Mps, l'apertura a nuovi soci accende il mercato

I nuovi soci sono ancora alla finestra, ma il titolo Mps già brinda alla modifica dello statuto che abbatte il limite del 4% al possesso di azioni dell'istituto e apre la strada a nuovi azionisti privati. Dopo aver toccato un massimo a quota 0,2235, ieri il titolo a Piazza Affari ha portato a casa un guadagno dell'1,40% a 0,2168 euro beneficiando della decisione della Fondazione di votare - all'assemblea di domani - la cancellazione della norma statutaria. Superato «l'ostacolo del 4%», ora il mercato inizia a speculare sulla contendibilità dell'istituto e su eventuali colpi di scena. «La cancellazione incoraggerà l'ingresso di nuovi soci e potrebbe supportare l' aumento di capitale da 1 miliardo», ha commentato Mediobanca.
In questo contesto, ieri il socio Aleotti non ha escluso possibili nuovi acquisti su Mps: «Continuiamo a credere nel futuro della banca. Poi dobbiamo fare tante riflessioni, e naturalmente anche quella economica non è indifferente», ha detto la presidente della Menarini, Lucia Aleotti.
Più cauta la posizione dell'ad Fabrizio Viola il quale, in merito alle ipotesi di nuovi soci, ha chiarito che per ora «non ci sono nomi, né ipotesi sul tavolo. Per qualche novità aspettiamo prima l'assemblea che prevedo sarà vivace, ma spero non infuocata». Intanto, la banca ha varato il primo Fondo per le Pmi in Italia, strumento chiuso che investe in mini bond da 100-150 milioni. SoF