Il Pescara lancia il prestito del tifoso ad alto rischio

Cosa ci si guadagna a investire nei bond del Pescara Calcio in vendita sulla piattaforma Tifosy? La promesse è di venire ricompensati con un tasso d'interesse del 5% annuo, per 5 anni. Più un 3% di bonus da spendere in gadget, biglietti, abbonamenti. A tutti è garantita la firma nella walk of fame del nuovo centro sportivo. E se il Pescara va in A? C'è una ricompensa del 25% sul capitale. Tifosy è una società di Londra, che aiuta le squadre sportive a reperire fondi. È stata fondata dall'ex attaccante della Nazionale Gianluca Vialli insieme al manager Fausto Zanetton, che è anche l'ad dell'azienda. Tutto avviene sul sito. E in questi giorni, sulla piattaforma online, si possono acquistare i bond del Pescara Calcio. Tramite Tifosy, il Frosinone ha raccolto 1,5 milioni per il suo stadio, il Benito Stirpe. Il Pescara, invece, vuole potenziare il settore giovanile del club e migliorare le strutture del centro sportivo. L'obiettivo è arrivare a 3 milioni di euro per scovare i Ciro Immobile e i Lorenzo Insigne di domani. Ma se non si raggiungono i 2 milioni, i soldi vengono restituiti. Con un investimento minimo di 500 euro, il prodotto è pensato non solo per i fedelissimi. E si può arrivare a 25mila euro o più. «L'investimento medio è stato di 5.900 euro», ha spiegato Nicola Verdun, responsabile del mercato Italia. «La maggioranza sono tifosi, ma ci sono investitori che hanno saputo dei bond attraverso i media e sono stati attratti dal rendimento». La campagna è iniziata il 7 ottobre scorso e si conclude il 16 novembre. L'investimento ha una durata di 5 anni e alla fine prospetta di restituire il capitale iniziale. Anche se non è garantito e bisogna mettere in conto che per amore della propria squadra si potrebbe perdere tutto. I bond sono inoltre a forte rischio di «illiquidità». Nel senso che è difficile cederli ad altri. Benché trasferibili agli utenti di Tifosy.com.