Mps si tiene (e inghiottirà) Consum.it

La sfida tra i cinesi di Fosun e Andrea Bonomi per il Club Med entra nel vivo. Il cda del Club Med ha deciso di raccomandare agli azionisti - sia pure con riserve sulla strategia - l'offerta proposta dal fondo Global Resorts, controllato dall'imprenditore italiano, che offre 21 euro per azione contro i 17,50 euro del tandem Fosun-Ardian. Nelle stesse ore il gruppo cinese, da secondo azionista, si è portato alla pari del rivale, grazie alla conversione in azioni di tutte le sue obbligazioni convertibili o scambiabili, e tutto lascia pensare che si prepari a rilanciare sull'Opa di Bonomi. Ora Fosun detiene il 10,44% del capitale e il 17,17% dei diritti di voto, secondo l'Autorità di Borsa francese (Amf).

Global Resorts «accoglie la decisione e apprezza che l'offerta possa progredire», e si dice «impaziente di dare il via all'operazione». L'offerta dell'imprenditore milanese valorizza la società 790 milioni di euro, contro i 557 milioni di Fosun e del suo alleato, il fondo di investimento francese Ardian. Infatti, è «conforme agli interessi degli azionisti», si legge nel comunicato del board, che «raccomanda a coloro che cercano una liquidità immediata di apportarvi i loro titoli». Ma «tenuto conto dei dubbi sulla strategia», il consiglio non ritiene «di confermare senza riserve la conformità dell'offerta agli interessi della società». In particolare, il progetto di Bonomi «potrebbe portare a rischi se la sua realizzazione venisse ad alterare il modello e le fondamenta che costituiscono la specificità del Club Mediterranée». Così, otto dei nove amministratori intendono a questo punto preservarsi tutta la loro libertà d'azione e si riservano la possibilità - in funzione delle circostanze di mercato e dell'evoluzione delle offerte - di «apportare o meno tutto o parte dei loro titoli a una delle offerte» precisando che «indicheranno le loro intenzioni prima della chiusura dell'offerta». Un solo amministratore, Amine Benhalima (Cmvt International) ha annunciato l'intenzione di apportare i suoi titoli al miglior offerente.

La notizia è uscita a Borsa chiusa: sulla piazza parigina Club Med ha archiviato la seduta in rialzo dello 0,94% a 21,4 euro per azione, segno che il mercato crede al rilancio di Fosun-Ardian. Una mossa anticipata dal quotidiano Les Echos , che cita una lettera del gruppo cinese al cda del Club Med in cui si dichiara «profondamente attaccato» alla società indicando che «intende riflettere serenamente sulla situazione al fine di determinare l'opzione che meglio servirà gli interessi di Fosun e del Club Mediterranée». Un messaggio che potrebbe essere interpretato come l'annuncio di un eventuale rilancio. L'offerta di Fosun, in partner con il gruppo di private equity francese Ardian, ha il favore dell'attuale top management di Club Med secondo cui garantirebbe meglio la conservazione dell'«ancoraggio» in Francia. Dal canto suo, Bonomi ha l'appoggio di Serge Trigano, figlio del fondatore del Club Med, Gilbert Trigano, che diventerebbe presidente non esecutivo se la proposta andrà a buon fine.

Commenti

gioch

Sab, 26/07/2014 - 13:38

MPS-CONSUM.IT E l'articolo?