Ocse, l'Italia è l'unico del G7 ancora in recessione

Le stime dell'Ocse confermano che la crisi non è finita. Ma l'organizzazione prevede un miglioramento

Mentre i Paesi industrializzati riprendono a crescere dopo la crisi economica di questi anni, l'Italia stenta ancora. Secondo le previsioni Ocse, infatti, il Belpaese è l'unico ad avere ancora un pil negativo (-1,8% rispetto all'anno precedente) all'interno del G7. Una situazione che dovrebbe comunque migliorare nel corso dell'anno, arrivando progressivamente al -0,4% nel terzo trimestre rispetto ai tre mesi precedenti e poi al -0,3% a fine anno.

Complessivamente, invece, l'Europa è uscita dalla recessione, anche se al suo interno il "ribilanciamento" tra Paesi in deficit e in surplus "resta incompleto". In particolare, dove il debito è elevato, secondo l'Ocse "la domanda interna debole è stata compensata solo in modo limitato da esportazioni più forti", quindi servono "riforme per
aumentare la produttività", che "aiuteranno a migliorare la competitività e le performance nell’export". Allo stesso tempo però, aggiunge l’Ocse, "delle misure per creare condizioni più favorevoli all’investimento nelle economie in surplus aiuterebbero a ottenere una crescita più equilibrata nell’insieme dell’area euro".

Commenti

il gotico

Mar, 03/09/2013 - 12:47

Bella scoperta, provate voi a dare in prestito i nostri politici a Germania, Danimarca o Olanda...poi ne riparliamo, sarebbe come se il Pio albergo Trivulzio giocasse contro il Real Madrid... colpa dell'Italia se abbiamo degli incompetenti al governo ?

cgf

Mar, 03/09/2013 - 13:00

FINCHÉ TASSE AVRANNO LO SCOPO DI TENERE COPERTE LE MAGAGNE DEL PCI/PDS/PD... AD ESEMPIO LA IMU 2012 È SERVITA PER RIPIANARE I CONTI DI MPS, MEGLIO ERA TOGLIERE IL COPERCHIO (non solo su MPS) E FAR PAGARE CHI DEVE PAGARE.

max.cerri.79

Mar, 03/09/2013 - 13:13

oltre a quanto scritto sopra aggiungo che siamo gli unici che accolgono tutto quello che viene spinto a riva dalla corrente. ...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 03/09/2013 - 13:20

L´Italia con il suo stato mafioso e parassita sopra la pelle dei Lavoratori e il suo debito pubblico incontenibile é il reale pericolo da cui si deve salvare l´Europa civile.

unosolo

Mar, 03/09/2013 - 13:22

se continuiamo ad assumere nelle P.A. altro che recessione , aggiungiamoci l'aumento della IVA oltre le accise e gli altri aumenti che vogliono i comunisti nel PD ed è certa la recessione totale. Basterebbe fare il contrario di quello che hanno in programma e ne usciremmo in un solo anno. Gli aumenti di prezzi fermano i consumi come già avvenuto quindi peggiorano di molto l'attuale situazione , dovrebbero abbassare le tasse sul lavoro e sull'IRPEF già sarebbe un passo verso la ripresa.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 03/09/2013 - 13:28

Con una tassazione dichiarata del 70% ma effettiva del 90%, uno stato che è un pozzo di San Patrizio, politici di tutti i colori che se ne fottono allegramente e pensano che l'Italia sia ancora un paese ricco da potenza economica (ormai sorpassata!), andrà nel prossimo futuro ancora peggio. Al peggio non c'è limite, qui da noi.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 03/09/2013 - 13:33

................ e comunque ha ragione Beppe Grillo quando dice che l'Italia è ormai in default tecnico. La prossima tempesta valutaria farà alzare i tassi d'interesse sul debito pubblico che originerà interessi pari ad una manovra economica e da quel momento inizierà la nuova economia del baratto!

Libertà75

Mar, 03/09/2013 - 13:52

Ancora nessuno che da la colpa a SB?

Ritratto di massacrato

massacrato

Mar, 03/09/2013 - 14:04

L'ITALIA NON MIGLIORERA' MAI_!! Fin che il superpagato pubblico fancazzismo massacra il privato che produce con sudore e sangue, fin che in ALTO LOCO non si rinuncia a nulla e si continua a vampirizzare dipendenti e indifesi pensionati anziani, finchè si riservano i concorsi alle lobbies e gli altri devono vivere di questue, fin che si premia chi non versa o evade e si mettono in ginocchio risparmiatori onesti e persone di attivo buon senso,... MA PER FAVORE, DI RIPRESA NON PARLIAMONE NEANCHE PIU'. SMETTIAMOLA DI PRENDERCI IN GIRO, CI ASPETTA L'INFERNO, magari condito con un po' di integralismo religioso.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 03/09/2013 - 14:28

