Maxi taglio fiscale di Macron: deficit francese al 2,8%. Di Maio: "Facciamo come lui"

Il governo francese taglierà 19 miliardi di tasse alle imprese e 6 miliardi alle famiglie. Così il deficit salirà al 2,8%. Di Maio pronto a imitarlo: "Facciamo come lui. Anche l'Italia è un Paese sovrano"

La ricetta di Emmanuel Macron non è poi così diversa da quella che Matteo Salvini vorrebbe adottare per l'Italia. Il presidente francese si appresta infatti a un maxi taglio della pressione fiscale che da una parte allieverà la pressione su imprese e famiglie e dall'altra farà alzare al 2,8% il deficit del Paese. Una mossa guardata con interesse dal governo italiano che nel compilare la manovra economica sente il fiato sul collo dell'Unione europea i cui commissarari vigilano sul rispetto delle regole cominitarie.

​"In Italia come in Francia". In vista della legge di Bilancio, la cui bozza dovrebbe essere licenziata dal Consiglio dei ministri giovedì prossimo, Luigi Di Maio guarda con interesse alla misura messa in cantiere da Macron per tagliare le tasse ai francesi. "La Francia per finanziare la sua manovra eocnomica farà un deficit del 2,8% - scrive il vice premier grillino su Twitter - siamo un Paese sovrano esattamente come la Francia. I soldi ci sono e si possono finalmente spendere a favore dei cittadini". Per l'anno prossimo Macron ha, infatti, previsto un taglio delle tasse pari a 24,8 miliardi di euro. L'obiettivo è, ovviamente, ridare impulso all'economia francese e creare più posti di lavoro. Per finanziare il provvedimento il governo farà salire il debito pubblico del Paese. Secondo le prime previsioni dell'Eliseo, il deficit dovrebbe così aumentare dal 2,6% del Pil di quest'anno al 2,8% del 2019.

Pur tenendo il deficit sotto il 3%, la Francia apre in questo modo una sponda per il governo italiano che in questi giorni sta proprio discutendo sulla portata della prossima legge di Bilancio. Sul tavolo del ministro dell'Economia, Giovanni Tria, ci sono riforme molto importanti: l'abolizione della legge Fornero, la flat tax e il reddito di cittadinanza. Essendo tutte e tre molto costose, i due vicepremier stanno facendo pressioni sul Tesoro affinché allenti la presa sul deficit. "È inutile girarci intorno - commenta il capogruppo del M5s al Senato, Stefano Patuanelli - da Monti in poi le manovre di austerity hanno fatto aumentare il debito pubblico italiano di 300 miliardi di euro, esattamente quello che non voleva l'Europa". Da qui l'idea di usare, appunto, le spese in deficit per "dare una boccata d'ossigeno ai cittadini più in difficoltà" e per "rilanciare gli investimenti".

Commenti

jenab

Lun, 24/09/2018 - 17:15

si ma la francia non ha il nostro debito!!

agosvac

Lun, 24/09/2018 - 17:20

Non c'è ombra di dubbio che se l'UE non si dovesse opporre a quanto fatto in Francia non potrebbe opporsi a quel che vorrebbe fare l'Italia.

schiacciarayban

Lun, 24/09/2018 - 17:25

Certo lui fa deficit per tagliare le tasse drasticamente, quello che vorrebbe Salvini, non certo per regalare soldi come reddito di cittadinanza. Allora il deficit va bene perchè sui tratta di politiche espansive, no di assistenzialismo.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Lun, 24/09/2018 - 17:30

Onefirsttwo dice : La differenza è : Macron sa quello che fa : in Italia , è lo stesso ? STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Ritratto di teseiTeseo

teseiTeseo

Lun, 24/09/2018 - 17:31

Perchè la Francia è la Francia e voi non siete un c...o.

Nick2

Lun, 24/09/2018 - 17:37

Il problema sono gli interessi sul debito! In Italia hanno raggiunto il massimo nel 2012 (ricordate lo spread?) con oltre 84 miliardi. Nel 2017 siamo scesi a 65,5 miliardi. Quest’anno saliremo di 1,5 o 2 miliardi. La Francia, che ha un debito pubblico simile al nostro (minore se rapportato al PIL) paga circa 45 miliardi di interessi l’anno. Questo è il nostro vero problema. E le sparate di Salvini, Di Maio e Casalino non fanno che aggravare la nostra disastrosa situazione. Ogni proclama, ogni slogan, utili solamente ad incrementare i consensi, ci costa un miliardo. Quando la capirete sarà troppo tardi!

