Miracolo: sconti carburanteMa perché soltanto adesso?

Per anni ci hanno detto che era impossibile tagliare i prezzi per colpa della rete, delle accise e del barile. Ma dopo l’offerta di Eni, è gara ai ribassi tra le compagnie

Ci aveva provato Prodi con Mister Prezzi. Tremonti si è trasformato in Robin Ho­od (delle tasse) pur di riuscirci. E Passera pochi giorni fa ha tentato con la moral suasion : «E dai petro­lieri, abbassate i prezzi». Per non parlare delle ricette sulla steriliz­zazione dell'Iva, mai uscite dal ter­reno della chiacchiera libera. E le maledizioni scagliate contro le ac­cise? Condannate da tutti, ma mi­steriosamente in perenne aumen­to. Come dimenticare infine le in­vettive contro la rete delle stazioni di rifornimento troppo farragino­sa ( salvo poi opporsi a vendere car­buranti nei supermercati)? «L'Ita­lia presenta una rete distributiva diversa e più costosa», aveva tuo­nato il presidente dell'Unione pe­trolifera Pasquale De Vita duran­te un’audizione parlamentare di due anni fa. Messaggio sottotitola­bile così: il prezzo non può calare e non per colpa dei petrolieri. Per anni appelli, strategie, anali­si, implorazioni, riti vudù davanti alla pompa di benzina: tutto è ca­duto nel vuoto di fronte all’imper­scrutabile certezza che il prezzo del carburante è troppo legato a fattori imponderabili e incontrol­labili perché si possano fare scon­ti sostanziosi. Ecco, questa storia di impotenza collettiva che ci ac­compagna da decenni è stata can­cellata in sole 24 ore da una forza possente ma che in Italia è da sem­pre tenuta al laccio, non sia mai che possa far danni: il mercato. È bastato che Eni, il nostro campio­ne nazionale degli idrocarburi, lanciasse un’offerta valida per i prossimi weekend estivi: «sconto­ne » di 20 centesimi nelle proprie pompe, portando la benzina a 1,6 euro e il diesel a 1,5 per chi fa il pie­no nelle stazioni «iperself».

La crisi che ci schiaccia sta fa­cendo calare pure il consumo di benzina e seguendo la legge della domanda e dell'offerta un impren­ditore decide di lanciare una pro­mozione. Che c'è di strano? E inve­ce la notizia finisce in prima pagi­na: mai s'è visto un ribasso così consistente non legato a un crollo del prezzo del barile.

E tra i petrolieri c'è pure chi pro­testa: per Assopetroli l’iniziativa di Eni è concorrenza sleale. L'asso­ciazione delle società petrolifere italiane chiede all'Antitrust di veri­ficare se non si tratti di un'opera­zione di «dumping», cioè vendita sottocosto fatta per sottrarre clien­ti illecitamente. Peccato che po­che ore dopo Q8 annunci che pra­ticherà uno sconto simile ed Esso rilanci addirittura: se loro fanno 20, noi facciamo 21 centesimi.

Una guerra dei prezzi così gli au­tomobilisti italiani la sognano dai tempi della Topolino. Cari petro­lieri, ora cosa avete da ridire? Ma non era impossibile tagliare i prez­zi?

Non eravate prigionieri dei cat­tivi benzinai, della ragnatela dei future , degli avidi sceicchi, delle tasse vampiresche? Da oggi sarà davvero difficile riproporre il man­tra delle scuse. L'Antitrust, già che è stata tirata in ballo dai petrolieri, potrebbe chiedersi come mai que­sta gara al ribasso­non si sia mai in­nescata prima d'ora e magari capi­re se aveva qualche ragione chi, guardando i cartellini dei prezzi della benzina vedeva dei cartelli tra compagnie. Una bella svolta, e per di più senza ricette stataliste, anzi. Dobbiamo dire grazie solo a un vecchio caro motto che da oggi sarà tatuato sui cruscotti degli ita­liani, vicino a «non correre papà»: è il mercato, bellezza. 

Commenti

puntocomando

Dom, 17/06/2012 - 09:11

perchè sono nella ****a,stanno calando i profitti,ma alla fine è solamente fuffa.

Gielle

Dom, 17/06/2012 - 09:11

Perche',perche',perche', in quemento non c'è motivo di chiedersi nulla,ringraziamo che il prezzo del carburante scenda senza chiederci e farci tan

vince50_19

Dom, 17/06/2012 - 09:07

Dura minga? Non dura, non può durare..