2invio-Xil gotico.La colpa e della nostra costituzione.Incapaci che ci governano dalla fondazione di questa repubblichetta pulcinellesca.

janry 45

Mar, 03/09/2013 - 14:31

Il controllo delle spese da parte del fisco comincia a dare i primi risultati,gli evasori o chi ha semplicemente paura del fisco comincia a ridurre le spese e a mettere i soldi sotto il mattone, aspettando tempi migliori per poterli spendere.In questo modo l'evasione per la sua parte negativa continuerà indisturbata e quella che chiamerei positiva in quanto movimenta il mercato e con esso il gettito d'Iva resterà ferma.Ma che bravi i nostri economisti, un sistema migliore non lo potevano trovare, specialmente in questi tempi di crisi, in cui più di tutto servono gli acquisti.

m.m.f

Mar, 03/09/2013 - 14:38

QUESTO MONTI CHE CISSA' PERCHE' HA ANCORA IL PERMESSO DI PARLARE,SCOMMETTO NON LO AVEVA PREVISTO..............

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Mar, 03/09/2013 - 14:41

@LIBERTA 75 : TRANQUILLO LUIGIPISIO HA APPENA ACCESO IL PC .....

Noidi

Mar, 03/09/2013 - 14:52

@marforio: Guardi che fino al 1980-1990 (dal 1945) l'Italia aveva fatto dei passi enormi. Prima era un paese prevalentemente agricolo ed è riuscita ad entrare tra i grandi paesi industrializzati. L'Italia è stato paese fondatore dell'Europa. Fino a 30 anni fà eravamo alla pari con Francia, Germania, Inghilterra, se non messi meglio. Si chieda piuttosto perchè l'Italia si è fermata quando gli altri hanno fatto sacrifici, ad ogni livello, mentre noi siamo rimasti a guardare, costituzione o no. Quella c'era anche nei periodi di grande crescita dell'Italia.

wotan58

Mar, 03/09/2013 - 15:01

Dbell56, corretto! Qui perdiamo tempo a dissertare sulla moneta, ma fra poco torneremo a scambiare le merci con le conchiglie e le perline. La spesa pubblica, secondo standard degli ultimi anni, è continuata a salire anche nel 2013 ed il fabbisogno è quasi raddoppiato, nel frattempo le tasse continuano ad aumentare. Dimezzati gli sgravi per le polizza vita, ci prepariamo alla nuova raffica di aumenti ed alla service tax che farà rimpiangere l'imu. Il buon Carletto Marx, se resuscitasse, potrebbe fare uno stage di comunismo reale alla corte di Fassina e Brunetta.

Libertà75

Mar, 03/09/2013 - 15:24

@payback59, non è ancora arrivato, ma neanche qualche libero pensante che di solito ringrazia Monti per il lavoro fatto

Duka

Mar, 03/09/2013 - 16:10

Purtroppo siamo guidate da farlocchi anche un bel po' ignoranti. Non capire che IL PRIMO GUADAGNO E' IL RISPARMIO è davvero allucinante. Capisco che per risparmiare occorre mettere le mani in TASCA dei PARLAMENTARI ma è giunta l'ora e così OCCORRE FARE senza perdere altro tempo sperando di non essere già fuori tempo massimo.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mar, 03/09/2013 - 16:58

Libertà75.... la colpa è di chi ha governato negli ultimi 20 anni e tuut'oggi governa..... il resto sono chiacchiere.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 03/09/2013 - 17:35

nessuno può fare impresa o libera professione con la pressione fiscale del 65% inoltre il popolo è senza soldi poichè derubato dai vari balzelli dello Stato, Regione e Comune, accise a gogò sui carburanti + cari del pianeta. Italia è un Paese morto popolato da zombie

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Mar, 03/09/2013 - 17:49

L’Italia è stata ‘SEDATA’ mediaticamente dal 2008 SUI PERICOLI D’ UNA CRISI ECONOMICA GIA’ in atto, dalla sua evidenza e dai conseguenti pericoli CHE AVREVVE CREATO. Il ‘SOLITO INDAGATO’ per interesse d’ immagine personale ha mandato anche il suo elettorato ad affrontare qualcosa che poteva essere limitato in tempo. Ha SPROLOQUIATO di un Italia economicamente SANA e non soggetta a crisi FUTURE. ECCO IL RISULTATO, SIAO PARTITI PER ULTIMI SUL RISANAMENTO E NE PAGHEREMO LE SALATE CONSEGUENZE

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 03/09/2013 - 18:06

Grazie monti, grazie napolitano, grazie letta! dobbiamo spargere fiori davanti al vostro cammino e onorarvi, perchè siete stati e siete proprio degli esempi di oculata e saggia amministrazione. Continuate così: solo da una catastrofe totale potrà venir fuori un evento traumatico, senza il quale non ne usciremo mai.

