Mediaset in forte rialzo

In una giornata in cui gli avvenimenti politici erano al centro dell’interesse degli ambienti economici, Piazza Affari ha fatto meglio delle altre Borse europee, con gli indici ufficiali in crescita di oltre l’1%. Il tutto sostenuto da un volume di scambi in netta ripresa rispetto alle medie della scorsa settimana, per un dichiarato controvalore di 4,5 miliardi di euro. Di rilievo il ritorno di interesse per il comparto bancario, con Montepaschi, Unicredit e S.Paolo Imi che hanno realizzato progressi superiori all’1%. Tra le popolari di nuovo in corsa Bpu (più 1,3%), mentre negativa Pop. Italiana, che arretra dello 0,7%. Negli assicurativi tonfo di Toro (meno 4%) all’annuncio del collocamento di un bond convertibile sul 10% del capitale sociale. In avvio di settimana è cambiata la tendenza per Fiat, che recupera l’1,8%, mentre il nuovo rialzo del greggio ha premiato i petroliferi, con Saipem in rialzo di oltre il 3%, e tra le utilities Aem è in rialzo dell’1,7%. Prezzi in altalena per Mediaset, che alla fine si è rafforzata di oltre il 2% rispetto a venerdì. Sprint di Autogrill (più 4,5%) per la cessione agli inglesi di una società controllata. Balzo di Juventus del 9,5%, di nuovo in rosso Alitalia (meno 1,2%).