Loreno Bardelli

Dom, 17/06/2012 - 09:22

Ma quando mai ASSOPETROLI è stata oggetto di indagini serie da parte della magistratura .... troppo dedicata ad inquisire , magari pretestuosamente , i soliti noti ? Le varie associazioni di consumatori da decenni denunciano cartelli ed abusi da parte dei petrolieri , ma le loro iniziative non hanno mai avuto successo per le ragioni che ben sappiamo !

COSIMODEBARI

Dom, 17/06/2012 - 09:31

Il cane a 6 zampe, è stato e sarà sempre per le casse statali una mucca a 6 *****. Se non fosse così, mollerebbe il guinzaglio, ovvero lo darebbe in mano al privato. Fatto questo ribasso, a cui altre compagnie si stanno adeguando, bisogna fare un altro passo, il ribasso non a partire dalle ore 13, bensì dalle ore 6. Poi verificare in modo capillare, ovvero con guardia di finanza a misurare, il "fino ad esaurimento scorte". Perchè noi siamo italiani in Italia, dove le scorte possono esaurirsi anche dopo 2/3 ore, o al meglio dopo 10/12 ore.

Franco-a-Trier

Dom, 17/06/2012 - 09:32

sarebbe ora che gli italiani si facessero furbi, ma non le hanno abbassate per colpa della furbizia degli italiani,perche presto riaumenteranno.

Leonardo Marche

Dom, 17/06/2012 - 10:08

Ma non è che Monti aveva ragione? Non è che la manovra di liberalizzazione, in particolare per gli indipendenti, ha creato una situazione di concorrenza verso l'operatore dominante (AGIP) da spingerlo ad abbassare i prezzi per non perdere troppe quote di mercato e questo sta portando ad una guerra dei prezzi con beneficio per tutti i consumatori? Va bene essere critici con Monti e non appiattirsi come fa la stampa di regime, ma concediamogli anche i meriti quando le cose che ha fatto producono risultati!!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 17/06/2012 - 10:10

Vuol dire che questo governo funziona e il precedente no

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 17/06/2012 - 10:12

L'uovo di Colombo: basta togliere gadget, punti fedeltà e cazz... varie ed il gioco è fatto!

rinaldo

Dom, 17/06/2012 - 10:24

Avete visto a furia di consumi in calo si sono decisi finalmente a ribassare i prezzi. Teniamoli d'occhio e continuamo la battaglia dei consumi occulati. VEDRETE CHE I RIBASSI CONTINUERANNO.

Ritratto di marcello.sanna

marcello.sanna

Dom, 17/06/2012 - 10:37

La manovretta dell'ENI mi fa piacere ma resta quella che è: una manovretta.Come quella della FIAT. Per tentare di aiutare la ripresa dei consumi che QUESTO GOVERNO ha ridotto sino a superare quelli della crisi del 1929. Un GOVERNO ABUSIVO che in 7 mesi ha distrutto: A) Il comparto edilizio B) Il comparto nautico C) Il comparto manifatturiero Neanche i cialtroni rossi, che per anni hanno bloccato il precedente governo con siluri giudiziari e violenze di piazza, si esimono dal criticare i golpisti che stanno uccidendo gli Italiani.

Angelo48

Dom, 17/06/2012 - 10:46

#7 luigipiso : la necessità di parlare, di scrivere, l’imbarazzo di non aver granche’ da dire e la brama di mettersi in mostra, sono le 4 cose capaci di rendere ridicolo persino anche l’uomo più.........intelligente!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Mercutio

Dom, 17/06/2012 - 10:53

Basta leggere i commenti dei soliti irriducibili anti berlusconiani per capire che non appena i consumi riprenderanno i prezzi torneranno a salire. Finché ci saranno così tanti allocchi pronti a credere che tutti i peccati del mondo sono ascrivibili a Berlusconi, o all'avversario dei sinistri di turno, le cose non potranno mai cambiare.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 17/06/2012 - 10:58

CHIARO il xche la macchina ti serve x il lavoro e non puoi lasciarla a casa …….. mentre x farti un giro visto i prezzi ci vai a piedi .chiaro no !!!! il biscotto della domenica

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 17/06/2012 - 11:00

comunque funziona oggi A 14 verso il mare stra piena lo sconto funziona a meraviglia ....

marinaio

Dom, 17/06/2012 - 11:15

per # 7LUIGIPISO: Lei di questo articolo in pratica non c'ha capito una mazza!!!