antiom

Mar, 03/09/2013 - 18:07

Come non constatare mentre la casa, metaforicamente, brucia i vigili del fuoco, invece di spegnere l’incendio, fanno baldoria gozzoviglia proprio come sta facendo, anche, quest’ultimo governo: per la prima volta di larghe intese, di coalizione destra-sinistra, sulla scia del poco o nulla prodotto di veramente sostanziale, di quelli succedutosi dal 1946. Intanto che scribacchini della stampa sinistra, --che definirli vigliacchi è riduttivo-- politici improvvisati tanto al chilo, magistrati e protagonisti dei poteri forti si scagliano gli uni contro gli altri, prendendo di mira il solo unico “delinquente” che l’Italia si ritrova, come il caso Violante sta a dimostrare: gli zingari ed extracomunitari fanno i comodi loro per il buonismo strumentale ed ipocrita o quanto meno per la superficialità e poco lungimiranza degli stessi, soprattutto della presidente della Camera, sig.ra Boldrini. Nonostante che sempre più spesso non passi giorno che romeni alla guida di macchine potenti con patente sequestrate, investono e uccidono pedoni. Ahimè, l’Italia affonda sempre più, ma i privilegi delle caste amministrativa, politica e giudiziaria restano: col risultato di milioni di disoccupati, di migliaia di cassaintegrati e non pochi esodati. Con l’amara prospettiva del depauperamento di industrie che de localizzano per la vergognosa incidenza fiscale vicina al 70% In questo contesto appare paradossale che l’Italia si organizzi a favorire l’invasione extracomunitaria con la disponibilità, in qualsiasi ora del giorno e della notte, della marina, guardia costiera e guardia di finanza ad accendere i motori, con ordine di chi, non ci è dato di sapere: per andare in “soccorso” a quanti non si possono definire, assolutamente, naufraghi, con tutte le conseguenze economiche e sanitarie che ne derivano e, alla lunga quella della sicurezza degli italiani stessi. In questo scenario preoccupante non si riesce più ad amare questo nostro disgraziato Paese! Il cui Presidente, vecchia cariatide del comunismo, ha affermato di sentirsi più leggero e soddisfatto per aver nominati 4 senatori a vita di cui una appena 51enne. La soddisfazione di “aver riempito un vuoto che malinconicamente si era formato”: gli deriva dalla totale disconnessione dalla realtà, tipica di chi è sempre vissuto da parassita pubblico. Non tutti i giornali danno notizia di questa incongruenza che ha fatto pensare alla longevità della Montalcini. Questo perché la comunicazione, per nulla informativa ed educativa, è una corporazione massmediatica non indipendente, ma strettamente aggregata al potere politico storicamente dominante: al punto dall’essere diventata essa stessa una lobby. In cui è difficile stabilire da dove l’una è sottoposta all’altra nell’interscambio affaristico clientelare, di cui paradigmatico è quello del mondo bancario e delle coop rosse, di atavica propensione sinistra. In questo coacervo di interessi, di discrezionalità e autoreferenzialità, Repubblica che pure ha un padrone, di cui sono servi il fondatore, direttore e tutta la redazione, né è la massima espressione: che, ahimè, rappresenta una delle principali causa al ché le cose in Italia non vanno bene, per il plagio e la strumentalizzazione che esercita sui suoi sprovveduti e benestanti lettori, che diventano la palla al piede al Paese!

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 03/09/2013 - 18:07

per tre ANNI si è negato tutto ringraziamo il buon governo del condannato per il lavoro fatto

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 03/09/2013 - 18:10

Ma andra' pure peggio, sempre peggio. Non ci sono motivi logici perche' vada meglio, tassazione folle, schiavi dell'europa che ci munge per il fondo salvastati, le imprese delocalizzano, disoccupazione, una classe politica immonda, e sopratutto nessuna fiducia da parte di nessuno su niente.

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 03/09/2013 - 18:24

per tre ANNI si è negato tutto ringraziamo il buon governo del condannato per il lavoro fatto

swiller

Mar, 03/09/2013 - 18:28

Tutto questo grazie a partire al napoletano e tutti i politici e pubblici amministratori, un'autentica banda di incapaci e ladroni legalizzati.

