Mediobanca gela il sangue ai big stranieri


Il report alla dinamite sull'economia italiana firmati da Antonio Guglielmi, capo degli analisti di Mediobanca Securities basato a Londra, getta scompiglio tra le grandi banche straniere che operano nel nostro Paese. Le case di analisi, si sa, sono per definizione «indipendenti», ma Mediobanca resta la banca d'affari simbolo della Penisola e il tempio di Piazza Affari. Ebbene, secondo Gugliemi, l'Italia rischia il fallimento e da qui a sei mesi il governo Letta potrebbe chiedere all'Europa di salvare la situazione. Una bomba, subito rimbalzata anche sul britannico Daily Telegraph. Alimentando la già fitta pioggia di telefonate tra gli uffici della casamadre e quelle degli avamposti italiani di alcune banche e finanziarie, per capire se la situazione stia per precipitare.

Commenti

cgf

Mer, 26/06/2013 - 08:59

Dopo la sentenza del complotto di 32 testimoni per privilegiare il teorema senza prove del PM in un processo dove non esiste parte lesa, non serve Tony Gates per prevedre come andrà l'Italia. Gli investitori scappano a gambe levate.