Come navigare su Internet all'estero durante le vacanze

Gli italiani temono le stangate delle tariffe quando si varcano i confini nazionali. Così ecco qualche consiglio per risparmiare

Tablet e cellulari ci faranno compagnia durante le vacanze estive. Ma gli italiani temono le stangate delle tariffe quando si varcano i confini nazionali. Così ecco qualche consiglio per risparmiare. La prima cosa da fare in aeroporto, in un ristorante o in una camera d’albergo è cercare il wi-fi, evitando così di doversi appoggiare al proprio operatore. In assenza di reti gratuite ci si può rivolgere a quelle a pagamento come Fonera o Boingo. Il costo medio per navigare, come ha calcolato SosTariffe per il Corriere della Sera, varia dai 12 euro per 1 GB in Europa e Stati Uniti agli oltre 200 per 2 GB nel resto del mondo. Vodafone Smart Passport Europa, Stati Uniti e Canada dà accesso illimitato, che scende a 32 Kbps di velocità dopo i primi 500 MB, a 3 euro al giorno.

Se la meta è extraeuropea, e la Sim ricaricabile, una buona soluzione è Tim in Viaggio Pass Mondo: 30 euro per una settimana da 100 MB di Internet. Wind invece punta su un canone fisso settimanale, di 10 euro se ci si sposta in Stati Uniti ed Europa con 250 MB, 150 minuti e 150 Sms. Chi invece sceglie una chiavetta potrebbe virare su Tre Italia: Internet pass da 5 euro per 100 MB sfruttabile con gli operatori partner (da verificare prima della partenza) in 30 Paesi. Infine si può valutare l’acquisto di una Sim locale o internazionale acquistandola online su portali come FlySim.