Holmert

Lun, 24/09/2018 - 17:44

La Francia stranamente ha un debito pubblico di circa 2500 miliardi di euro a fronte di quello italiano di 2300 miliardi circa. La differenza è che ha un rapporto debito pil intorno a 100%, mentre noi in Italia lo abbiamo intorno a 130%. E' il nostro pil che è una fetecchia. E se non abbiamo pil le entrate per lo stato mancano e si deve fare deficit.Di Maio vuole ancora incrementare il deficit,cioè la spesa maggiore delle entrate, con la dazione di danaro a buffo a tutti fancazzisti e bisognosi. Dovrebbe pensare,il grullino a dare lavoro e non sovvenzioni. Ma vallo a farglielo capire all'ottusangolo.

diesonne

Lun, 24/09/2018 - 17:45

diesonne la francia in lavororeddito no alla spreco sociale,come il reddito di cittadinanza per i vagabondi

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Lun, 24/09/2018 - 17:48

Di Maio lo sa, Salvini lo sa, il popolo lo sa che l'Italia è uno stato sovrano. Il problema restano gli ignoranti di sinistra che ha preferito foraggiare le banche essendo esse i loro nuovi padroni. Attendo i loro strali per sorridere.

Ritratto di teseiTeseo

teseiTeseo

Lun, 24/09/2018 - 17:49

La Francia non ha il nostro debito ma nemmeno una necessità così impellente di dare una spinta all'economia come noi.

schiacciarayban

Lun, 24/09/2018 - 17:53

Innanzitutto, la Francia non ha il nostro debito, in secondo luogo fa deficit per un forte taglio delle tasse, quindi politiche espansive. Se noi facciamo deficit per accontentare tutti,Fornero, Flat Tax e Reddito di Cittadinanza, buttiamo via i soldi. Quindi deficit sì ma per tagliare le tasse, e non del solito zero virgola.

Mr Blonde

Lun, 24/09/2018 - 17:56

macron taglia le tasse, noi (anche a prescindere dal debito / pil non certo uguale) CI INDEBITIAMO PER DARE UN REDDITO AI FANCAZZISTI di tutt'italia? immaginiamo al sud quanti già lavorano in nero...SALVINI stacca la spina prima che sia tardi!

Riccardo Gubert...

Lun, 24/09/2018 - 17:59

Gubo D'accordo che la francia non ha il nostro debito, in effetti per rientrare nei parametri di Mastrit Il Mitterand fece svalutare l'area del FCFA del 100% (1994) facendo pagare il debito alle ex colonie; oggi assistiamo ad un nuovo indebitamento delle ex colonie, ma non potranno si spera, continuare a pagare inviandoci migranti!!

rudyger

Lun, 24/09/2018 - 18:00

E' vero che la Francia ha un debito pubblico inferiore al nostro ma allora dobbiamo rimanere subalterni in eterno ? e poi chi sono questi "mercati" che domani mattina ritirerebbero tutti i loro crediti in Italia ? non lo fanno i paesi arabi, lo potrebbero fare i mercati ? L'Italia non è la Grecia che la Signora Germania l'ha fatta diventare una sua colonia.

ciliegio

Lun, 24/09/2018 - 18:00

Semplifichiamo per i non addetti ai lavori. Per uno stato fare una manovra "in deficit" è come per una famiglia chiedere un prestito a una banca. La famiglia Bianchi (Francia) ha un alto reddito (PIL elevato ed in crescita) e pochi debiti (poco debito pubblico). La famiglia Verdi (Italia) ha basso reddito (PIL la metà della Francia in stagnazione). Qualsiasi banca (cioè i mercati internazionali) concederebbe un prestito alla famiglia Bianchi ed eviterebbe come la peste la famiglia Verdi.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 24/09/2018 - 18:01

Totò avrebbe detto LORO PUÒ!!!!lol lol PS Caro Nick 17e37, gli USA ed il Giappone hanno il DOPPIO del nostro debito, eppure VANNO A GONFIE VELE!!! Smettila di fare il CATASTROFISTA!!! AMEN.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Lun, 24/09/2018 - 18:01

