"Ogni italiano ha un debitopari a 32.300 euro Record raggiunto con Monti"

Secondo i calcoli di Adusbef e Federconsumatori il debito pubblico è aumentato in un anno di 998 euro per italiano (2.723 a famiglia), raggiungendo complessivamente quota 32.300 (88mila a famiglia). Sotto il governo del Prof la crescita più consistente, pari a 15,5 miliardi al mese

Cresce il debito che grava sugli italiani. Da febbraio 2011 a gennaio 2012 il debito pubblico è passato da 1.875,917 a 1.935,829 euro, con un aumento di 59,912 miliardi. Diviso per i 60 milioni di italiani, neonati compresi, l'aumento è pari a 998 euro (2.723 euro a famiglia). La stima è stata fatta da Adusbef e Federconsumatori. Il dato complessivo, come ricordano le due associazioni, parla di un debito pari a 32.300 euro per ciascun italiano, in media 88mila euro a famiglia.

Con questa cifra - poco più di sessanta milioni di vecchie lire - cosa potremmo fare? Comprare una macchina di grossa cilindrata, una cucina di design, o magari dare l'anticipo per un piccolo appartamento. Al governo Monti va il record dell’esecutivo che, negli ultimi 15 anni, ha registrato la più consistente crescita mensile del debito pubblico, pari a 15,4 miliardi. Aumento dovuto, a onor del vero, soprattutto a causa dei forti interessi per i livelli raggiunti dallo spread negli ultimi mesi.

Una crescita esponenziale

Dal 1996 in poi, sottolineano Adusbef e Federconsumatori, gli incrementi del debito pubblico sono andati crescendo di volume: il primo governo di centrosinistra (1996-2001) ha proceduto a colpi di 2,7 miliardi di euro al mese. Col successivo governo Berlusconi (2001-2006) siamo arrivati ad oltre 3,8 miliardi al mese. Il secondo governo Prodi (2006-2008) ha ritoccato le emissioni portandole a 3,9 miliardi al mese. Con l’ultimo governo Berlusconi (2008-2011) l’incremento ha superato i 6 miliardi al mese. Ma sotto il governo Monti la cifra è addirittura raddoppiata arrivando a quasi 15,5 miliardi di euro al mese.

Che fare per ridurre il debito

Le due associazioni di consumatori non si limitano a fare i conti ma ricordano anche quella che, a loro avviso, è la ricetta necessaria a ridurre il debito pubblico: la soluzione "passa per la vendita dell’oro e delle riserve di Bankitalia, non più necessarie a garantire la circolazione monetaria, la lotta agli sprechi ed alla corruzione, i tagli dei privilegi ovunque siano annidati, il tetto agli stipendi dei manager pubblici, la sostituzione delle auto blu in tutti i settori (nessuno escluso) con l’abbonamento ai servizi pubblici di trasporto locale e nazionale, la riduzione dei finanziamenti pubblici ai partiti".

Più prestiti a famiglie e imprese

E per rilanciare l’economia? "Occorre finalizzare almeno il 50% dei prestiti triennali di 251 miliardi di euro, che le banche hanno ricevuto dalla Bce al tasso dell’1%, costituendo un fondo straordinario per ridare ossigeno alle famiglie ed alle imprese strangolate, ad un tasso non eccedente il triplo, introdurre l’accisa mobile sui carburanti per impedire un surplus fiscale (ben 4 miliardi di euro negli ultimi anni incassati dallo Stato), congelare l’aumento dell’Iva previsto dal 1 ottobre dal 21 al 23% ed i rincari dell’Iva intermedia che vanno a gravare sui beni di prima necessità".

Commenti

laura

Dom, 18/03/2012 - 14:46

Dalla teoria alla pratica c'e' un abisso. I professori farebbero meglio a fare il loro mestiere, a scuola. Questo governo ci porterà' dritti al fallimento. D'altronde Monti era quello che citava la Grecia, come esempio per elogiare tutti i pregi dell'Europa e de''EURO, quindi non sorprende che ci porti su quella strada. Passi Casini (la DC e' sempre stata brava a comprare voti in cambio di pensioni, posti statali, insomma a suo di debito) passi il PD e Napolitano (la sinistra, si' sa, e' maestra di tasse) quello che fa più' schifo e' il PDL che appoggia un governo che fa il contrario di quello per cui furono eletti. P.S. Adesso arrivano, a frotte, altre bocche da sfamare, dall'Africa. Aumentiamo il debito o le tasse?????

