Nokia fa causa ad Apple in Germania e in Texas

Primi ricorsi per la violazione di diversi brevetti

Nokia ha deciso di fare causa ad Apple in Germania e Usa, sostenendo che il gruppo di Cupertino ha violato 32 brevetti dell'azienda finlandese che spaziano dal display all'interfaccia passando per il software, l'antenna e il codice video. Per il momento la denuncia è stata depositata nelle città tedesche di Dusseldorf, Mannheim e Monaco e in Texas, ma Nokia sta per muoversi anche in «altre giurisdizioni».

Come spiega in un comunicato, Nokia dice di possedere tre portafogli «di valore» di proprietà intellettuale grazie alla prese del controllo nel 2013 di Nsn e al merger nel 2016 con Alcatel-Lucent. «Creati grazie a oltre 115 miliardi di euro investiti in ricerca e sviluppo negli ultimi 20 anni, le nostre decine di migliaia di brevetti coprono molte tecnologie importanti usate negli smartphone, nei tablet, nei pc e in dispositivi simili», precisa Nokia sostenendo che da quando nel 2011 c'è stato un accordo di licenza su vari brevetti di Nokia Technologies «Apple ha rifiutato successive offerte fatte da Nokia per la licenza di altri brevetti che sono usati in molti dei prodotti Apple».

Alla luce di questo Ilkka Rahnasto, a capo del business legato ai brevetti di Nokia, ha spiegato che il gruppo finlandese «ha creato o contribuito molte tecnologie fondamentali usate nei dispositivi mobili di oggi, inclusi i prodotti Apple».