Nautica, Ferretti Group investe nei super e mega yacht

L'ad Galassi ha illustrato gli sviluppi del programma triennale e in particolare quelli previsti nella Super Yacht Yard di Ancona. Portafoglio ordini consolidato pari a 522 milioni di euro, 276 dei quali generati dal segmento oltre i 30 metri

Cloud 9 Crn. Basta il nome, si sentiva mormorare nella lounge Aquarama dello Yachy Club de Monaco. Sarà così, vista l’attenzione che la stampa specializzata ha riservato al nuovo 74 metri progettato da Zuccon International Project. Continua quindi l’ottimo trend di Ferretti Group, reduce da Cannes dove ha presentato sei anteprime mondiali mettendo in bacheca il premio Miglior Cantiere dell’anno.

Indubbiamente al Monaco Yacht Show, Cloud 9 Crn, presentato in collaborazione con Burgess, si è ritagliato un ruolo da protagonista tra i super e i megayacht in vetrina a Port Hercule. Il 74 metri a marchio Crn era stato varato nello scorso gennaio e consegnato all’armatore in primavera. La flotta schierata alla kermesse monegasca comprende anche Custom Line Navetta 33, premiata a Cannes per il Miglior Design dopo avere conquistato il pubblico mondiale nel corso dell’estate (prima assoluta a Ibiza), e il maxi coupé Pershing 108, ammiraglia della flotta in vetroresina del cantiere di Mondolfo.

Nel corso della conferenza stampa, Alberto Galassi, amministratore delegato di Ferretti Group, ha illustrato gli sviluppi del programma triennale di investimenti nel settore dei super e megayacht, con un’attenzione particolare alle ultime novità che riguardano in particolare la Super Yacht Yard di Ancona.

“La differenza di Ferretti Group, rispetto agli altri cantieri, sta nel modo in cui riusciamo a coniugare l’infinitamente grande di scafi sempre più maestosi all’infinitamente piccolo dei dettagli e delle finiture: i grandi progetti, le nostre navi in acciaio e vetroresina, racchiudono infatti i dettagli più ricercati e le scelte di stile più sottili e raffinate – ha detto Alberto Galassi –. I risultati si vedono: nel segmento dei grandi yacht a marchio Riva, Pershing, Custom Line e Crn stiamo ottenendo immense soddisfazioni. E ancora maggiori sono le prospettive future. Grazie agli investimenti già stanziati, a quelli in programma nei prossimi anni e a un’offerta di prodotti sempre più ampia e variegata, la nostra crescita è costante, superiore a quella complessiva del mercato. Grande merito va alla Super Yacht Yard di Ancona, che già rappresenta l’eccellenza navale del Gruppo nel campo dei super yacht e dei mega yacht fully custom: navi portabandiera della nautica italiana”.

Nel dettaglio, sono 25 i milioni di euro destinati fino al 2019 al totale rinnovamento del cantiere, 8 dei quali già impiegati dallo scorso anno per l’ammodernamento degli impianti esistenti, per la creazione di nuove infrastrutture a terra e a mare destinate alla costruzione di nuovi modelli e per lo sviluppo dell’attività di business dedicata al refit. Il portafoglio ordini consolidato di Ferretti Group è pari a 522 milioni di euro, 276 dei quali generati dal segmento oltre i 30 metri. Nella Super Yacht Yard di Ancona sono attualmente in costruzione tre navi a marchio Crn: un 79 metri, un 62 metri e un 50 metri della linea Superconero (i primi due saranno varati nel 2019). Nei rispettivi stabilimenti dedicati sono poi in costruzione le nuove ammiraglie Pershing e Riva, rispettivamente Pershing 140 e Riva 50 metri, primo nato della nuova Superyachts Division.

Complessivamente, nella Super Yacht Yard sono in costruzione otto unità in vetroresina a marchio Custom Line e cinque navi in acciaio e alluminio, per i marchi Pershing, Crn e Riva. La futura ammiraglia Custom Line, Navetta 42, debutterà la prossima primavera, mentre il primo esemplare di Pershing 140 sarà completato a fine 2018, per trasferirsi poi in Asia Pacific, mercato in cui è stato venduto. Nel corso della conferenza, inoltre, è stata annunciata la vendita della seconda unità di Pershing 140.