Parte la guerra delle tariffe dall'estero

Parte una nuova «guerra delle tariffe» tra i gestori italiani. In realtà i contendenti, visti i conti in rosso, di questa ultima battaglia sul roaming (ossia sui costi della telefonate dall'estero)ne farebbero volentieri a meno. Ma a spingerli sulla strada dei tagli è arrivata ancora una volta la scure dell'Authority europea che dal primo luglio, darà una bella sforbiciata alle tariffe di roaming nel Vecchio continente.
Queste ultime, infatti, passeranno da 35 cent al minuto a 29 per il traffico voce in uscita, da 9 a 8 cent per quelle ricevute e da 11 a 9 cent gli sms. Notevole la sforbiciata sul traffico dati che passerà da 87 a 55 centesimi per megabyte ricevuto. Che, comunque, non è poco dato che per scaricare una fotografia all'estero, il costo sarebbe intorno a 3 euro. In realtà, la sforbiciata è solo un assaggio di quello che vuol fare il commissario europeo Neelie Kroes che punta ad abolire le tariffe di roaming entro il 2016. Certo, i gestori di telefonia mobile faranno la loro brava resistenza ma, nel frattempo, chi ha molte consociate estere, come Vodafone, prova a proporre nuove tariffe a prova di smartphone, i telefoni intelligenti che però sono avidi divoratori di megabytes. Per venire incontro a quel 44% di possessori di smarphone che appena sbarcati all'estero erano costretti a interrompere il traffico dati per evitare di pagare troppo, Vodafone ha elaborato così la nuova tariffa Smart Passport che si attiva con 3 euro al giorno e prevede 50 minuti di chiamate (25 in entrata e 25 in uscita) 50 sms ma sopratutto 500 Mb di navigazione Internet a velocità piena. L'opzione, attivabile per tutte le ricaricabili, è però compresa nella tariffa più alta di Vodafone Relax, quella da 59 euro mensili. Inoltre, c'è anche un Internet Passport che offre la navigazione illimitata per 6 euro al giorno. Più prudenti i concorrenti.Tim offre in viaggio Full con 25 Mb di traffico al giorno per 3 euro e chiamate (senza contributo, a 16 cent al minuto. La tariffa è valida anche per gli Usa come quella di Wind che propone una «all inclusive» per 120 Mb di dati e 120 minuti di voce a 7 euro alla settimana ma solo agli abbonati. Per le ricaricabili 2 euro al giorno per 30Mb. Quanto a «3», pratica le stesse tariffe nazionali dove c'è la sua rete all'estero, come ad esempio in Inghilterra. In questo caso la navigazione dati diventa la più conveniente.
Dal 1 luglio dell'anno prossimo è previsto dall'Ue un altro taglio: le telefonate potrebbero scendere a 5 cent al minuto e il traffico dati a 20 cent per Mb.

Commenti

franco@Trier -DE

Gio, 27/06/2013 - 20:07

Io consiglierei di fare qualche bella foto alla Dott.ssa Merkel la divina, il cervello della Europa.Io per telefonare pago 2 centesimi al minuto in tutto il mondo.

cgf

Ven, 28/06/2013 - 13:14

però il Giornale lo legge a scrocco, vuol mettere?