Azzzzz. e ci voleva questo articolo per farci capire in che mani siamo... Loro vogliono sforare come fa la Francia in quanto la nostra economia tira come quella della Francia... Delle volte ho come l'impressione di vivere in un incubo: come è possibile che ci siamo messi nelle mani di questi incapaci? In più di 100 giorni, due DL uno per parte uno più bischero dell'altro. Propaganda pura. Quello detto della vergogna e quello ultimo detto del pareggio... Regolette buone solo per pavoneggiarsi con il proprio elettorato e che non smuovono di una pagliuzza le vere necessità del paese. E vanno a fare i conti in tasca agli altri.

blackbird

Lun, 24/09/2018 - 18:01

E la supertassa sui Paperoni che vine ha fatto?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 24/09/2018 - 18:03

jenab - 17:15 La Francia ha circa 2.200 mld. di euro di debito pubblico (circa il 100% del Pil). Il debito pubblico in rapporto al Pil, più contenuto rispetto all’Italia (132% circa), ma se si somma l’esposizione delle società (circa 160% del Pil), delle banche (90%) e delle famiglie (60%) vien fuori che il sistema Francia viaggia con una leva enorme che va oltre il 400% del Pil, pari a 9mila miliardi di debiti cumulati. L’Italia, sommando tutti gli "attori economici", supera di poco il 350% a fronte del 270% della Germania. (Sole 24h)

flip

Lun, 24/09/2018 - 18:08

pir-la. Lui è macron. noi siamo Italiani. quindi schi-fosi!

accanove

Lun, 24/09/2018 - 18:11

jena@ la questione è relativa, parlano di legge bilancio 2019 non di stato patrimoniale, il nostro debito cresce solo per interessi perchè non vi è un rilancio dell'economia interna ...... Giustamente come hanno fatto notare, da Monti in poi i tagli hanno solo aumentato il debito perchè non è stato speso nulla o quasi nulla per il rilancio, tanto vale provare a spendere per il rilancio e vedere cosa succede.Se la scelta fosse giusta nel bilancio 2020 dovremmo ritrovare il debito totale di qualcosa diminuito sulla quota interessi perchè il deficit 2019 ha generato utili. Se fosse giusta....

Trefebbraio

Lun, 24/09/2018 - 18:16

Non sono uno che si intende tanto di economia ma così su due piedi dire che mi finanzio con un aumento dell'indebitamento non lo trovo un bel viatico ad un sano bilancio aziendale. Se ho un mutuo e chiedo alla banca di finanziarmi la rata mensile in realtà mi sovraccarico di costi e finisco per pagare interessi altissimi. Il taglio dei costi e dei rami secchi è l'unica strada possibile, inutile girarci intorno. Rimandare la destrutturazione della macchina Statale è la sola strada percorribile, piaccia o no, per abbattere i costi e il debito pubblico. Uno Stato efficiente in formato extra slim è certo un sacrificio in termini occupazionali ma è un sacrificio assolutamente indispensabile.

Ritratto di cape code

cape code

Lun, 24/09/2018 - 18:17

Nick2, quando tu invece capirai che il venditore di pentole e governi sinistrati vari hanno barattato la flessibilita' con l'EU con milioni di nxxxi fancazzisti parassiti che ci costano miliardi l'anno senza nemmeno provare a far valere la nostra sovranita' il sole si sara' spento.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Lun, 24/09/2018 - 18:17

Noi non imitiamo nessuno ne tantomeno il francese, mi sembra che questa è da tempo l'idea di Berlusconi Salvini.

schiacciarayban

Lun, 24/09/2018 - 18:18

Se io fossi Di Maio mi chiederei perchè a Macron sì e a Di Maio Salvini no? Evidentemente perchè Macron è affidabile mentre Di Maio viene ritenuto un buffone, quindi i soldi in deficit non si sa dove andranno a finire.

01Claude45

Lun, 24/09/2018 - 18:20

Di Maio, calma. 1) La Francia NON ha il nostro debito. 2) maxi taglio della pressione fiscale che da una parte allieverà la pressione su imprese e famiglie e dall'altra farà alzare al 2,8% il deficit del Paese. 3) Non c'è il finanziamento degli STRANIERI E CLANDESTINI né il finanziamento dei FANCAZZISTI.

Klotz1960

Lun, 24/09/2018 - 18:28

Si continua parlare solo di debito pubblico, come se il debito privato dell'economia non contasse nulla. Aggiungendo il debito privato, per debito complessivo in rapporto al PIL l'Italia e' ben dietro USA, Giappone, GB ed anche la Francia. Tutti crescono in deficit.

