Ora Emirates vola da Milano a New York

Dal primo ottobre Emirates, la compagnia aerea di Dubai, aprirà il collegamento quotidiano Milano-New York: è il suo primo volo transatlantico e ha scelto di operarlo da Malpensa, che già oggi è collegata tre volte al giorno, a Dubai. La notizia è importante non solo per la nuova offerta verso gli Usa, ma anche sotto il profilo infrastrutturale: l'aeroporto di Malpensa da anni intende diventare un punto strategico tra Est e Ovest del mondo tramite i «diritti in quinta libertà», cioè quelli che permettono di generare introiti da uno scalo diverso da quello della nazione d'origine. Nel 2009 era stata Singapore Airlines a chiedere i diritti per proseguire verso New York, ma le autorità italiane avevano autorizzato il volo solo nel 2012: troppo tardi, perché nel frattempo la compagnia aveva già ottenuto l'ok da Barcellona. Ora, dopo quella scottatura, il governo italiano ha dato il via libera in sei mesi, tempo record.
L'aereo proveniente da Dubai partirà per New York alle 16, con arrivo alle 19 ora locale; il ritorno decollerà da New York alle 22,20, con arrivo a Milano alle 12,15 (e sarà a Dubai alle 22,05). Sarà utilizzato un Boeing 777 da 310 posti, con tre classi (da Malpensa, Emirates sarà l'unica compagnia a offrire la «prima»). In Italia, Emirates potrà contare sulle connessioni offerte dalla Sea con il servizio ViaMilano, mentre negli Stati Uniti le prosecuzioni saranno garantite da JetBlue.