Ritratto di ilmax

ilmax

Dom, 17/06/2012 - 11:20

già mi vedo tutti che partono con la macchina e poi pronti ad alzare i prezzi per l'esodo del ritorno! non mi stupirei

angel42

Dom, 17/06/2012 - 11:21

l'unica cosa da fare è comprare poca benzina , anzi risparmiare al massimo andando in pulman . vedrete che abbasserano. e cosi anche le macchine scenderanno di prezzo.

neta942

Dom, 17/06/2012 - 11:30

volete risparmiare ? rifornitevi presso un distributore "no logo" nel gallaratese ne esistono parecchi. Il gasolio prima della offferta Eni Agip era a 1,611 Euro al litro e servito. un bel 10 centesimi in meno rispetto a impianti di marca

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Dom, 17/06/2012 - 11:30

Se gli Italiani fossero meno conigli e più avveduti, avrebbero dovuto adottare la politica del boicottaggio alla speculazione su TUTTI i beni di largo consumo: pasta, pane, verdure, ecc. ecc. Avrebbero dovuto fare ciò che, pochi fra tanti, abbiamo fatto: s****are i venditori lasciando loro la merce sprezzantemente sugli scaffali... Lascxiando anche sugli "scaffali" il consenso a tutte quelle forze politiche che, da destra a sinistra, hanno calato le brache di fronte alle intimidazioni oppure hanno fatto finta di non vecedere la scandalosa politica speculativa in atto, sia per incapacità propria sia per malafede sia, infine, per l'avverso boicottaggio alle riforme ed ai provvedimenti, da sempre adottato contro il paese da parte dei boiardi di palazzo. Ma, a differenza di quanto auspica il giornalista, l'Antitrust E' GIA' COLPEVOLE D'OMISSIONE, ben dimostrando d'essere uno dei tanti inutili carrozzoni magiasoldi dei contribuenti.

Mario-64

Dom, 17/06/2012 - 11:50

Faccio presente che in provincia di Reggio Emilia (localita' Ghiardo) c'e' un privato che con le sue autobotti va' a prendere la benzina e il gasolio direttamente dalle raffinerie e questi prezzi (verde 1,6) si permette di farli ogni santo giorno dell'anno !! Probabilmente in giro per l'Italia ce ne sono diversi ,comunque immaginate i guadagni delle compagnie petrolifere che regolarmente vendono 10-15 centesimi in piu' al litro...

aironeazzurro

Dom, 17/06/2012 - 11:51

L'Assopetroli denuncia l'Eni per concorrenza sleale! E' la controprova che esiste un cartello tra i petrolieri. A mio modesto avviso l'Agenzia garante per il commercio e la concorrenza deve intervenire senza aspettare che qualche associazione dei consumatori denunci l'assopetroli per chiedere un risarcimento.

agostino.vaccara

Dom, 17/06/2012 - 12:01

#8,luigipiso. Egregio lettore, ma si rende conto dell'imbecillità che ha scritto? Con questo provvedimento il Governo non ha proprio niente a che vedere, è stata un'iniziativa dell'Eni subito copiata dalle altre compagnie petrolifere. Ho sempre pensato che voi sinistroidi non riuscite a pensare con la vostra testa, per voi pensa il bersani di turno!, ora ne sono sicuro.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Dom, 17/06/2012 - 12:06

vero c'è la diminuzione del prezzo ENI quello ex agip che aveva sempre il prezzo più alto . lo stato aveva le pompe e metteva il prezzo anche 50 centesimi in più . eni abbassa ? a spese dei distributoristi , la società non ci rimette , scherziamo , il distributorista che guadagna 2 centesimi a litro venduto lui paga sempre la stessa cifra , poi vende al prezzo stabilito dalla società . e così pagherà le tasse come se avesse incassato sempre 2 centesimi a litro . diminuire le accise ? nooooooooo?! emerito ignorante di MONTI LO SA CHE LE ACCISE DEGLI ALTRI PAESI SONO MENO DELLA METà DELLE NOSTRE ? lo sa che la benzina in Olanda costa anche 50 centesimi in meno ? forse non si ricorda che un altro emerito imbecille ci ha venduto all'euro gruppo , cambiando la nostra lira al doppio ? forse non lo sa , la smetta di parlare di crisi , lavori lei e il suo governo di calzette

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Dom, 17/06/2012 - 12:12

azzardo una risposta sul perche' solo adesso calano le accise: forse perche' non e' piu premier berlusconi?

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Dom, 17/06/2012 - 12:17

Ma ormai sappiamo tutti da decenni che questi con la complicità di infiniti nostri POLITICI hanno lucrato per non dire RUBATO al Popolo Italiano. Dovrebbero essere tutti perseguiti dalla Legge non solo Fiscale ma anche penale. Come le famigerate ASSICURTAZIONI , la G. di F. non potrà MAI controllarle a fondo.