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 03/09/2013 - 18:30

. Il RACCONTA STORIE "La crisi non è così tragica, sono i media che esagerano" (07/03/2009) - "La crisi è alle spalle, è iniziata la risalita, ma è lenta" (11/03/2010) - crisi catastrofica? Invenzione di sinistra e media (17/05/2009) la colpa è di chi ha governato negli ultimi 20 anni..... il resto sono chiacchiere

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 03/09/2013 - 18:35

"La crisi non è così tragica, sono i media che esagerano" (07/03/2009) - crisi catastrofica? Invenzione di sinistra e media (17/05/2009) - "La crisi è alle spalle, è iniziata la risalita, ma è lenta" (11/03/2010) la colpa è di chi ha governato negli ultimi 20 anni..... il resto sono chiacchiere

franco@Trier -DE

Mar, 03/09/2013 - 18:43

Nessuno dice che è colpa della Merkel? Strano..

m.m.f

Mar, 03/09/2013 - 18:45

Il paese continua essere governato da personaggi di poco spessore.Gente che scappa, che non ha il modo ne la capacità di risolvere il problema delle spese della PA,della delinquenza ,della corruzione,della criminalità organizzata ect ect ect.Gente vecchia che farebbe bene a ritirarsi e sparire una volta per tutte. L'unica salvezza per questo paese sarebbe il commissariamento da parte di Bruxelles. Allora loro farebbero sul serio le riforme delle quali si ha bisogno.

meloni.bruno@ya...

Mar, 03/09/2013 - 19:14

L'Italiani hanno perso l'entusiasmo e si sono rassegnati,i quaquaraquà della politica con le loro genialità,non hanno fatto altro che far crescere il debito publico e mettere le tasse a gogò,facendo fuggire all'estero quello che rimaneva di buono dell'imprenditorialità,il peggio deve ancora venire.

antiom

Mar, 03/09/2013 - 20:23

mark 61. presumo che sia giovane d'età...Personalmente nel dirle che è da stupidi mettersi gli uni contro gli altri e, tenere sempre alta la barriera virtuale con schieramento contrapposto destra-sinistra: le dico che qualunque cosa, buona o cattiva, viene sempre da lontano. Diciasette, diciott'anni son un soffio specialmente se, come veramente è avvenuto, ci sono state forze e poteri superiori che hanno rallentato e impedito qualunque necessaria riforma.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mar, 03/09/2013 - 22:34

Tutti i politici italiani conoscono le riforme che andrebbero fatte, tutte impopolari ma che farebbero ripartire il paese. Il problema è che nessuno ha il coraggio di metterci la faccia. L'unica speranza per l'Italia è un commissariamento da parte della Troika.

janry 45

Mar, 03/09/2013 - 22:35

Mark61 ed era vero quello che diceva Berlusconi,perché nonostante che Monti abbia fatto delle emerite caxxate,i ristoranti sono ancora pieni e le agenzie turistiche vendono tutto quello che offrono,quelli che stanno male, che la sinistra ci fa vedere tutti i giorni nelle sue trasmissioni televisive, sono sempre gli stessi che bene non ci sono stati mai, grazie proprio alla politica della sinistra e dei sindacati.

CALISESI MAURO

Mar, 03/09/2013 - 23:34

mark 61: la crisi e' nata 40 anni fa col 68, cioe' l'era dei diritti senza doveri. Ora abbiamo una classe politica indegna da qualunque parte la si guardi, perche' nessuno da 40 anni ha fatto una politica nazionalista che non vuol dire sparare agli altri, ma badare ai propri interessi. Vi siete / ci siamo bevuti il cervello con le minchiate, adesso si paga. Tuttavia vorrei farle presente che fino all'ultimo governo Berlusca non si volava certo ( ci voleva ben altro) ma almeno non si affondava come adesso. Chi ha silurato la nave e' chi ha tradito gli italiani correndo a berlino a ricevere ordini. Gli anglo da par loro ci spolperanno vivi. E la sx pensa alle nozze gay e al voto agli immigrati come priorita', ma per favore !! Prepararsi alla raccolta delle patate sta arrivando il tempo.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 04/09/2013 - 00:20

Questo è il logico risultato di una sinistra che non sa fare altro che sabotare il nostro paese. Si sono spese enormi energie per mettere in piedi una scriteriata guerra contro Berlusconi. LA SINISTRA INSEGUE SOLO LA PRESA DEL POTERE ANZICHE' COLLABORARE ALLA SOLUZIONE DEGLI ENORMI PROBLEMI CHE CI AFFLIGGONO.

oiramissor

Mer, 04/09/2013 - 01:19

le imprese che rimangono in italia muoiono, quelle che vanno all'estero sopravvivono....non mi dite che abbisogna andare all'universita' per capire perche'. La ripresa non la si vuole perche' ingrassa i politici e le banche la malapolitica di sx i sindacati hanno affossato l'italia e il capro espiatorio e' stato individuato in Berlusconi che solo per continuare a dare a mangiare a piu' di 25 mila famiglie meriterebbe di essere beato.

franco@Trier -DE

Mer, 04/09/2013 - 16:24

Mi sembra che al governo Monti non ci sia più non è per caso che lo rivolete?