Pensioni, così cambia l'uscita anticipata

Sarà possibile lasciare il lavoro fino a tre anni e sette mesi prima. Ne usufruiranno i lavoratori con 63 anni di età

I lavoratori potranno usufruire dell’Ape dall’eta di 63 anni: l’anticipo sarà di 3 anni e 7 mesi. È il risultato dell’incontro, da poco terminato al Ministero del lavoro tra i sindacati e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini. "Sessantreanni è la mediazione arrivata oggi, ma che era in viaggio da un pò di tempo", ha riferito il segretario confederale Cisl, Maurizio Petriccioli. "Il sistema - ha riferito il segretario confederale Uil, Domenico proietti - avrà una sperimentazione di due anni". La novità per chi vuole lasciare in anticipo il lavoro dovrebbe arrivare nel 2017. Di fatto permetterà a tutti coloro nati tra il 1951 e il 1953 di poter andare in pensione in anticipo circa uno, due o tre anni prima. Dietro questa scelta però c'è anche un pagamento di alcune spese.

Chi vuole lasciare il lavoro di fatto dovrà pagare di tasca sua richiedendo l'Ape e sottoscrivendo dunque un prestito previdenziale per la durata di 20 anni. Il costo potrebbe variare a seconda dell'ammontare dell'assegno pensionistico e in base alla durata dell'anticipo. Si rischia un taglio che potrebbe andare dal 4-5% fino a un massimo del 15%. Va inoltre precisato che l'anticipo pensionistico sarà invece gratuito per i disoccupati e per i lavoratori in condizioni disagiate. In questo l'anticipo potrebbe variare tra i 50 e i 60 euro al mese per 20 anni con una pensione di almeno mille euro con una richiesta di un anno per l'anticipo e a 150-200 con una richiesta di tre anni. Sull'ammontare della rata prosegue però il braccio di ferro tra governo e sindacati. Sempre Proietti spiega che potranno quindi andare in pensione anticipata coloro i quali hanno 63 anni nel 2017; la rata di ammortamento dovrebbe essere azzerata per le pensioni che arrivano a 1.200 euro netti. Per avere un quadro chiaro della situazione bisognerà attendere il prossimo incontro che avverrà il 21. La segretaria confederale della Cgil, Vera Lamonica, si è limitata a dichiarare: "Stiamo continuando a lavorare". In particolare, la parte che secondo i sindacati deve essere ulteriormente approfondita è quella che riguarda il pensionamento dei lavoratori precoci e di coloro che hanno svolto lavori usuranti: "Occorre definire meglio la platea e il bonus a contributivo". Proietti ha spiegato che potrebbero rientrare i lavoratori dell’edilizia, le infermiere di sala operatoria, le maestre d’infanzia e i macchinisti, attraverso un allargamento della normativa esistente. I sindacati hanno, inoltre, riferito che il sottosegretario Nanninici non ha ancora parlato delle risorse che il governo è pronto a mettere sul tavolo: "C’è una posizione positiva sulla 14esima - ha detto Proietti - e sull’equiparazione della no tax area per le pensioni dei lavoratori dipendenti".

Commenti

st.it

Lun, 12/09/2016 - 14:52

Facciamo che al momento di andare in pensione, tutto quanto versato: capitale più interessi venga restituito al contribuente, che ne disporrà come meglio reputa , questa eventualità stranamente non viene nemmeno considerata , non sarà mica che le casse dell'inps sono desolatamente vuote?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 12/09/2016 - 14:55

Quando un governo comincia a fare promesse, significa che siamo in campagna elettorale, ossia alla fine di tale governo. Tanto le spese le dovranno pagare quelli che arriveranno dopo, così si ha già lo spunto per fare opposizione: gridare contro perchè non trovano i soldi per sostenere le spese atte a mantenere le promesse fatte dal governo precedente.

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 12/09/2016 - 15:18

Non commento l’accordo raggiunto perché pessimo, ma voglio solo fare una previsione : andrà in pensione al massimo lo 0.3 % degli aventi diritto! (cioè più o meno cento persone in tutta Italia esattamente come l’anticipo del TFR!!!!) Ma chi è lo scriteriato che va in pensione facendo un debito per vent’anni per avvantaggiare le banche ?

altair1956

Lun, 12/09/2016 - 15:23

Chissà come saranno contenti quelli del 1954.

conviene

Lun, 12/09/2016 - 15:25

Quindi niente trappola di Renzi. Nessuna mensilità tagliata come scritto dal giornale poco tempo fa. Credo che la proposta del governo sia più che sostenibile.