silvano45

Dom, 18/03/2012 - 15:01

era logico i geni tassano tassano tassano ma auto blu ne tagliono 1 e ne scoprono 100000 i grandi manager vedi presidente inps 24 incarichi e 1200000 euro di stipendio rapinano questo paese,si lo rapinano perchè non si può dare ad un *******azzo 10 volte più dello stipendio di obama e pensare che copra 24 incarichi bene.Befera lo stesso e dopo anni di guida fallimentare a equitalia ora scopre i bollini blu che schifo di idea che schifo di persona,ogni sera alla tv si scoprono sprechi e furti ma nessuno interviene ,ogni cretino di politico trova soldi per aereoporti metropolitane palazzetti ospedali che non aprono mai:E la corte dei conti cosa fa dorme?Quindi non cè speranza o una sola andare in piazza ecacciali via tutti e fare come alla rivoluzione francese

mallmfp

Dom, 18/03/2012 - 15:14

sono rimasto senza un soldo. ho famiglia a carico e tre figli. Non riesco più a pagare l'affitto di casa. ieri mi è arrivata la cartella equitalia da 36.000 euro. Che dire. nel 2008 è iniziata la crisi e con il suggerimento del commercialista ho sospeso il pagamento dell'IVA rimandandolo più in la. Quindi passato un anno non si può più fare nulla e ti arriva la multa del 50% + gli interessi. Rendo noto che molti clienti non mi hanno pagato le fatture per le quali dovevo versare l'IVA. Oltre al danno la beffa. Se posso dare un suggerimento al governo monti e se potete dire di far qualcosa in tal senso ve ne sono grato. Ovvero: quando emettiamo una fattura chiediamo al cliente di pagarla su un conto della banca. bene quando arrivano i soldi sul conto allora la banca trattiene l'IVA e la versa allo stato . Ovvero si fa da sostituto di imposta. Perchè ? perchè così si vede come funziona veramente il paese. Grazie se pubblicate. Grazie se inoltrate al governo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 18/03/2012 - 15:37

E, aggiungo io, abolire l'art.18 per i dipendenti pubblici, consentendone il licenziamento per manifesta incapacità o per assenteismo... a tutti i livelli. Ma, ovviamente, nessun governo lo farà mai, perchè in realtà comanda l'apparato e loro sono solo le facce messe lì da elezioni democratiche (almeno, questo crediamo noi) o addirittura da un commissariamento effettuato per volere dello stesso apparato. Si parlava di accorpamento delle aliquote irpef, di diminuzione delle tasse, di provvedimenti a favore della crescita: tutte inutili e vane promesse. Questo è il governo degli annunci, altro che quello precedente! Intanto, però, gli aggravi fiscali e l'innalzamento dell'età pensionabile sono realtà e quelli si applicano puntualmente, senza pietà. E il pdl "appoggia". Grazie, cavaliere!

uggla2011

Dom, 18/03/2012 - 15:46

Per quanto riguarda le ipotesi per ridurre il debito,le due associazioni chiudano il libro dei sogni perché nulla di ciò che propongono verrà mai realizzato. Si prepari piuttosto,chi ha dei risparmi e non é ancora riuscito a spenderli,o a portarseli a casa,ad un superprelievo forzoso nottetempo.E' la sorpresa,forse l'ultima,che gli sciagurati che comandano,ci prepareranno, ma l'unica soluzione.......

Ritratto di Riky65

Riky65

Dom, 18/03/2012 - 15:56

Che fare per ridurre il debito? Abbattere Monti !

Ritratto di Snefer

Snefer

Dom, 18/03/2012 - 16:17

Eh si.. sicuramente la colpa è di Monti... Sig. Ricky65 si legga tutto l'articolo e non solo il titolo

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 18/03/2012 - 16:47

Quanto ci sono costati in questi ultimi anni i milioni di "migranti" entrati in Italia?Chi ha mantenuto il loro costo assistenziale,di "accoglienza"?Il vantaggio che ne ricavano gli "imprenditori",nell'utilizzare "quelli REGOLARI", a costi ridotti,più il costo degli "irregolari",lascia sul gobbo di ogni Italiano tutti i gli altri costi,altro che ricchezza!Ricchezza per chi?Per quelli che li utilizzano,li usano,si avvantaggiano direttamente della loro presenza,ma tutto il resto dei costi?Fate due conti e vedrete che numeri escono..... Conosco un PAESE che impiega "migranti",a tempo decisamente determinato,laddove tutte le spese di permanenza,si alloggio,mediche,quant'altro,sono a carico di chi li ingaggia,senza una spesa a carico del loro SISTEMA.Non solo anche la responsabilità,se qualcuno di questi "sgarra",va a carico di chi ha "sponsorizzato" il loro ingresso,per cui...Come in Italia!Ogni bambino ITALIANO,nasce non con il "peccato originale",ma con questo debito,che aumenterà...