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Dom, 17/06/2012 - 12:15

dal primo maggio ho deciso di tenere la macchina ferma ,compreso il blocco dell'assicurazione, e girare in vespa . dopo gli ultimi rincari (venti maggio circa) ho deciso di fermare anche la vespa e andare in bicicletta non solo per i miei giri ma anche a lavoro.........ci guadagni in salute e anche in soldoni e le compagnie e lo stato da me fino a settembre non vedranno un euro........meditate gente

leo_polemico

Dom, 17/06/2012 - 12:16

Dalla distillazione del petrolio si ottengono molti prodotti, uno dei quali è la benzina. Se si consuma meno benzina, per i restanti forse i consumi non sono cambiati per cui si ha una sovraproduzione di carburante che, se non è usato e resta invenduto, riempie solo i depositi. Forse ecco spiegato uno dei motivi di questo improvviso sconto che poi, a ben vedere è fatto solo nell'interesse di chi qualcuno, e non da una voglia di venire incontro ai consumatori.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 17/06/2012 - 12:19

#angelo48.Aspettarsi, intelligenza da luigipiso oppure dai Sinistrosi e come voler prosciugare L,oceano Atlantico con un colapasta rotto o spremere una Pietra per cavarci del Succo!, ma secondo Lei se i Sinistrosi sarebbero Intelligenti L,italia sarebbe a questo punto???. cordialitá.

gia161170

Dom, 17/06/2012 - 12:23

Si chiama libero mercato, acqua calda. Da noi le avete chiamate liberalizzazioni...a patto che siano solo degli altri..solito autolesionismo e protezionismo italiano.

mandinospadicchio

Dom, 17/06/2012 - 12:43

sappiamo che il prezzo del petrolio degli scambi borsistici non e' esattamente quello che l'acquirente paga agli sceicchi. sappiamo che una petroliera di petrolio nel corso del suo viaggio viene acquistata e venduta numerose volte. nessuno ci dice pero' che magari dietro queste compravendite ci siano le stesse compagnie petrolifere che, con operazioni off shore e societa' varie sparse per il mondo, acquistino e rivendano a loro stessi il petrolio al solo scopo di farne lievitare il prezzo e quindi decuplicare i propri guadagni .Pazzia??

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 17/06/2012 - 12:57

#12 Angelo48 Mi adeguo alla platea berlusconiana. Noi comunisti siamo camaleontici. Scrivo come loro e penso come loro tentando di integrarmi e capirli a fondo., anche se un fondo non c'è. A dir la verità non so cosa ci sia, ma un tentativo lo faccio lo stesso.

COSIMODEBARI

Dom, 17/06/2012 - 12:52

Vengo da un giro in bici ed ho notato che il distributore Esso, in pieno centro, pratica questi prezzi self, benzina 1,63 e diesel 1,507.

ntn59

Dom, 17/06/2012 - 12:58

Perchè solo adesso? Perchè l'amico dei petrolieri e dei banchieri, il signor Monti, rischia di andare a casa per l'esasperazione degli italiani tartassati e presi in giro. Così i suoi amici petrolieri gli vogliono dare una mano concedendoci uno sconto sulla benzina. Appena Monti si sentirà più sicuro sulla sua poltrona, i petrolieri ci faranno pagare questo e altro, ne siamo sicuri. Perchè se gli sconti li possono fare adesso, li potevano fare pure prima perchè guadagnano miliardi a camionate, soprattutto ora che il loro amico è al governo.

stilk

Dom, 17/06/2012 - 13:01

Tanti si scandalizzano per i 20/21 cent di sconto fatti da alcune compagnie ma come mai nessuno dice niente della proposta di Fiat: Fino al 31-12-2015 benzina e diesel a 1€ acquistando un'auto nuova fino al 31-07-2012 Mi sembra ben oltre il dumping.

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 17/06/2012 - 13:31

Quando Ho Visto Il Prezzo Non Ci Credevo!! Me Ne Sono Bevuto Anche Un Litro 11

antiom

Dom, 17/06/2012 - 13:52

luigipiso:il sig Angelo 48 ha risposto in modo elegante per dirle che è un imbecille; io lo confermo in modo più diretto, come meritano i *******i come lei, che non riescono ad immaginare il calo dei consumi proprio per i provvedimenti di Monti; in cui ognuno sta facendo la propria parte per ovviare alla iattura, Fiat compresa.

IronReferee

Dom, 17/06/2012 - 13:58

io ho approfittato della promozione. pieno fatto, ma certamente i miei consumi resteranno sempre oculati. e caso mai riaumentassero ho a poca distanza un benzinaio indipendente, quindi sette sorelle restate in campana che non ci fate paura.

