Pensioni, Poletti: "Contributivo per tutti? Tra le cento ipotesi"

"Il sistema contributivo per tutti, anche per chi ancora usufruisce in parte del retributivo, è una delle cento ipotesi possibili per la flessibilità in uscita". Ad annunciare la possibile riforma è il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti

"Il sistema contributivo per tutti, anche per chi ancora usufruisce in parte del retributivo, è una delle cento ipotesi possibili per la flessibilità in uscita". Ad annunciare la possibile riforma è il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, a margine della esentazione del progetto Durc on line. "Al momento non è escluso nulla fino a che non avremo fatto un approfondimento puntuale", ha aggiunto. Secondo il ministro, "sul tema della flessibilità in uscita ci sono tante variabili che riguardano l’efficacia, la finanza pubblica e l’equità. Vedremo in Consiglio dei ministri sulla legge di stabilità quali saranno le priorità", ha aggiunto.

E ancora: "Non c’è nulla di escluso finchè non avremo fatto un approfondimento puntuale su queste materie", ha spiegato il ministro, "sulla flessibilità in uscita ci sono tante variabili in campo: l’equità del sistema, l’efficacia e l’equilibrio della finanza pubblica. Vedremo in legge di stabilità quali sono le ipotesi, di temi aperti davanti ne abbiamo tanti", ha concluso.

Commenti
Ritratto di bergat

bergat

Gio, 21/05/2015 - 14:54

Ho lavoarto per 29 anni usufruendo del retributivo. Poi all'improvviso 10 anni fa mi sono trovato disoccupato e non ho trovato più lavoro. Non sono un esodato, ma uno che la legge fornero ha fregato brutalmente. dovrei andare in pensione a 67 anni, con una pensione decurtata per gli anni mamcanti di contributi(l'inps mi chiedeva di versare 1400 euro al mese anche se non avevo lavoro e io non li avevo certo da dare, vivendo dell'elemosina altrui). Ora quello che il sistema retributivo mi offre, dovrebbe essere riportato a una pensione sociale, per una legge che non vede i privilegi altrui? Mio figlio che lavora da pochi anni e che avrà solo una pensione calcolata col contributivo, lo ha saputo dall'inizio e ha avuto modo di iniziare una pensione integrativa. Quando invece io sono uscito dal lavoro a 55 anni, pensavo di ricollocarmi o tuttalpiù andare in pensione a 60 anni, e comunque a 55 anni, nessuna compagnia mi ha voluto accendere un contratto per una pensione integativa

Blueray

Gio, 21/05/2015 - 19:30

Questi sinistri vorrebbero fare le leggi ora per allora. Si incarteranno in una marea di ricorsi e di incostituzionalità. Purtroppo non abbiamo più politici seri, ma incompetenti per i quali il fine giustifica i mezzi

Duka

Ven, 22/05/2015 - 08:42

L'UOMO COOP HA PARLATO, ma nessuno ha capito.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 24/05/2015 - 00:29

E' un prodotto in vendita dalla SUA Coop: La porchetta di maiale.