flip

Lun, 12/09/2016 - 15:56

ritengo sia una mega truffa. pensateci bene. una volta presentata la domanda è difficile ritornare indietro. Perché pagare un balzello per andare in pensione?. Smetto quanto mi pare e voglio una pensione corrispondente ai versamenti che ho fatto. provvedo da solo a razionare il mio futuro nel caso pensassi di vivere più a lungo. Supponiamo: in 40 anni di lavoro ho versato (tra quanto mi hanno trattenuto in busta e quanto ha versato il datore di lavoro 400/500 mila euro (e qualcuno anche di più). All' Inps posso riconoscere una parte di questa cifra per l' eventuale assistenza sanitaria. ma il resto lo gestisco da solo. Le varie voci che attualmente gravano sulle pensioni di tutti, le pagasse il governo. io e tutti quelli come me, se lavorano, devono pensare solo allo loro famiglia e non anche al mantenimento di sfaticati.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 12/09/2016 - 16:00

E NO "CARA" professoressa15e25, le "trappola" c'è ma NON si vede. Perchè??? Perchè prima hanno fatto (sempre LORO) la legge Fornero per non farti andare in pensione, ritardandotela, ed ora ti fanno andare in pensione PRIMA basta che PAGHI!!! Ma forse il concetto NON è facile da "afferrare"!!!!lol lol AMEN.

mariacor61

Lun, 12/09/2016 - 17:11

Caspita che pensata! ora si che i pensionati possono andare tranquilli in pensione prima del tempo (a 60 anni suonati!!)....basta che se l'autofinanzino loro per tre anni....alé, tutti contenti e felici ora, visto che il nodo scorsoio è stato sciolto....

unosolo

Lun, 12/09/2016 - 17:36

infatti per convenienza questo governo farà fallire molte industrie , un governo che vuole i soldi fermi per falsare il bilancio , questa è truffa , potete fare due conti tramite i TFR e le ritenute IRPEF e vedrete quanti soldi incamera lo Stato , questo governo vuole solo soldi senza creare lavoro , fino ad oggi solo stagionali e parassiti , ma nessuno incentivo alle imprese , promesse ? tante ma la completa incapacità ci farà saltare il banco , abbiamo il debito che sale in fretta e tanto ma il governo non ne parla .ladri . ci stiamo indebitando lasceremo ai nostri nipoti una marea di debiti.

gallieno ferri

Lun, 12/09/2016 - 20:47

sono obbligAto a dare soldi a degli sconosciuti che lavorano in una societa' tecnicamente fallita Loro li custodiscono per decenni contro la mia volonta' e me ne ridanno una parte quando lo decideranno.

Una-mattina-mi-...

Lun, 12/09/2016 - 21:02

IL SISTEMA MIGLIORE PER L'USCITA ANTICIPATA è affidarsi ad un traghetto Africa-Italia, son pochi euro, ma vale la spesa. Dopo di che, con il trito Storytelling assurto a livello di "prova insindacabile", aspetta un fututo da vitellone pasciuto autocertificato, con eventuale ricongiungimento familiare ad libitum incluso, e vacanze al paesello

fft

Lun, 12/09/2016 - 23:43

st.it Io mi faccio un giro qui dentro ogni tanto per divertirmi a leggere una marea di commenti idioti. Prevedibili molto spesso. Tipo : leggi il titolo e gia' sai cosa scriveranno. Altre volte eccedono il canone e pensi: "azz tu guarda questo!". Ma il tuo e' davvero troppo.

giuseppe1951

Mar, 13/09/2016 - 06:48

Questa è un'altra truffa di Stato, come la rivalutazione, finita nella spazzatura pur a seguito di una sentenza.

giuseppe1951

Mar, 13/09/2016 - 06:51

Qualcuno si è mai chiesto, nel caso sottoscrivo un prestito per finanziare la mia pensione, questa mi viene data e dopo qualche anno me ne vado al creatore, il prestito che io avevo aperto verrà poi pagato dagli eredi?

sakai389

Mar, 13/09/2016 - 08:30

Idee brillantissime. Tuttavia, non hanno ancora pensato ad istituire una tassa sulle pensioni degli ultraottantenni, che vivendo cosi a lungo, oltre ad intralciare i giovani, appesantiscono il bilancio dell'Inps. Pensaci Boeri !!!!!!!' a .,

linoalo1

Mar, 13/09/2016 - 10:11

Cambia o,forse cambierà???Con Padoan e Renzi,non si è mai sicuri di niente!!!!

Duka

Gio, 15/09/2016 - 08:13

Così questo governo di truffatori ha interpretato l'ennesima TRUFFA DI STATO . Il presidente naturalmente tace.