GiuliaG

Dom, 17/06/2012 - 14:04

A onore del vero, al distributore della Esso vicino a casa mia sono ormai mesi che la benzina costa 12 centesimi di meno, e non solo nel fine settimana.

rokko

Dom, 17/06/2012 - 14:06

La domanda del titolo ha una risposta alquanto ovvia: le accise da un lato e la crisi dall'altro hanno fatto calare, in termini quantitativi, il consumo di carburanti di più del 10%, per cui le compagnie sono state costrette ad inventarsi qualcosa per non far andare in malora il tutto.

GiuliaG

Dom, 17/06/2012 - 14:10

@Leonardo Marche, ma Lei ci è o ci fa? sì perchè poi anche con gli sconti la benzina la paghiamo ben di più rispetto a prima di Monti.

bloodisland

Dom, 17/06/2012 - 14:12

in proposito vi racconto un aneddoto capitato a me,dopo tanto tempo entro in un bar di un conoscente e ordino un bicchiere di vino,all'interno nessun alyta persona,si parla del più e del meno e chiedo:qunto! 1€ 50 caspita dico mi sembra un po caro,e lui ,devo pur pagare l'affitto.morale chi vuol pagare l'affitto con pochi o zero clienti aumentando il prezzo perchè non ha clientela si comporta come il governo che aumenta le tasse solo a chi la paga benzina compresa salvo poi accorgersi che incassa meno di quando le tasse erano non eque(parola di cui si riempiono la bocca senza sapere cosa significa)ma sopportabili, quando i BOCCONIANI(gnamgnam) capiranno questa semplice regola allora le tasse le diminueranno e le entrate saranno maggiori perche gli ITALIANI sono più ONESTI di chi li governa

VanLucavik

Dom, 17/06/2012 - 14:25

Idea simpatica ma io mi chiedo : se oggi con la crisii che c'é riescono a fare questi sconti senza sicuramente rimetterci, finora quanto hanno guadagnato i distributori ? La verità é che non stanno facendo un favore a noi ma a loro stessi : la gente consuma meno benzina ? Ok noi rimediamo calando leggermente i prezzi tanto invece di guadagnare il 200% guadagnamo solo il 190% e non ci cambia nulla...

Ritratto di antoni55

antoni55

Dom, 17/06/2012 - 14:25

Buon giorno a voi.QUI GATTA CI COVA!!!!!!!!!!!!!!!

blackbird

Dom, 17/06/2012 - 14:48

Il fatto è che in tutti questi anni di "liberalizzazioni" banche, petrolieri e assicurazioni non si sono mai fatti concorrenza. Inchieste e multe, ma i prezzi sono rimasti sempre quelli. Adesso con la crisi le vendite sono calate per davvero e pur di vendere, i petrolieri, hanno rotto il cartello. Grazie anche all'iniziativa di FIAT e IP. Speriamo che a breve seguano anche le banche e le assicurazioni. I prezzi possono scendere! Un kg di frutta viene pagato poche decine di cent agli agricoltori, che sostengono tutti i costi e i rischi della produzione, per arrivare a costare alcuni euro sui banche dei negozi, i quali devono solo esporre il prodotto!

Hattrick

Dom, 17/06/2012 - 14:57

..."Per anni ci hanno detto che era impossibile tagliare i prezzi per colpa della rete, delle accise e del barile..." beh per anni ha governato Silvio... credo siate abbastanza amici... chiedetelo a lui "Ma perche soltanto adesso??" e non a noi...

deluso

Dom, 17/06/2012 - 15:09

forse il fatto che i Moratti, i più grandi petrolieri d'Italia, non siano più al governo tramite PDL influenza. Ma forse eh.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 17/06/2012 - 15:23

#37 antiom (328) Sono d'accordo con Lei, infatti ho detto che mi comporto come Cicchitto e tesserati o difensori PDL. Al mio paese si dice che "Scucchio", cioè dico sempre la stessa cosa in qualsiasi discorso. Sta agli intelligenti come Lei non prendermi in considerazione nè leggermi. Io faccio così con tutti i commenti, non li leggo ma dico solo quello che mi interessa in modo strumentale. Sto nel "Il Giornale" o no?. Qui mi cacciano se non li emulo

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 17/06/2012 - 15:21

#33 Cosimodebari...sempre Fortunati Voi Meridionali !!