eloi

Dom, 18/03/2012 - 17:44

E'. Si . La spesa sociale è una spesa che si ascrive nei vari bilanci in rosso. Per carità non voglio dire che essa sia uno spreco però, uno sperpero si. Essa deve impegnare tutti, dico tutti noi a renderci utili per il bene della collettività. Solo un esempio: se venissimo utilizzati per il mantenimento del bene pubblico eviteremo agli enti locali di indebitarsi ulteriormente, oppure di dover trascurare il territorio, che poi sarebbe l'ambiente dove viviamo con le nostre famiglie Esisteva un tempo nel quali eravamo, anzi i nostri avi cedevano alle emministrazioni locali una piccola frazione del loro tempo chiamata: Opere di natura.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 18/03/2012 - 17:51

Che questo professore sia bravo con i numerelli dello spread magari sara' anche vero, ma del paese reale non capisce un c.zzo. Ma la colpa e' dell'incapace o dei cialtroni che lo sostengono : pdl, pd, udc, fli e il sacerdotiere del colle?

masbalde

Dom, 18/03/2012 - 18:50

Quindi ogni straniero che chiede la cittadinanza italiana automaticamente sottoscrive la sua quota di debito pubblico: è corretto? Allora che venga formalmente fatto da chi si occupa di concedere tale cittadinanza, anzi che vengano chieste garanzie di solvibilità o fideiussione bancaria o assicurativa oppure un versamento alla Cassa dello Stato. Penso che risolveremmo il problema dell'immigrazione, clandestina o legalizzata.

miky2010

Dom, 18/03/2012 - 18:50

alla faccia della sobrietà del ns. presidente del consiglio, illuminato dalla scienza economica. l' unico obbiettivo che ha raggiunto è quello di indebitarsi (sulla ns. pelle) di oltre 200 miliardi di prestiti della bce, tramite le sue amiche banche, per ridurre fittiziamente lo spread, che presto tornerà a risalire impetuosamente.

zio Fester

Dom, 18/03/2012 - 18:55

Contenere l'espansione del debito pubblico assomiglia a mantenere il livello in un recipiente bucato. E' inutile aggiungere liquido finché non si tappa il buco. A Berlusconi è stato impedito di lavorare e Monti non si sogna neppure di toccare il cero spreco pubblico (Enti inutili, burocrazia, finanziamenti a partiti e associazioni, milioni di dipendenti pubblici, 8064 Comuni, più di 100 Provincie, ecc.). Ora la gente soffre e il lavoro manca perché le imprese hanno perso competitività grazie alle tasse mentre i prelievi sulle persone fisiche tagliano i consumi. TUTTI I SACRIFICI SONO INUTILI! Occorre una sola cosa: TAGLIARE, TAGLIARE, TAGLIARE... (secondo il contatore dell'IBL ciascuno di noi, bimbi compresi, nel momento in cui scrivo ha raggiunto una quota di debito pubblico di 32.417 euro e fra qualche ora sarà già di più).

duxducis

Dom, 18/03/2012 - 19:08

Quei 32Mila euro a persona (bambini compresi) state sicuri che ve li scuciono a forza. Meglio che tutti gli italiani scendano in piazza per chiedere di smetterla di fare nuovo debito. Siamo all'assurdo che a una famiglia con 2 bambini verrà chiesto di intestarsi 160Mila euro di debito. E state certi che lo faranno, perché l'alternativa per i nostri politici è vedersi sequestrare i soldi che hanno segretamente imboscato nei conti esteri.

abocca55

Dom, 18/03/2012 - 19:38

Nel medio/breve periodo sono a rischio tutti gli stipendi, e quindi i posti di lavoro, e tutte le pensioni. Stiamo raggiungendo livelli pericolosi di non ritorno. Il Prof. Monti, nonostante le buone intenzioni, fallirà perché i costi della politica e della burocrazia, gli sprechi, i furti, l'immigrazione incontrollabile, l'idiozia senza freni dei buonisti, la violenza anarchica, ci stanno portando alla catastrofe. Ma quanti Italiani sono veramente coscienti di quello che sta succedendo? Il Paese è ormai ingovernabile!

voce.nel.deserto

Dom, 18/03/2012 - 20:05

Speriamo che non vadano alla Germania ma per risolvere problemi dell'Italia e dell'Europa più debole.

killkoms

Dom, 18/03/2012 - 21:23

che governo tecnico coi controcavoli!

roby55

Lun, 19/03/2012 - 00:16

Visto che i primi responsabili di questa situazione è la malamministrazione dei politici, dovrebbero cominciare con i loro sprechi e privilegi. Ma finora cosa è stato fatto?

egenna

Lun, 19/03/2012 - 06:14

Ma chi lo ha contratto questo debito,di certo non io. Cordiali saluti