Pensioni, "Ape" al via dal 1° maggio: ​servono 35 anni di contributi

L'Anticipo pensionistico scatta dall'1maggio 2017. Prende dunque il via la riforma per l'uscita anticipata dal lavoro

L'Anticipo pensionistico scatta dall'1maggio 2017. Prende dunque il via la riforma per l'uscita anticipata dal lavoro. Dopo l'incontro tra sindacati e governo, il segretario confederale della Uil, Domenico Proietti ha comunicato le linee guida delle nuove norme per l'uscita anticipata. Il tetto per ottenere l’anticipo pensionistico senza penalizzazioni sarà di 1.350 euro di reddito personale lordo. "La cosiddetta Ape Social si potrà chiedere se si ha una soglia di reddito compresa fino a 1.350 euro lordi - ha detto Proietti -. Il lavoratore non paga niente, interviene lo Sato". I sindacati chiedono, però, che tale livello sia alzato. Le misure sulle pensioni - ha riferito Proietti - saranno inserite nella legge di stabilità.

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini, ha confermato ai sindacati che il governo stanzierà 1,5 miliardi nel 2017 e 1,6 nel 2018 per complessivi sei miliardi nel triennio. "Nelle intenzioni del governo - ha riferito ancora Proietti - la rata di rimborso per l’Ape (Anticipo pensionistico) volontaria sarà del 4,5/4,6. L’esecutivo ha assicurato che saranno stanziate le risorse necessarie «che dovrebbero essere contenute", ma non ha fornito cifre specifiche. All’Ape sociale potranno accedere coloro i quali hanno svolto lavori gravosi, come maestre della scuola dell’infanzia, lavoratori edili, macchinisti, infermieri di sala operatoria; dovranno aver maturato 30 anni di contributi in questi mestieri se disoccupati e 35 anni se attivi.

"Abbiamo chiesto di ampliare la platea - ha riferito Proietti - e di limare gli anni di contributo. La discussione è ancora in corso". Il sindacalista si è detto invece "soddisfatto di quanto ottenuto per i lavoratori precoci: chi ha iniziato a lavorare prima dei 19 anni e ha 41 anni di contributi, se disoccupato e se ha svolto lavori faticosi potrà andare in pensione. Bene, infine - ha concluso - l’eliminazione della penalizzazione per chi è andato in pensione prima dei 62 anni".

Commenti

lupo1963

Ven, 14/10/2016 - 10:57

1300 euro lordi,35 anni di contributi. Vedrete che tra poco arriveranno altri semplici requisiti.Come saper recitare (al contrario)tutti i canti della Divina Commedia stando in equilibrio su una mano sola nella posizione della verticale salendo le scale facendo giochi di prestigio con le carte con la mano libera.

conviene

Ven, 14/10/2016 - 11:15

Finalmete una notizia o meglio un provvedimento, che non sarà criticato. Ma ne dubito fortemete

gneo58

Ven, 14/10/2016 - 11:56

.......coloro i quali hanno svolto lavori gravosi, come maestre della scuola dell’infanzia, lavoratori edili, macchinisti, infermieri di sala operatoria........ ????????? MA CHE C...O DI LAVORO GRAVOSO E'"maestra nella scuola dell'infanzia ? lasciamo stare il resto - questi non sanno nemmeno di cosa parlano.Fatemi capire io che sono quasi 40 anni (quaranta) che mi alzo al mattino alle 6 e rientro la sera alle 8 (e non l"lavoro" nel pubblico) "corro" come un pazzo tutto il giorno e devo farmi ancora 3-4 anni buoni buoni di lavoro e ci sono maestre d'asilo che se ne vanno in pensione con la spinta ? - buffoni - per conviene - ancora una volta non hai capito niente !

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 14/10/2016 - 12:09

Chi stava aspettando per il 1° gennaio 2017 l'entrata in vigore del provvedimento avendone bisogno già dall'anno scorso o prima ancora, in quanto disoccupato senza reddito, scopre oggi che sarà dal 1° maggio 2017... Altri 4 mesi in più da sopportare tirando cinghia e trattenendo il fiato. Ormai il barile non ha più fondo a forza di raschiare...

