Squinzi: "Così l'Italia perde la ripresa"

Confindustria: "Tempo scaduto, serve un governo". Situazione drammatica: in tre mesi hanno già chiuso più di 4mila imprese, solo lunedì si sono arrese 58 aziende

Altro che crescita: in solo tre mesi, da gennaio a marzo 2013, hanno chiuso i battenti ben 4218 imprese. Il 13% in più rispetto al primo trimestre dell'anno scorso. Soltanto lunedì hanno portato i libri contabili in tribunale 58 aziende. I dati sono stati rilevati dal Cerved per il Sole 24 Ore, che da oggi li riporterà quotidianamente, sulla base delle istanze di fallimento consegnate alle Camere di Commercio. Secondo lo stesso studio, nel 2012 si sono arrese 12.442 imprese (più di mille al mese, circa 34 ogni giorno). Un dato in aumento del 2,3% sul 2011 e addiruttura del 32% rispetto al 2009.

Una situazione drammatica a cui si aggiunge lo stallo della politica che rende ancora più difficile "agganciare la ripresa che ci sarà in Europa nella seconda parte dell'anno", come denuncia Giorgio Squinzi. "È un fatto piuttosto grave. C’è bisogno di uomini di buona volontà che si rendano conto che la situazione economica è drammatica", ha detto il presidente di Confindustria in visita al Salone del mobile, "Non c’è più tempo da perdere, come dice la pagina pubblicitaria che abbiamo pubblicato su tutti i giornali. Il tempo è scaduto".

Critiche da Confindustria anche al decreto sui debiti della Pa con le imprese. "Ci aspettavamo un pochino più di coraggio altrimenti il Paese continuerà ad essere in grande difficoltà", ha spiegato il leader degli industriali, "Se non tiriamo fuori il coraggio, il Paese continuerà a essere in grande difficoltà".

Il presidente Squinzi si è detto "molto preoccupato" per la situazione del Paese con il numero di suicidi che continua a crescere a causa della crisi economica. E poi ha detto: "Non potrà continuare per molto tempo senza portare a esplosioni sociali e violente".

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 10/04/2013 - 10:39

Vi ricordo che la crescita è stata spostata a data da destinarsi.

epesce098

Mer, 10/04/2013 - 11:45

Ha calcolato l'illustre (si fa per dire) professore dei miei stiv... quante tasse in meno incasserà con 4000 imprese chiuse e un milione di dipendenti licenziati? Riverserà questo mancato introito sulla povera gente?

LAMBRO

Mer, 10/04/2013 - 11:52

Manca solo che a furia di giochetti ci giochiamo la ripresa!! Grazie Bersani !!! a cosa servono le marce contro la povertà? E' tutta una prese in giro sulla ns pelle!! tanto tu hai 4 pensioni.....cosa te ne frega.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 10/04/2013 - 11:59

Egregio dottor Squinzi, forse Lei non segue le notizie dell'Italia. Non sa che il prof e l'occupante il colle alto ci hanno detto, e purtroppo continuano a dirci, che hanno Salvato l'Italia ? Devono essere giudicati per alto tradimento verso il popolo italiano, altro che storie ! Hanno fatto, e ritengo consapevolmente, solo gli interessi di un paese straniero e dell'associazione internazionale dei banchieri. ALTO TRADIMENTO!!

ambrogione

Mer, 10/04/2013 - 11:59

Egregio signor Squinzi le chiedo l'ammontare del suo lauto stipendio. Dopo di che le chiedo se non ritenga doveroso almeno di dimezzarlo subito in vista di tutte le persone che rischiano la vita per pagarglielo. Grazie.

edoardo55

Mer, 10/04/2013 - 12:20

Sig. Squinzi, lei, intervistato da Fazio disse che l'Italia, se fossimo usciti dall'euro, il pil sarebbe calato del 30-40% Si rende conto della cavolata che ha detto? Se siamo in questa crisi lo dobbiamo alla moneta unica ed alla rigidità di cambio. Crisi prevista dagli economisti già prima di entrare nell'euro.

swiller

Mer, 10/04/2013 - 12:21

Più che bacchetarli bisognerebbe ingabbiarli a pane ed acqua.

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Mer, 10/04/2013 - 13:36

Quando c' è di mezzo il PD PCI è normale perdere tutte le riprese, basta considerare quanto SUONATI siamo dalle sberle internazionali. Questi burocrati di partito che ben rispecchiano la cavillante burocrazia statale vero nodo paralizzante del paese, si perdono nelle loro logorroiche discussioni politicoidi e votano ancora ai gazebi alle primarie come BRADIPI. Lo scopo? Annientare le PMI ( LE GRANDI SONO SOTTO IL CONTROLLO DELLA MAGISTRATURA E DELLA CGIL E CON LE DISMISSIONI IRI ANNI 90 SONO TUTTI FELICEMENTE ALLA SINISTRA DEL COLLETTORE, SPERANDO CHE VE NE SIANO ALTRE DA INTRUPPARE). Speriamo finalmente sia chiaro ai disperati che hanno votato il GRILLO PARLANTE chi è il responsabile della crisi del paese.