Kerberos

Dom, 17/06/2012 - 15:27

Non sono comunista, ma spero che nei commenti che mi precedono ci sia qualcuno che abbia voluto ripensare a quello che ci hanno detto sarebbe stato il capitalismo ed invece non è mai stato. Sarebbe dovuta essere una rincorsa a ribassare i prezzi ed a migliorare il prodotto per vincere la concorrenza ed invece ritroviamo sempre monopoli o cartelli che estorgono il massimo possibile giusto prima di farci schiattare; certo non hanno interesse ad ucciderci oggi, ma solo perchè non potrebbero vessarci domani. Il problema è che tutti vogliono commerciare, ma nessuno vuole produrre; tutti vogliono guadagnare, ma nessuno vuole lavorare (perchè commerciare non è lavorare, anche se in questo sito sembra che la rovina siano i dipendenti pubblici, che comunque un servizio lo producono, mentre il commerciante specula ed aspetta il gonzo, nient'altro).

Angelo48

Dom, 17/06/2012 - 15:21

#37 antiom : egregio, a quel lettore non interessa pensare che figuraccia possa fare scrivendo certe idiozie. A lui interessa solo...scrivere. PUNTO. Vede caro lettore, la stragrande maggioranza dei sogni che facciamo, finiscono con l'esser poi totalmente diversi dalle realtà in cui viviamo e per questo, e' sempre piacevole...sognare! Lasci quindi che quel lettore immagini una realtà del tutto simile a quel mondo che di notte sogna!! Le speranze dell'uomo si raggruppano sostanzialmente nella cavità cerebrale per poi riversarsi nei cuori di ognuno di noi; però se immaginiamo queste speranze racchiuse in una grande clessidra, e' inevitabile che, una volta riempitasi la parte del cuore, la cavità cerebrale si svuoti. Ecco: questo e' quel che accade a quel lettore! Cordialità infinite. Angelo.

Ritratto di semovente

semovente

Dom, 17/06/2012 - 15:34

Perchè solo adesso? Perchè siamo in balia di una massa di LADRI e di governanti INCAPACI che forse, solo in questo momento, si stanno rendendo conto che continuando con la politica fino ad oggi adottata (strizzare il limone fino all'ultimo) fra non molto anche loro finiranno nella cloaca, nonostante la barca di soldi che sono riusciti ad accumulare (i petrolieri) e quelli che hanno sperperato (i governanti).

guidode.zolt

Dom, 17/06/2012 - 15:43

e' la legge universale della domanda e dell'offerta...se cala la domanda diminuisce l'offerta! Se andremo un po' di piu' a piedi ...ne guadagneranno di piu' salute e portamonete!

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 17/06/2012 - 15:45

E Poi Dicono Che I Miracoli Non Esistono!!

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 17/06/2012 - 15:53

Ora Gli Svizzeri Nel Fine Settimana Vengono A Fare Il Pieno In Italia !!

ninito

Dom, 17/06/2012 - 15:53

I famosi sconti sono soltanto pubblicità. Da ieri alle 13 fino ad oggi, 15.50, da Treviso a Belluno e Mel, non sono riuscito a trovare nessun distributore Agip (Eni) che faccia i prezzi di € 1,60 al litro di benzina, o € 1,50 il litro di diesel. Per questo dico che è solo pubblicità fasulla.! I prezzi che stanno applicando sono 1,76 e 1,66.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 17/06/2012 - 15:55

Perche' solo adesso? Perche' senza controllo del governo inesistente e infame hanno speculato per mesi facendoun sacco di grana. Adesso vista crisi e il calo dei consumi cercano di vendere di piu' , e tranquilli anche con 20 cent. In meno non ci smenano.

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 17/06/2012 - 15:45

E Poi Dicono Che I Miracoli Non Esistono!!

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 17/06/2012 - 15:53

Ora Gli Svizzeri Nel Fine Settimana Vengono A Fare Il Pieno In Italia !!

ninito

Dom, 17/06/2012 - 15:53

I famosi sconti sono soltanto pubblicità. Da ieri alle 13 fino ad oggi, 15.50, da Treviso a Belluno e Mel, non sono riuscito a trovare nessun distributore Agip (Eni) che faccia i prezzi di € 1,60 al litro di benzina, o € 1,50 il litro di diesel. Per questo dico che è solo pubblicità fasulla.! I prezzi che stanno applicando sono 1,76 e 1,66.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 17/06/2012 - 15:55

Perche' solo adesso? Perche' senza controllo del governo inesistente e infame hanno speculato per mesi facendoun sacco di grana. Adesso vista crisi e il calo dei consumi cercano di vendere di piu' , e tranquilli anche con 20 cent. In meno non ci smenano.

