresa. ESATTAMENTE COME FACEVANO I DITTATORI COMUNISTI IN URSS PRIMA CHE LA RUSSIA CROLLASSE.

Ritratto di frank60

frank60

Sab, 24/05/2014 - 06:22

Tranquilli!!! I consumi, in particolare quelli alimentari, calano in attesa degli 80 euro promessi con i quali è possibile fare la spesa per due settimane.....

giusemau

Sab, 24/05/2014 - 17:38

come sempre... ad maiora

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 25/05/2014 - 21:11

Esposito come mai critichi l'Italia e gli italiani? sei diventato un crucco come me? Sempre pensate al mangiare lasciate che le bistecche di vitello le mangino i vostri politici, voi mettetevi a dieta starete meglio in salute.Esposito sei diventato ricco in Germania 3500 euro per un televisore e un paid wowww beato te,ajajajajaj mon Dieu.