Nick2

Lun, 24/09/2018 - 19:52

Klotz1960, quella del debito privato è una storiella che i nostri politici ci raccontano spesso quando sforano con il debito, ma che non regge. Il fatto che le aziende private ed i cittadini italiani abbiano un debito inferiore a quello che hanno aziende e cittadini di altri paesi, non ci fa calare il debito pubblico e nemmeno gli interessi miliardari che lo Stato deve sborsare. Semmai, se il debito privato fosse un po' più elevato, maggiori sarebbero gli investimenti e le spese private, che contribuirebbero ad aumentare il PIL e, di conseguenza, a diminuire il rapporto fra debito e PIL.

Ritratto di teseiTeseo

teseiTeseo

Lun, 24/09/2018 - 20:02

Dipende anche per cosa fai, se lo fai per rilanciarti è un investimento se lo fai per mancetta elettorale sono buttati. La questione Italia è se FlatTax e sussidio produrranno effetti di rilancio ovvero diminuzione disoccupazione, aumento consumi interni e investimenti per le imprese... C'è chi tifa per il rilancio e chi gufa per lo spreco.. Vedremo.

Mefisto

Lun, 24/09/2018 - 20:56

Non entro nel merito dell'1,6% o 2% o 2,8%, mi sta solo sul caxxo che alla Francia la UE non dice niente, e a noi vengono a romperceli un giorno sì e l'altro pure.

19gig50

Lun, 24/09/2018 - 21:22

Perchè lui si e noi no? Forze perchè lui c'ha la vecchia? Guardate che anche noi ne abbiamo di ciabatte.

kobler

Lun, 24/09/2018 - 21:30

Non possiamo fare come Macron perché in primo piano abbiamo una nostra dignità e rispetto però potremmo "sfondare" un tetto che potremmo adottare e comunque che non utilizzi i massimnali detti... Macron fa vedere che se ne sbatte ma sappiamo che cadrà inesorabilmente perché già in troppi non lo digeriscono. Chi pagherà quando lui dovrà dimettersi? Non credo i francesi saranno contenti.........

signornessuno

Lun, 24/09/2018 - 21:32

la differenza tra francia è italia è nel debito pubblico...la Ue e soprattutto i mercati non reagiscono ad una manovra in deficit fatta in francia solo per questo motivo...e -dal momento che questo è il motivo- questa è anche la cura...e cioè l'italia deve abbattere il suo debito pubblico...poi dopo-soltanto dopo- potrà fare tutte le manovre in deficit che vuole ..e nessuno avrà da ridire....ma L'ABBATTIMENTO DEL DEBITO PUBBLICO può farlo SOLTANTO un governo di tutti perchè è una manovra ciclopica...posssible ,ma ciclopica e non realizzabile da un governo di parte...ma solo da un governo di tutti... lo scrivo da anni...sono contanto che la realtà si imponga....perchè non spingiamo tutti-leghisti,pdioti,grillini.berluscones- in questa direzione???????PERCHE'?

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 24/09/2018 - 23:03

Caro nessuno 21e32, che vuoi sapere perche. Perche ACCA NISSCUNO E FESSO, come direbbero a Napoli e quindi TUTTI sanno solo "tirare" l'acqua al suo mulino e NON al MULINO COMUNE!!! Buenas noches dal Nicaragua.

Popi46

Mar, 25/09/2018 - 06:37

Aumentare il deficit è pappa, aumentare il debito pubblico è pan bagnato.... Scegliete voi il menù più appetitoso

timoty martin

Mar, 25/09/2018 - 08:44

Macron, peggiore dei presidenti UE

flip

Mar, 25/09/2018 - 16:14

guappo! hai mai fatto il conto di quanto ci costa all'anno il" reddito di cittadinanza" solo per la Campania? chi tira fuori i miliardi?

Marguerite

Mer, 26/09/2018 - 09:11

La legge di Bilancio francese prevede tagli delle tasse per famiglie e imprese, ma per finanziare la riforma fiscale prevede anche tagli alle spese. Come quella per le pensioni e per gli stipendi del pubblico impiego. Sacrifici assenti nella trattativa sulla legge di Bilancio tra Tria e il resto del governo.... IL DEFICIT PIL FRANCIA 90%....ITALIA 135% Con 7 milioni di abitanti in meno !!!!