«Milleproroghe» Poste potranno comprare quote nel credito

Poste italiane potrà acquistare partecipazioni, anche di controllo, nel capitale delle banche. Lo prevede un emendamento al «Milleproroghe» approvato in commissione al Senato. La norma, che stabilisce anche lo scorporo di Bancoposta da Poste italiane, dovrebbe interessare la futura Banca del Mezzogiorno. Inoltre, le Regioni colpite da calamità naturali e in stato di emergenza, potranno decidere aumenti dei tributi, delle addizionali regionali, ma anche dell’imposta regionale sulla benzina per far fronte alle necessità. La commissione ha approvato anche l’emendamento che sposta di 6 mesi il pagamento delle multe sulle quote latte. La sede di Consob, infine, non sarà spostata a Milano.