Oro e rame in retromarcia

Seduta al ribasso per il petrolio, il future del Wti è sceso nell'area dei 64 dollari al barile. I realizzi sono finalmente scattati dopo una serie di ripetuti record. Il mercato comincia a temere gli eventuali effetti negativi del caro-greggio sul ciclo economico mondiale. In retromarcia anche i metalli. Tra i preziosi, l'oro ha chiuso in calo a 442 dollari l'oncia. Tra i metalli di base, l'aumento dell'11% delle scorte di rame ha contribuito a ricondurre i prezzi sotto quota 3.600 dollari.