Mediolanum e Serra alleati in un fondo

L'ad Massimo Doris: «Scelta tecnica, non c'entra la visibilità». Lanciati i nuovi prodotti flessibili

PesaroSi è chiusa con il botto la convention annuale di Mediolanum che ha riunito a Pesaro oltre 4.500 family banker del gruppo. Dopo il lancio del nuovo logo, che ha mandato in soffitta il Biscione, il gruppo della famiglia Doris ha annunciato l'avvio di una collaborazione con Algebris, la casa di investimento fondata nel 2006 dal «leopoldino» Davide Serra e affiliata a Tci (The Children Investment fund). Non solo, tra gli ospiti della convention c'era Oscar Farinetti, il papà di Eataly e altro «sponsor» del premier Matteo Renzi.

«Si tratta di una scelta tecnica e non di certo legata alla visibilità di Serra» ha subito precisato l'ad di Banca Mediolanum, Massimo Doris. Ad Algebris è stato infatti assegnato il mandato di gestione per il «Financial Income Strategy», uno dei tre nuovi comparti annunciati nel corso della convention che andranno ad arricchire l'offerta dei Mediolanum Best Brands, la cui natura è proprio il pane della casa di Serra (specializzata in investimenti in titoli prettamente finanziari). Serra, dal suo canto, ha parlato di una partnership «strategica» visto che l'alleanza con Mediolanum consente ad Algebris di ampliare il business della distribuzione.

Tutti contenti, quindi, per l'accordo che ha destato interesse e curiosità da parte della comunità finanziaria. Lo stesso fondatore Ennio Doris ha peraltro ripetuto più volte durante la due giorni marchigiana come i tempi stiano cambiando. In particolare, il Financial Income Strategy è un comparto multimanager che investe in azioni e obbligazioni emessi dai principali gruppi finanziari internazionali. La quota del fondo destinata all'azionario sarà intorno al 30% (con un occhio particolare ai titoli che staccano laute cedole), quella destinata ai titoli obbligazionari (con particolare attenzione per la componente ibrida) toccherà invece il 70%. È stato inoltre annunciato il debutto della «Socially Responsible Collection» (comparto di fondi multibrand che valorizza la sostenibilità sociale e ambientale) e di «Equilibrium» (comparto multimanager per cui la parola d'ordine è la flessibilità e che prevede mandati di gestione a Axa Im e a Principal Global Investors). Per quanto riguarda infine la «New Opportunities Collection» (comparto di fondi multibrand specializzati nella ricerca di opportunità di crescita nel lungo periodo) è stato previsto un ampliamento nei settori di salute, tecnologia e consumer trend e rafforzamento nella selezione di fund manager emergenti. Tutti prodotti flessibili e accomunati dall'idea, cruciale nello scenario economico attuale, di «traghettare la clientela verso un investimento più evoluto», come ha spiegato anche Vittorio Gaudio, ad di Mediolanum gestione Fondi.