michele73

Dom, 17/06/2012 - 16:11

#32*luigipiso*l'ennesimo sedicente antropologo ospitato in questo forum scrive: “Mi adeguo alla platea berlusconiana. Noi comunisti siamo camaleontici. Scrivo come loro e penso come loro tentando di integrarmi e capirli a fondo., anche se un fondo non c'è....” Ecco un altro seguace del RIDUZIONISMO, limitato, criticato e superato dalla storia e dalla concezione OLISTICA... E' inutile che stia qui a chiarirle la ratio dell'affermazione "La scienza non pensa"... vada a studiarsi Heiddeger o legga Emanuele Severino... ma immagino che non avrà tempo, impegnato com'è a tentare di concepire l'ethnos e l'immanenza del popolo bananas. Mi permetto di suggerirle un umile consiglio: lasci perdere il potassio ed approfitti dei SALDI... faccia incetta di petrolio e ne trarrà sicuro vantaggio il sacro fuoco della conoscenza! Buona domenica, Michele. Per Angelo48: sei sempre in gran forma... comunque nella ns. Foggia già dalle 10.30 di stamane risultavano ESAURITE tutte le colonnine ENI, ESSO e Q8!

michele73

Dom, 17/06/2012 - 16:11

#32*luigipiso*l'ennesimo sedicente antropologo ospitato in questo forum scrive: “Mi adeguo alla platea berlusconiana. Noi comunisti siamo camaleontici. Scrivo come loro e penso come loro tentando di integrarmi e capirli a fondo., anche se un fondo non c'è....” Ecco un altro seguace del RIDUZIONISMO, limitato, criticato e superato dalla storia e dalla concezione OLISTICA... E' inutile che stia qui a chiarirle la ratio dell'affermazione "La scienza non pensa"... vada a studiarsi Heiddeger o legga Emanuele Severino... ma immagino che non avrà tempo, impegnato com'è a tentare di concepire l'ethnos e l'immanenza del popolo bananas. Mi permetto di suggerirle un umile consiglio: lasci perdere il potassio ed approfitti dei SALDI... faccia incetta di petrolio e ne trarrà sicuro vantaggio il sacro fuoco della conoscenza! Buona domenica, Michele. Per Angelo48: sei sempre in gran forma... comunque nella ns. Foggia già dalle 10.30 di stamane risultavano ESAURITE tutte le colonnine ENI, ESSO e Q8!

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 17/06/2012 - 16:42

Solo adesso perchè con il 15% di calo delle vendite del carburante, tentano di riprendere il mercato. Due anni fa venne fatta una campagna contro la Shell che determina i prezzi sul mercati. Se Shell avesse perso quote di mercato avrebbe dovuto abbassare i prezzi. Ma gli Italiani sono troppo disattenti e menefreghisti, in genere buoni solo a lamentarsi. C'è voluta la crisi per limitare i consumi di carburante. Insomma la liberalizzazione dei prezzi della benzina ha fatto si che ogni gestore faccia il bello e il cattivo tempo. Le liberalizzazioni italiane sono una vera truffa, garantiscono il profitto ma non gli utenti, oggi chiamati clienti con tanto di presa per il cu.., vedi gas, elettricità, telefonia ecc.

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 17/06/2012 - 16:42

Solo adesso perchè con il 15% di calo delle vendite del carburante, tentano di riprendere il mercato. Due anni fa venne fatta una campagna contro la Shell che determina i prezzi sul mercati. Se Shell avesse perso quote di mercato avrebbe dovuto abbassare i prezzi. Ma gli Italiani sono troppo disattenti e menefreghisti, in genere buoni solo a lamentarsi. C'è voluta la crisi per limitare i consumi di carburante. Insomma la liberalizzazione dei prezzi della benzina ha fatto si che ogni gestore faccia il bello e il cattivo tempo. Le liberalizzazioni italiane sono una vera truffa, garantiscono il profitto ma non gli utenti, oggi chiamati clienti con tanto di presa per il cu.., vedi gas, elettricità, telefonia ecc.

Ritratto di lorenzo74

lorenzo74

Dom, 17/06/2012 - 16:38

#52 semovente ha scritto: "Perchè solo adesso? Perchè siamo in balia di una massa di LADRI e di governanti INCAPACI che forse, solo in questo momento, si stanno rendendo conto che continuando con la politica fino ad oggi adottata (strizzare il limone fino all'ultimo) fra non molto anche loro finiranno nella cloaca, nonostante la barca di soldi che sono riusciti ad accumulare (i petrolieri) e quelli che hanno sperperato (i governanti)." lorenzo74 approva e sottoscrive, ricordando che in economia si studia che all'aumentare dei prezzi (e delle tasse) gli incassi da un certo punto in poi addirittura crollano, costringendo chi li ha aumentati a nettamente più miti pretese: speriamo che anche i nostri professori al governo se ne ricordino|

