Mediaset torna a fare utili: pubblicità meglio del mercato

I profitti salgono a 35 milioni. Raccolta più 0,8% contro il - 4% del settore. Con Vivendi ancora niente accordo

Mediaset non ha ricevuto nessuna proposta da Vivendi per trovare un'intesa sul futuro di Premium. «Controllo la mia casella postale sperando di trovarci qualcosa ha detto il direttore finanziario di Mediaset Marco Giordani - ma non c'è mai nulla. Non so chi diffonde voci di un accordo tra noi e i francesi». La società comunque va avanti e ha chiuso i primi nove mesi dell'anno con una crescita dello 0,8% della raccolta pubblicitaria, meglio del mercato stimato in calo tra il 4 e il 3,5%. «Ottobre è stato duro per noi e per i competitor - ha detto Matteo Cardani, general manager marketing di Publitalia - ma ci sono segnali positivi per novembre e dicembre. E dunque per l'intero anno la previsione è di una crescita dello 0,5%».

Quanto ai conti, è tornato utile: 35,9 milioni di euro, contro una perdita di 118 milioni accusata nello stesso periodo dello scorso anno. I ricavi sono ammontati a 2,532 miliardi, in linea con i 2,563 miliardi dello stesso periodo 2016.

Il risultato operativo è stato di 194,7 milioni, contro i 29,5 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. Il margine operativo lordo è passato da 892,9 ai 957,9 milioni dei primi 9 mesi del 2017. L'indebitamento finanziario netto è passato da 1,162 miliardi segnati al 31 dicembre scorso, agli 1,395 miliardi del 30 settembre 2017. Il peggioramento è dovuto a investimenti per complessivi 75,3 milioni, ai quali si aggiungono esborsi di cassa delle controllate Mediaset España e EI Towers relativi a piani di riacquisto azioni proprie (139,5 milioni) e distribuzione dividendi (175,6 milioni). Mentre la generazione di cassa in Italia e Spagna è in deciso miglioramento, 151,0 milioni, rispetto a quella dei primi nove mesi 2016 pari a 69,3 milioni.

Quanto agli ascolti nei primi nove mesi, le reti Mediaset confermano una netta leadership sul target commerciale sia in Italia sia in Spagna. In Italia, Mediaset è leader sul pubblico 15-64 anni con il 32,9% di share nelle 24 ore e con Canale 5 rete italiana più vista in tutte le principali fasce orarie. Mediaset España mantiene la leadership assoluta nelle 24 ore con il 29,1% di share. Telecinco si conferma rete spagnola più vista. Il cda ha anche approvato il progetto di fusione per incorporazione di Videotime, società controllata al 99,2% per semplificare la struttura societaria del gruppo.

E su un eventuale contributo di Mediaset alla joint venture tra Telecom e Canal Plus Giordani glissa ancora: «Non abbiamo notizie, sappiamo solo quello che è stato scritto. Ma se Telecom vuole davvero investire in contenuti, dato che noi siamo grandi produttori, pensiamo si possa trovare un accordo commerciale e fare qualcosa insieme».

Commenti

PAOLINA2

Gio, 09/11/2017 - 18:11

Infatti va tanto bene che continua inesorabile la discesa in borsa del titolo, se non ricordo bene e' riuscita a perdere l'88% dai massimi, titolo spazzatura.