Petroliferi in rialzo

La stabilizzazione della quota azionaria a Milano, dopo la bufera dei giorni scorsi, è avvenuta in modo soft, con un recupero intorno allo 0,2% per Mibtel e S&P/Mib, mentre l’AllStars ha chiuso ancora in zona negativa (meno 0,4%). A sostenere la Borsa sono state le performance di Eni, cresciuta dell’1,89% a 25,31 euro grazie alla spinta dell’oro nero che a New York ha superato quota 77 dollari, Erg (più 1,66% a 16,61) e Saipem (più 0,71% a 27,13). Deboli i titoli bancari con la Popolare di Milano (meno 0,67% a 10,43 euro), Ubi Banca (meno 0,43% a 18,42), Mps (meno 1,1% a 4,51), Unicredit (meno 1,1% a 6) e Capitalia (meno 0,88% a 6,73), che ha presentato la semestrale. Meliorbanca in rialzo di quasi l’8% su voci, poi smentite, di un interessamento dell’ex ad di Capitalia, Matteo Arpe. Tra le blue chip buona tenuta di Fiat (più 0,95% a 19,72 euro); in ripresa Enel (più 0,95% a 7,4 euro) alla pubblicazione dei conti semestrali.