Ritratto di lorenzo74

lorenzo74

Dom, 17/06/2012 - 16:38

#52 semovente ha scritto: "Perchè solo adesso? Perchè siamo in balia di una massa di LADRI e di governanti INCAPACI che forse, solo in questo momento, si stanno rendendo conto che continuando con la politica fino ad oggi adottata (strizzare il limone fino all'ultimo) fra non molto anche loro finiranno nella cloaca, nonostante la barca di soldi che sono riusciti ad accumulare (i petrolieri) e quelli che hanno sperperato (i governanti)." lorenzo74 approva e sottoscrive, ricordando che in economia si studia che all'aumentare dei prezzi (e delle tasse) gli incassi da un certo punto in poi addirittura crollano, costringendo chi li ha aumentati a nettamente più miti pretese: speriamo che anche i nostri professori al governo se ne ricordino|

Angelo48

Dom, 17/06/2012 - 16:58

#58 michele73 : ehilà caro Michele, bentornato tra noi. Un ritorno dei migliori il tuo, atto a dimostrare a certi decerebrati del forum, quanta sostanza grigia alberghi nel fondo delle scatole craniche dei difensori del PDL....Che poi ad onor del vero, tanto difensori non siamo; inc****ti di brutto si invece, contro chi non riesce a staccar la spina a chi di dovere!!Più che sedicente antropologo, quel lettore a me pare affetto da paraculite acuta che e' una forma di infiammazione che colpisce inesorabilmente tutti quei soggetti che credono di poter "irridere" il prossimo fingendosi kulturalmente + elevati "de noantri. " Poveri meschini: non sanno gli stolti che ce li cuciniamo a colazione, pranzo e cena!! Un caloroso abbraccio!

Angelo48

Dom, 17/06/2012 - 16:58

#58 michele73 : ehilà caro Michele, bentornato tra noi. Un ritorno dei migliori il tuo, atto a dimostrare a certi decerebrati del forum, quanta sostanza grigia alberghi nel fondo delle scatole craniche dei difensori del PDL....Che poi ad onor del vero, tanto difensori non siamo; inc****ti di brutto si invece, contro chi non riesce a staccar la spina a chi di dovere!!Più che sedicente antropologo, quel lettore a me pare affetto da paraculite acuta che e' una forma di infiammazione che colpisce inesorabilmente tutti quei soggetti che credono di poter "irridere" il prossimo fingendosi kulturalmente + elevati "de noantri. " Poveri meschini: non sanno gli stolti che ce li cuciniamo a colazione, pranzo e cena!! Un caloroso abbraccio!

michele lascaro

Dom, 17/06/2012 - 17:05

Non succederà, forse, che la benzina si abbassi a 1 euro al litro, come assicura anche la Fiat per gli acquirenti delle sue auto?

michele lascaro

Dom, 17/06/2012 - 17:05

Non succederà, forse, che la benzina si abbassi a 1 euro al litro, come assicura anche la Fiat per gli acquirenti delle sue auto?

Ritratto di bussirino

bussirino

Dom, 17/06/2012 - 17:02

Non ho parole, tutto si commenta da se...finalmente una notizia, il petroliere che morde il cane a sei zampe....Bella fiammata!!!!! cesare da fiorenzuola

Ritratto di bussirino

bussirino

Dom, 17/06/2012 - 17:02

Non ho parole, tutto si commenta da se...finalmente una notizia, il petroliere che morde il cane a sei zampe....Bella fiammata!!!!! cesare da fiorenzuola

Franco-a-Trier

Dom, 17/06/2012 - 18:53

Signor Porro riguardo al blog una lira bucata rispondo a questo che ha scritto:Nel giro di pochi istanti i nostri centomila euro, diventerebbero centomila lire. Ma con i primi potevamo comprarci un auto di lusso, con i secondi, garantito al limonte, una 500. Sempre che sia fatta in Italia. Se no sarebbero dolori. Signor Porro tenga presente che 100mila euro corrisponderebbero al cambio di circa 200 milioni di lire e non a100 mila lire e non un auto si potrebbe comprare ma un appartamento.

Franco-a-Trier

Dom, 17/06/2012 - 18:53

Signor Porro riguardo al blog una lira bucata rispondo a questo che ha scritto:Nel giro di pochi istanti i nostri centomila euro, diventerebbero centomila lire. Ma con i primi potevamo comprarci un auto di lusso, con i secondi, garantito al limonte, una 500. Sempre che sia fatta in Italia. Se no sarebbero dolori. Signor Porro tenga presente che 100mila euro corrisponderebbero al cambio di circa 200 milioni di lire e non a100 mila lire e non un auto si potrebbe comprare ma un appartamento.