Il nuovo corso Alitalia comincia dal Brasile

Lo sponsor (involontario) del nuovo accordo commerciale tra l'Alitalia e la brasiliana Gol è nientemeno che il Papa: Francesco è atterrato domenica a Rio de Janeiro su un Airbus 330 Alitalia che è stato ripreso dalle televisioni di tutto il mondo, e ieri l'ad della compagnia, Gabriele Del Torchio, ha firmato a San Paolo la partnership con il suo omologo di Gol, Paulo Sergio Kakinoff.
L'accordo era stato preannunciato, a Roma, tre settimane fa nel quadro del piano industriale 2013-2016, e rappresenta il primo atto del progetto di sviluppo della rete intercontinentale da attuare, appunto, tramite il rafforzamento delle partnership commerciali. Lo sviluppo delle attività intercontinentali di Alitalia sarà sostenuto anche dall'ampliamento della flotta con l'entrata di 6 nuovi aerei di lungo raggio entro il 2016 (per un saldo di 5 velivoli in più).
Il nuovo accordo non è un semplice «code sharing», ma prevede una collaborazione più stretta sia dal punto di vista operativo, sia da quello economico, ed è simile a quelli già in corso con Delta-Air France e Klm per le rotte atlantiche, e con la compagnia di Abu Dhabi, Etihad. Alitalia potrà dunque rafforzare la propria presenza in Brasile, dove opera già voli diretti da Fiumicino verso San Paolo e Rio de Janeiro. Gol - che si definisce: Linhas Aéreas Inteligentes - è il secondo vettore brasiliano, con hub a San Paolo. Ha iniziato a operare nel 2001, e nel 2007 ha rilevato la storica Varig, di cui ha mantenuto il marchio. Detiene più di un terzo della quota di mercato nazionale, contendendo la leadership a Tam. Gol, controllata da una holding di capitale brasiliano e quotata in Borsa, effettua 970 voli giornalieri su un network di 95 destinazioni in 10 Paesi, distribuiti in America Latina, Caraibi e Usa. Offerta ora a disposizione dei passeggeri Alitalia. Il Brasile è un mercato in crescita. Nel 2012 Alitalia ha trasportato oltre 357mila passeggeri, con un incremento del 78% rispetto alla nascita di Alitalia Cai (gennaio 2009).
Nell'analogo periodo ha registrato una crescita dei ricavi del 114%, passando dai 54 milioni di euro del 2009 ai 116 milioni del 2012. L'accordo prevede inoltre la possibilità di accumulare punti per il programma MilleMiglia anche sui voli operati dalla compagnia brasiliana, e di accumulare punti Smiles per i passeggeri di Gol che volano con Alitalia. Alitalia è, inoltre, l'unica compagnia aerea a offrire ai propri passeggeri, in Brasile, la possibilità di acquistare a rate, fino a 12 mesi senza alcun interesse, i biglietti per i voli dell'intero network.

Commenti

cgf

Mer, 24/07/2013 - 08:28

Alitalia-CAI ha incrementato i pax perché ha aggiunto Rio che prima non c'era, dimostrazione che se offri riesci a vendere. Certo che Alitalia-GOL è una bella accoppiata, come faranno insieme ad avere coincidenze? Entrambe sono note per non essere *sempre* puntuali, ma GOL non la batte nessuno, quando mi capita di volare con loro non metto nessun volo dopo per almeno 24 ore e più di una volta ho preferito pagare un poco di più e non usare GOL.