Mediaset spinge i ricavi e «vede» l'anno in utile

Migliorano i conti di Mediaset nei primi 9 mesi del 2015. La società ha infatti chiuso il periodo con una perdita netta in discesa a 35,8 milioni di euro, a fronte del rosso di 46,8 milioni dello stesso periodo del 2014. Bene i ricavi, pari a 2,4 miliardi di euro e in crescita rispetto ai 2,3 miliardi dei primi nove mesi del 2014.Sia in Italia sia in Spagna il fatturato è cresciuto. Nel nostro Paese ha toccato gli 1,74 miliardi rispetto agli 1,73 miliardi dello stesso periodo dell'anno precedente. In Spagna, nello stesso periodo, ha raggiunto quota 674,7 milioni rispetto ai 658,2 milioni del 2014. Tendenzialmente stabili (+0,2%) i ricavi pubblicitari lordi in Italia, che raggiungono gli 1,3 miliardi. In calo il debito, passato dagli 861,3 milioni del dicembre 2014 agli 802,3 milioni dello stesso periododel 2015. Un capitolo a parte merita Mediaset Premium, la tv on demand e a pagamento della società, che ha visto nei nove mesi crescere il fatturato con i ricavi arrivati a quota 406,1 milioni contro i 402,5 milioni (+0,89%) dello stesso periodo dell'anno scorso. Dopo l'investimento di circa 630 milioni in tre anni per i diritti della Champions League, a fine settembre la pay tv del Biscione registrava ufficialmente 1 milione 815mila abbonati. «In ottobre - ha detto Marco Giordani, direttore finanziario del gruppo guidato da Pier Silvio Berlusconi, in conference call - sono aumentati quasi a 1,9 milioni, confermando l'obiettivo di 200mila nuovi sottoscrittori per fine anno». Quanto alle prospettive non c'è stato nessun commento, ma solo una conferma. Mediaset Premium infatti intende ottenere un aumento di 45 milioni dei ricavi nel primo trimestre del 2016 per effetto dei diritti della Champions League. Un ulteriore incremento «a una cifra» nel prossimo trimestre è atteso anche dalla raccolta pubblicitaria in Italia. Lo ha detto il vice general manager di Publitalia, Matteo Cardani, che ha definito «buono» l'andamento di ottobre con un incremento «superiore al 2%». Le previsioni per il quarto trimestre indicano che la raccolta per Mediaset «potrebbe far meglio del mercato italiano di almeno un punto percentuale».La società per il futuro è comunque ottimista prevedendo di chiudere l'esercizio in utile: «Gli andamenti delle principali voci di ricavo lasciano presupporre un trend favorevole anche per gli ultimi due mesi dell'anno. Il gruppo dunque dovrebbe conseguire al termine dell'esercizio un risultato netto consolidato positivo».E per la controllata Ei Towers, che lo scorso anno aveva tentato un accordo con RaiWay per fondere in una unica struttura le torri di trasmissioni televisive presenti sul territorio italiano, ci potrebbe essere una crescita nel settore tlc. La società potrebbe infatti partecipare ad una eventuale vendita di una tranche di Inwit, la società delle torri di Telecom Italia.

Commenti

Atlantico

Mer, 11/11/2015 - 14:08

L'acquisizione dei diritti televisivi relativi alle partite di CL ( costata seicentotrenta milioni ) ha portato ad un incremento di ricavi di nemmeno quattro milioni. E' un bagno di sangue di proporzioni ciclopiche, impossibile che qualcuno non renda conto.