Ritratto di Baliano

Baliano

Mer, 10/04/2013 - 14:02

Ma non sono amici tuoi, fedelissimi, i kompagnucci? - Chiama i pompieri per l'incendio, altro che "al lupo al lupo", se è travestito da agnello. --

sale.nero

Mer, 10/04/2013 - 14:13

... grazie, Squinzi, per l'informazione. Non ci sono ancora stati, però, abbastanza morti! Più morti ci sono meno pensioni si pagano. Un sistema occulto per rientrare!!!!

lamwolf

Mer, 10/04/2013 - 14:35

La vecchia, malata e schifosa politica sta giocando con la vita di milioni di persone. La situazione drammatica di famiglie legate ai propri risparmi in pericolo, così come negozi piccole e medie imprese spesso a conduzione familiaresono nella disperazione. Decine di suicidi, pensioni vergognose e gente senza stipendio da mesi. E Bersani e C. cosa fanno? giocano!!! io con quello non meglio sarebbe se fosse così invece è meglio quell'aleanza ecc...Certo questi rovina Italia non hanno i problemi di decine dci milioni che non percepiscono 14mila euro, privilegi a iosa, gettoni di presenza, ingressi gratuiti e rimborsi di treni aerei e nonostante tutto RUBANO e si fanno anche rimborsare i gratta e vinci o lo scontrino del caffè alle maldive. Basta siamo stufi e Squinzi non è poi così lontano dalla realtà.

Nadia Vouch

Mer, 10/04/2013 - 16:25

Siamo appena alla prima decade del mese e le persone hanno già finito i denari. Basta recarsi a fare la spesa per rendersene conto. Così non potrà continuare, è talmente evidente il malessere sociale, che non servono grandi sforzi per fare delle previsioni.

pintoi

Mer, 10/04/2013 - 16:43

Vorrei far notare che dai dati dell'articolo risulta che nel primo trimestre del 2012 hanno chiuso ben 3700 imprese ... Quindi qualche mese dopo che i "ristoranti erano pieni". Io metterei al muro politici e giornalisti che raccontano la balla che il 2012 è stato l'anno che ha fatto chiudere le aziende !! Noi imprenditori ci lamentiamo dal 2008 !!!

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mer, 10/04/2013 - 18:20

Il problema è che tutti sanno quello cha va fatto e nessuno ha il coraggio di farglo: il debito pubblico va ristrutturato e bisogna intervenire con il bisturi sui cosidetti "diritti acquisiti". Non è accettabile che una generazione abbia il futuro ipotecato dal fatto che quella precedente ha vissuto sopra le proprie possibilità.

Charles buk

Mer, 10/04/2013 - 20:40

Ho paura che qualcosa sia probabile accada. Supermercati deserti e gente che pensa di darsi fuoco davanti alle esattorie. Brutta aria in gio, veramente aria pesante. E 'sti quattro mentecatti in parlamento uccidono le persone per bene.

vince50

Mer, 10/04/2013 - 20:53

Esplosioni sociali?no,non ancora.Diciamo che siamo sulla buona strada,certamente in passato le esplosioni ci sarebbero già state ma abbiano ancora la pancia piena,quindi si vedrà più avanti.

mifra77

Mer, 10/04/2013 - 21:40

Squinzi dimentica che Confindustria ha sulla coscienza una grossa parte dello sfacelo in cui si trova il paese. Quanti industriali hanno vissuto sulla carne viva dei loro dipendenti e quanti hanno sbafato tutto e nascosto tasse e ricavi scaricando le proprie responsabilità sullo stato e sulla politica. Squinzi dimentica che anche Monti è un regalo di confindustria e che sicuramente stavamo meglio quando stavamo peggio. Se gli industriali una volta per tutte, scaricheranno Bersiena ed quei PD che Renzi non è riuscito a rottamare, forse un governo riusciremo ad averlo anche in Italia.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 11/04/2013 - 01:27

Dovrebbe dirlo direttamente a Bersani che sta ancora "menando il cane per l'aia" dopo 40 giorni dalle elezioni che NON HA VINTO. Se poi qualcuno andrà fuori di testa i rossi saranno sempre pronti a dare la colpa al solito Berlusconi.