Parteattiva, la forza dell'associazionismo per le partite iva

Il 25 novembre, presso la sede di Milano in corso Venezia, 37, sarà possibile scoprire i passi che l'associazione ha compiuto finora

È vero che ci vuole del coraggio, oggigiorno, per decidere di lavorare autonomamente, ma la chimera del lavoro fisso sembra sempre più sfocata. Del resto, esiste un vero e proprio mondo delle partite Iva che si adopera per godere delle opportunità offerte dal mercato attuale, sia italiano, sia straniero.

Poiché l’unione fa la forza e comprendendo che l’associazionismo in Italia è una scelta, il più delle volte, vincente e proficua (oltre che obbligata), una parte di queste «partite Iva» si è trovata a condividere programmi interessanti volti a costituire un grande soggetto pubblico nazionale che possa, da una parte, difendere i diritti degli associati e, dall’altra, creare opportunità favorendo relazioni personali e professionali all’interno dell'organizzazione stessa.

È lo spirito che alimenta Parteattiva che, nata come realtà associativa trasversale, consentendo al lavoratore indipendente di uscire dalla marginalità nella quale era stato finora confinato, punta ad acquisire una voce per partecipare alle politiche territoriali e nazionali di sviluppo dell’attività imprenditoriale del nostro paese.

Il 25 novembre, presso la sede dell’Associazione in corso Venezia, 37, dalle ore 17, sarà possibile scoprire i passi che Parteattiva ha compiuto finora con la presentazione di «case history», prospettando anche nuove opportunità di business finalizzate ad incentivare il network imprenditoriale. Non trattandosi di un’associazione di categoria, Parteattiva accorpa e mette in contatto investitori e imprenditori, favorendo, così, un sistema di relazioni personali e di progetti di business.

Durante il workshop, Parteattiva e i loro associati si presteranno a favorire operazioni finanziarie per facilitare le Pmi italiane che potranno orientare i loro interessi, e non solo in Italia, ma anche sfruttando il ventaglio di opportunità di business che possa offrire, ad esempio, un paese come la Repubblica Dominicana (tra i relatori Cosimo Cannizzo, funzionario Camera di Commercio Italia - Rep. Dominicana), dove le nuove riforme del Paese ne hanno rilanciato l’economia.

E che dire della Flat Tax che, adottata da numerosi Paesi dell’Est, ha dato effetti positivi? Durante il workshop, ci si potrà confrontare con l’esperto Massimo Imperato, anche su questo sistema fiscale che rappresenta, per tanti versi, un ottimo stimolo per l’economia.