Ritratto di Silver58

Silver58

Ven, 14/10/2016 - 12:12

L'offesa all'intelligenza degli Italiani continua, abbiamo finalmente l'APE SOCIAL a costo zero, cioè viene riconosciuta l'attività usurante per Macchinisti, Infermieri, maestre d'Infanzia, lavoratori sui ponteggi ecc. ma...ma... non devono superare 1350 € lorde, ahahah che ridere! Qualcuno conosce un infermiere, una maestra che percepisce quella cifra lorda? Non esistono naturalmente! (questi sn lavoracci che per fortuna sn pagati discretamente) Ecco una bella legge a favore di nessuno, ma che cmq i media guidati da sti infami pubblicano dipingendo Renzi come un Robin Hood. Non vedo l'opra che arrivi il 4 dicembre un bel NOOOO a ste riforme è il minimo per i sudditi che hanno conservato una certa dignità.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 14/10/2016 - 12:34

Un altro schifo, peggiore, se possibile, della stessa legge fornero. E chi è andato in pensione a 35-40 anni non si tocca, perché il loro è un "diritto acquisito".

ghorio

Ven, 14/10/2016 - 14:07

L'Ape ,da non confondere con il veicolo di moda negli anni 60 nei paesi di montagna che ha fatto la fortuna della Piaggio, è una presa in giro per i lavoratori interessati. Se si vuole favorire i nati dal 51 al 53 , penalizzati dalle norme in vigore, bisogna consentire loro di andare in pensione senza penalizzazioni. Il recupero dei soldi necessari si ottiene eliminando i privilegi dei lavoratori in servizio, le categorie sono note anche al mpondo dell'informazione che fa finta di niente ,oltre a quelli dei politici e dintorni.

Ritratto di ohm

ohm

Ven, 14/10/2016 - 14:25

Bravi un'ottima riforma.....a fine Maggio 2017 aspetto le % delle perso n e che ne hanno usufruito.......ve lo dico io in anticipo ...2% cioè quelli disperati!

bruno1959

Ven, 14/10/2016 - 15:19

E dire che fino a ieri l'ape era il mio insetto preferito!

flip

Ven, 14/10/2016 - 16:52

mi stà benissimo che uno dopo 30 anni di lavoro e dopo aver versato migliaia di euro nelle casse dell' inps vada meritatamente in pensione. però la pensione che percepiranno è molto, molto poca rispetto al versato e non basta. E allora? se uno ha cominciato a 20 anni a lavorare, a 50 anni è ancora giovane. che fa? la vita si è allungata e come ho detto la pensione non basta. Una volta, con 2 milioni di lire eri un signore ed adesso, con 1000 euro netti sei un disgraziato. Se non hai la moglie che lavora o ha lavorato ti devi trovare un lavoro. punto e a capo. e sperare che duri.

orsobepi

Ven, 14/10/2016 - 17:03

A mio parere l'APE potevano non farla, così come è impostata non va bene (a mio giudizio). Avrebbero potuto fare una cosa relativamente semplice: chi ha maturato i 35 anni lavorativi può andare in pensione, ma se proprio vuole continuare a lavorare può procedere fino al raggiungimento dei 67/68 anni di età.

Ritratto di ohm

ohm

Ven, 14/10/2016 - 17:42

Conviene ....provoca provoca lo sai che lei sta prendendo in giro la gente onesta che si è fatto un c..o così per 40 anni per poi vedersi RUBARE una parte di pensione? ,,,,,si faccia furbo/a una volta per tutte e taccia per sempre!

Lucaferro

Ven, 14/10/2016 - 17:43

@Conviene, la smetta una volta per tutte di intervenire con argomentazioni al limite della demenza!

il veniero

Ven, 14/10/2016 - 18:27

insomma dopo 4 dolorose riforme pensionistiche inventano ...I PREPENSIONAMENTI ! W l'italietta .

flip

Ven, 14/10/2016 - 18:29

la storia dei 30 snni di lavoro è vecchia. molti anni fa fu emanato (credo un decreto) che dava la possibilità a chi aveva 35 anni di contributi versati di andare in pensione. e tanti hanno sfruttato questa possibilità. solo che a quell' epoca c' erano le lire ed uno con sarebbe è un poveraccio. ma al di là di questo, ultimamente c' è stata una bega insulsa e becera della sinistra che criticava fortemente questa disparità tra il contributivo ed il retributivo. adesso la tirano fuori loro girando le parole ma il significato è sempre lo stesso. ma se si volesse andare in pensione con 30 anni di contributi versati, i giovani entrano nel mondo del lavoro per compensare il salasso che deriva da questa forma di pensionamento considerando che la vita si è allungata di molto?

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 14/10/2016 - 19:02

Mo c'avete pure l'APE PIAGGIO Italiani!!!!lol lol Rido per NON piangere. #TUTTIACASACOLNO.

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 14/10/2016 - 22:47

Anzichè revocare la legge Fornero e rettificare tutti i danni che ha prodotto, questo governo di grandi intelligentoni, ha trovato la quadra ai problemi dell'Inps e ha chiesto ai futuri pensionati: "Volete andare in pensione?" "Bene, allora pagate!"

IVANKA

Mer, 26/10/2016 - 14:04

Dateci i soldi che abbiamo versato quando decidiamo di averli, LADRI!!!