Nozze in vista nel mondo del lusso: Louis Vuitton vuole acquisire Christian Dior

La famiglia Arnault, già proprietaria del colosso del lusso Luis Vuitton, vuole acquisire il 26% delle azioni di Christian Dior che ancora non possiede per unificare i due marchi di moda

Il leader mondiale del lusso Lvmh ha annunciato di voler unificare il proprio marchio con quello di Christian Dior.

Moët Hennessy Louis Vuitton, la società con sede a Parigi proprietaria di numerose aziende di alta moda, come Bulgari, DKNY, Fendi, Givenchy, Kenzo, Loro Piana e Louis Vuitton, vuole integrare anche il marchio Dior all'interno di Lvmh.

Mentre il colosso del lusso ha annunciato di voler acquisire la società Christian Dior Couture, controllata al 100% della holding Christian Dior SA, per 6,5 miliardi di euro, il gruppo familiare Arnault, proprietario del gruppo del lusso Lvmh, che già controlla il 74% di Christian Dior SA, ha offerto di rimborsare tutte le quote di minoranza.

Con questa doppia operazione Lvmh e il miliardario Bernard Arnault semplificano la catena di controllo del gruppo acquistando la quota residua di Christian Dior dagli azionisti di minoranza. L'obiettivo è quello di unificare il marchio Christian Dior dentro Lvmh, che già deteneva le attività profumo, ha detto Jean-Jacques Guiony, il direttore finanziario di Lvmh, una mossa che servirà a rilanciare gli utili di Lvmh e a rafforzare la divisione moda e pelletteria.

L'acquisizione

L'offerta consiste in un pagamento misto di 172 euro in contanti e 0,192 azioni Hermes International per ogni azione Christian Dior non ancora in possesso del gruppo. L'offerta principale è accompagnata da due offerte in subordine, rispettivamente, in contanti e in azioni Hermes, di cui a sua volta Arnault detiene una quota. L'offerta iniziale di azioni per Christian Dior sarà seguita da un'altra offerta secondaria, valutando ogni azione di Dior a 260 euro, con un premio del 14,7% rispetto al prezzo di chiusura di Dior di 226,85 euro il 24 aprile. La transazione dovrebbe chiudersi nella seconda metà del 2017.

Christian Dior, per Lvmh, è uno dei marchi più iconici del mondo e ha un grande potenziale di crescita. Lvmh assicura il consolidamento di tutto il marchio Dior, che potrà ulteriormente migliorare le sinergie tra Christian Dior Couture e Parfums Christian Dior, e avrà un impatto accrescitivo sull'utile per azione di Lvmh nel primo anno.

"Questo progetto rappresenta una pietra miliare per il gruppo. Le operazioni annunciate permetteranno la semplificazione delle strutture, a lungo richiesta dal mercato, e il rafforzamento della divisione Moda e Pelletteria Lvmh grazie all'acquisizione di Christian Dior Couture, uno dei marchi più iconici in tutto il mondo. Mostrano l'impegno della mia famiglia e la fiducia nelle prospettive a lungo termine di LVMH e dei suoi marchi", ha dichiarato Bernard Arnaulte.

La reazione dei mercati

Il mercato ha gradito l'annuncio della semplificazione della catenta di controllo del gruppo Arnault, con l'acquisto della quota residua in Christian Dior. Il numero uno mondiale del lusso, infatti, vola in borsa: il titolo guadagna quasi il 3% a 221,05 euro sulla piazza di Parigi dopo l'annuncio.